La Prima Intelligenza Artificiale a sostituire un CEO. Si Salvi chi può…

di Eugenio Miccoli

Il 26 agosto scorso, l’azienda cinese di giochi online e applicazioni NetDragon Websoft ha nominato amministratore delegato, CEO, la signora Tang Yu. Nulla di particolare fin qui, se non fosse per il fatto che Tang Yu è un robot umanoide virtuale supportato dall’intelligenza artificiale.

La notizia ha fatto il giro di diversi quotidiani importanti all’estero, tra cui il francese Le Figarò. In Italia è stata divulgata solo da testate minori e da pochi canali di informazione alternativa, come quello di Francesco Neri ad esempio.

Noi di MePiù, attraverso una piccola ricerca, abbiamo però scoperto che la creazione di questo robot non è altro che l’ultimo capitolo di un percorso distopico della NetDragon intrapreso ormai da tempo.

L’Annuncio: un CEO Artificiale

La NetDragon Websoft è lieta di annunciare che la signora Tang Yu, un robot umanoide virtuale dotato di intelligenza artificiale, è stata nominata CEO a rotazione della sua filiale di punta, Fujian Websoft“.

Queste le parole con cui la NetDragon e il suo Presidente, il Dr. Dejian Liu, hanno esordito in merito alla loro ultima invenzione.

Ancora: “L’avvento di Tang Yu evidenzia la strategia ‘AI + management’ dell’azienda e rappresenta un importante pietra miliare della Società verso una ‘organizzazione Metaverse’ “.

Per chi volesse leggere il comunicato integralmente è disponibile sul sito http://ir.nd.com.cn/en/ nel paragrafo “Latest News”.

Agenda Distopica

Questo evento rappresenta solo una piccola traccia di ciò che vedremo tra poco, perché non è la prima volta che la NetDragon si diverte a sfoderare l’intelligenza artificiale promuovendola come baluardo della società del futuro.

Infatti, già in tempi non sospetti, il 23 aprile 2018 l’azienda aveva presentato il primo assistente didattico AI al mondo in occasione del Launch Event for Digital Maritime Silk Road AI Educational Achievements tenutosi durante il 1° Digital China Summit.

La struttura ideata era quella tipica delle società controllate descritte nei romanzi distopici: l’insegnante che controlla la classe attraverso una tecnologia vocale intelligente, il software di riconoscimento facciale che consente agli studenti di registrarsi online e infine l’assistente didattico AI. Proprio quest’ultimo con l’incarico di fornire compiti a casa personalizzati e di correggerli una volta consegnati. Il tutto accompagnato da altre tecnologie altamente avanzate, sviluppate dall’azienda. https://www.prnewswire.com/news-releases/netdragon-rolls-out-worlds-first-ai-teaching-assistant-300637056.html

Ministero dell’Istruzione Cinese: Obiettivi Condivisi

Se tutto questo ancora non bastasse, veniamo a scoprire che nel 2021 NetDragon’s Huayu enters ha avviato una cooperazione strategica con il Centro nazionale per la tecnologia educativa del Ministero dell’Istruzione cinese. Obbiettivo: “creare un nuovo modello di istruzione intelligente basato su tecnologie emergenti come la realtà virtuale (VR), l’intelligenza artificiale (AI) e i big data, per esplorare lo sviluppo dell’informatizzazione dell’istruzione”. Nuovi strumenti educativi virtuali da incorporare nell’insegnamento quotidiano nelle scuole primarie e secondarie in modo da creare una nuova forma di “educazione intelligente”.

I Partner di NetDragon

Insomma è ormai chiaro il progetto che la NetDragon prosegue da anni. Ricordiamo che questa azienda è un vero e proprio big nell’ambito dei videogiochi, che ha come Partner: Ubisoft, Disney, Electronic Arts e molte altre celebri sigle.

Conclusioni: la Società del Controllo Totale

Ancora una volta abbiamo la conferma che la volontà di una società virtuale e transumanizzata proviene proprio dalla Cina. Quella stessa Cina che ha come modello di vita i lockdown, il sistema di credito sociale, i droni, le unità cyborg di sicurezza, i cani robot e molte altre misure volte al controllo totale e manicale dell’individuo. Lo stesso modello che qualcuno vorrebbe realizzare in occidente.

Articolo di Eugenio Miccoli

Fonte: https://mepiu.it/la-prima-intelligenza-artificiale-a-sostituire-un-ceo-si-salvi-chi-puo/

LA NUOVA DIETA DEL DOTTOR MOZZI
Nuovi contenuti, spunti e interpretazioni per prevenire, curare e guarire
di Piero Mozzi

La Nuova Dieta del Dottor Mozzi

Nuovi contenuti, spunti e interpretazioni per prevenire, curare e guarire

di Piero Mozzi

"La Dieta del Dottor Mozzi" compie 10 anni! È un traguardo importante che ha dato l'occasione al dottor Mozzi di arricchire questo testo con nuovi contenuti e nuove informazioni e di sciogliere alcuni dubbi sorti nelle persone che hanno messo in pratica i suoi consigli nel corso degli anni.

"Questa nuova edizione vuole testimoniare ancora una volta l'impegno preso con le persone che mi seguono da anni e fornire uno strumento pratico e aggiornato che contenga indicazioni ancora più precise rispetto al testo precedente, per dare a tutti la possibilità di gestire al meglio la propria salute!"

