Margherita

di Bianca Granozzi

Uno scheletro si aggira nei corridoi del reparto. A guardarlo meglio, ha una pancia enorme come se avesse inghiottito un mappamondo e le esili gambe compiono dei piccoli passi incerti. Le braccia affusolate si aggrappano simili ad artigli a un girello e una mano regge a un ritmo immaginario un pannolone, troppo grande per quel bacino inesistente. Ha dei capelli rosso fuoco lunghi fin sotto le orecchie, un volto scarno e occhi incavati e opachi. È ancora un essere umano? La domanda sorge spontanea. Margherita sembra uscita da un campo di concentramento.

Mi vede arrivare e sorride in modo sincero. La aiuto a sedersi su una sedia e le chiedo come si sente. Lei mi guarda e sembra non vedermi. Poi, ancora sorridendo, inizia a raccontare.
Mi parla del Venezuela, di casa sua, del suo matrimonio e di come suo marito non avrebbe mai immaginato di doverle pulire il culo dalle feci sanguinolente, color carbone, che la accompagnano ormai da un tempo indefinito e che la costringono a circa 7-8 trasfusioni alla settimana. Il sangue le esce silenzioso dal naso e lei continua a parlare e con gesti meccanici prende dei pezzi di garza e se li mette nelle narici per frenare l’emorragia. Ho davanti a me una paziente di 64 anni, l’età di mia madre, ma molto meno fortunata. Ha la sindrome di Rendu-Osler-Weber, una rara malattia genetica a trasmissione autosomica dominante e buona parte della sua famiglia ne è affetta.
Le malformazioni dei vasi che ha in tutti gli organi e sulla cute comportano frequenti emorragie, come se fosse una fontana di sangue. Una fontana di sangue che non ha intenzione di smettere di sorridere.
Margherita è in fase terminale, potrebbe morire da un giorno all’altro, da un momento all’altro e lei ne è pienamente consapevole. Ride, ride della sua pancia cirrotica, del 6 L di acqua che le abbiamo tolto dalla pancia e finge di fare una sfilata di moda nella stanza.
L’attimo dopo diventa cupa e mi dice che non esce più di casa perché ha paura che il sangue le esca dal retto come un rubinetto aperto mentre è al supermercato.
Mi chiedo come abbia fatto a trovare la forza e l’autoironia per arrivare fin qui. Mi sorride, un piccolo teschio con i capelli rosso fuoco che con un dito alzato mi sussurra
“Ah, ma io non ho paura di morire. Ho paura di soffrire e le giuro, dottoressa, che avrò una siringa piena di potassio da spararmi nelle vene quando sarà il momento.”
“Non dica così, Margherita. Non abbia questi cattivi pensieri.”
“Io non ho mai cattivi pensieri”, risponde con una risata. Poi, si mette a rassettare la camera dell’ospedale, dandomi le spalle.

Articolo di Bianca Granozzi

Fonte: http://alidiporpora.it/margherita/

SEMPLICITà - AGENDA 2022 — AGENDA
di Paulo Coelho

Semplicità - Agenda 2022 — Agenda

di Paulo Coelho

Torna, come ogni anno, l’appuntamento più atteso dai lettori di Paulo Coelho, e non solo.

L’agenda 2022 rappresenta un vero e proprio cammino, lungo 12 mesi, che accompagna il lettore fra citazioni, frasi, suggestioni e pensieri, scritti e selezionati da una delle voci più importanti della letteratura mondiale.

Il 2022 in particolare sarà per ogni lettore un viaggio dentro la radice più intima della vita e dei libri di Paulo Coelho: fra citazioni, frasi, suggestioni e pensieri, scritti e selezionati da una delle voci più importanti della letteratura mondiale, l’autore racconta di sé, dell’amore, della passione e del sentimento.

Le cose più semplici sono le più straordinarie, e soltanto un saggio riesce a vederle.
Paulo Coelho

Aprendo l'agenda troverai:

  • all'inizio di ogni mese il tema del mese (per esempio gennaio - comunicazione), con una citazione da un libro di Coelho e una grande illustrazione di Catalina Estrada
  • alcune righe per prendere appunti per il mese in corso
  • Lunedì - martedì - mercoledì - giovedì raggruppati in 2 pagine affiancate, in modo da avere un unico colpo d'occhio su questi 4 giorni.
  • Venerdì - sabato - domenica raggruppati su 2 pagine affiancate insieme a un box per fare il riepilogo della settimana.
  • Su ogni giorno sono presenti ben 10 righe per scrivere impegni, pensieri e appunti.
  • In fondo alla pagina un dettaglio dell'illustrazione di Catalina Estrada, e un aforisma di Coelho con l'indicazione del libro da cui è tratto

Il segreto risiede nel presente.
Se presterai attenzione al presente
potrai migliorarlo.

L'Alchimista
Coelho

Illustrato a colori splendidamente da Catalina Estrada. Quando era bambina, si meravigliava davanti ai lussureggianti giardini e alla natura vibrante del suo paese natale, la Colombia. Ora che è divenuta una illustratrice internazionale e di successo e vive a Barcellona, Catalina non ha dimenticato le sue radici. La sua capacità di meravigliarsi come un bambino è ancora evidente nel suo lavoro, con esplosioni di colore ed eleganza in tutte le sue creazioni.

...

I commenti sono chiusi.