La morte sospetta di James le Mesurier e i segreti dei Caschi Bianchi – I media alla guerra

Bombardamenti con gas a Douma e Khan Sheikhun. Ricordate? Tutti i media mainstream, nonostante le evidenti incongruenze delle “prove” prodotte dai White Helmets (certosinamente analizzate nel video sotto questo articolo), si rifugiarono nel Rapporto dell’OPAC (l’Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche delle Nazioni Unite, già Premio Nobel per la Pace) per additare come responsabili l’aviazione di Assad e di Putin.

La morte sospetta di James le Mesurier e i segreti dei Caschi Bianchi

Oggi, finalmente, un funzionario dell’OPAC rivela che quel “Rapporto” si basava esclusivamente su “prove” (false) consegnate dai White Helmets e su vere e proprie manipolazioni. Ce lo racconta, addirittura Repubblica, oggi con l’imminente della fine della guerra, folgorata sulla strada per Damasco.Certo, sarebbe stato interessante sapere dai White Helmets perché consegnarono ai funzionari dell’OPAC quelle prove false. Inutile rivolgersi, comunque, a James le Mesurier, fondatore e capo dei White Helmets provvidenzialmente morto proprio in questi giorni in Turchia. Così come sono stati uccisi, oltre ad al Baghdadi, decine di altri capi dell’ISIS in davvero inconsueti raid USA.

Pulizie di fine stagione?

Fonte: https://www.lantidiplomatico.it/dettnews-la_morte_sospetta_di_james_le_mesurier_e_i_segreti_dei_caschi_bianchi/6119_31661/

MEDICINA DA MANGIARE —
di Franco Berrino

Medicina da Mangiare —

di Franco Berrino

In questo libro troverete la quintessenza della pratica in cucina abbinata alla salute!

Le ricette sono una selezione basata sull'esperienza professionale di Franco Berrino (il notissimo medico ed esperto di alimentazione) affiancata a una ricerca personale delle cuoche de La Grande Via.

La novità principale è l'abbinamento delle ricette alle patologie, per facilitare la vita a chi è in difficoltà per malattie proprie o dei propri cari.

Medicina da mangiare non serve a guarire il sintomo ma serve a rivoluzionare la nostra vita.

Molte persone, molti pazienti, trovano difficile tradurre in pratica, in cucina, le indicazioni preventive e terapeutiche relative alla nutrizione.

Occorreva quindi una sorta di manuale, dove i lettori motivati ad un'alimentazione preventiva e i malati motivati ad aiutarsi a stare meglio con il cibo, trovassero anche indicazioni pratiche di cucina.

C'è un rischio in questa operazione: che chi è in difficoltà consideri le ricette come se fossero medicine, da assumere finché i sintomi svaniscono, per poi tornare allo stile di vita precedente. La malattia invece è un segnale che il corpo (o la mente, o entrambi) ci manda per farci capire che così non va, che bisogna cambiare, cambiare vita, non solo cibo.

Non è la dieta che guarisce, è il nostro stesso corpo che si auto-guarisce se non lo sovraccarichiamo di troppo cibo, di cibi difficili da gestire, di cibi tossici.

Con il contributo di Simonetta Barcella e Silvia Petruzzelli.

...

I commenti sono chiusi.