Il libro, ormai celebre bestseller, pone l'attenzione sull'alimentazione e sui risvolti che ha sul corpo umano. L'intento del testo è dare la possibilità a tutti, anche a coloro che non hanno cognizioni mediche, di tenere sotto controllo il proprio stato di salute.

È un manuale pratico che ci dà la possibilità di capire ciò che accade nel nostro organismo.

Il Dottor Mozzi, uno dei maggiori esponenti della dieta del gruppo sanguigno, ha scritto questo libro dopo trent'anni di pratica medica e vent'anni di osservazione e studio dell'organismo umano e delle sue reazioni all'introduzione di determinati alimenti.

La semplicità del metodo lo distingue e lo rende accessibile a tutti. Consente a chiunque di imparare ad "ascoltare" autonomamente i segnali che l'organismo invia, di riconoscere l'effetto che gli alimenti utilizzati possono avere sulle diverse persone per stabilire la dieta e lo stile di vita più appropriato a ciascuno.

Secondo il Dottor Mozzi c'è una correlazione tra l'appartenenza al proprio gruppo sanguigno e gli alimenti che mangiamo.

Il gruppo sanguigno è dato da un'impronta genetica precisa che distingue ogni individuo dagli altri, lo caratterizza e permette di capire come è fatto e come si comporta il nostro sistema immunitario.

È possibile utilizzare i quattro gruppi sanguigni 0, A, B, AB come una guida attendibile per scegliere un'alimentazione idonea a ognuno, che può consentire un miglioramento del proprio stato fisico e una riduzione del rischio di ammalarsi. Inoltre può aiutare a risolvere eventuali stati patologici.

Il libro fornisce a tutti uno strumento per riappropriarsi della gestione quotidiana della propria salute e occuparsi con cognizione di causa delle proprie condizioni fisiche, lasciando ai medici la gestione dei traumi, delle urgenze e delle malattie di una certa rilevanza.

Il campo delle intolleranze è un campo in cui attualmente non esistono certezze. La verità assoluta risiede solo in noi stessi e ci si può avvicinare ad essa accostando tra loro tante piccole verità.

I meccanismi biologici di un essere vivente sono molteplici per cui è sufficiente che avvengano modificazioni in un equilibrio biologico perché subentrino nuovi segnali e disturbi.

Il Dottor Mozzi ritiene che ciò che ha esposto sia solo l'inizio e non la conclusione delle ricerche in merito alle intolleranze alimentari. Uno stimolo da cui partire e che altri potranno sviluppare. Scoprire tutti i meccanismi e i processi sottesi alle intolleranze è un compito che lasciamo ai ricercatori e ai biologi.

In base alle caratteristiche genetiche di ogni singolo individuo, il dottor Mozzi ha individuato dei regimi alimentari ben precisi che promuovono il consumo di determinati cibi a discapito di altri, in base alla loro funzionalità, alla digeribilità e ai benefici che possono apportare all'organismo.

Alcuni cibi mettono a rischio il nostro sistema immunitario, per questo bisogna eliminarli dalla propria alimentazione.

Riportiamo di seguito alcuni consigli estrapolati dal libro per i diversi gruppi sanguigni:

  • Gruppo sanguigno 0. Poiché i soggetti appartenenti a tale gruppo sanguigno hanno un apparato digerente forte, essi possono digerire senza difficoltà le proteine animali contenute in carne e pesce. Di contro, però, essi non riescono a metabolizzare bene i cereali e i derivati del latte. Evitando tali alimenti, le persone appartenenti al gruppo sanguigno 0 possono trarre grande giovamento ed evitare problemi di salute.
  • Gruppo sanguigno A. Gli individui appartenenti a questo gruppo sanguigno digeriscono facilmente i carboidrati e con molta difficoltà le proteine della carne, specialmente se rossa.
  • Gruppo sanguigno B. Le persone appartenenti a questo gruppo sanguigno hanno una predisposizione del loro apparato digerente a metabolizzare con facilità sia le proteine animali che quelle vegetali.
  • Gruppo AB. I soggetti che fanno parte di tale gruppo sanguigno hanno le stesse difficoltà digestive di quelli appartenenti sia al gruppo A che al gruppo B, pertanto la loro alimentazione deve essere simile.

Il principio sul quale tutta la teoria del Dottor Mozzi si fonda, quindi, è quello di preservare la salute attraverso una corretta alimentazione, che si adatti in tutto e per tutto al patrimonio genetico di ognuno.

Le novità più importanti di questa edizione:

  • la dicitura "alimenti neutri" è stata modificata in "alimenti da testare" per rafforzare il concetto che questi alimenti hanno effetti diversi a seconda delle caratteristiche individuali;
  • indicazioni sulle modalità di consumo di ogni categoria di alimenti: quando consumarli, quante volte alla settimana e quando evitarli;
  • note riguardanti le patologie più comuni derivanti dall'abuso di alcuni cibi;
  • suggerimenti pratici per limitare i danni derivanti dagli "sgarri" a tavola;
  • aggiornamento delle liste degli alimenti con i cibi nuovi che oggi si trovano più frequentemente in commercio;
  • cenni di nutrizione per rendere più semplice la scelta degli alimenti e la composizione dei pasti;
  • per ogni stagione dell'anno, uno schema alimentare con 5 giornate tipo;
  • la suddivisione degli alimenti in benefici, da testare e sconsigliati è stata aggiornata in base alle osservazioni fatte negli ultimi dieci anni e ai cambiamenti avvenuti nell'industria alimentare spesso a discapito della qualità degli alimenti.
...

I commenti sono chiusi.