Voci non confermate:Trump e i neocons stanno pianificando un attacco nucleare sulla Russia …

Voci non confermate:Trump e i neocons stanno pianificando un attacco nucleare sulla Russia …

Che i responsabili di Washington, quelli che fanno capo alla setta dei neocons evangelici, fossero un gruppo di psicopatici, era più di un sospetto e quasi una certezza, considerato il loro livello di fanatismo messianico. Si sapeva anche da tempo che il presidente Trump è affetto da una forma ricorrente di disturbi della personalità che alcuni psicologi e specialisti USA hanno da tempo individuato in demenza senile.
Quello che non si poteva prevedere è il fatto che questo gruppo di “teste d’uovo” stiano predisponendo una “guerra lampo” di tipo primo colpo nucleare contro la Russia.

Il segretario di Stato Mike Pompeo ed il segretario alla difesa Mark Esper, più altri elementi della mafia del West Point, hanno elaborato piani e credono di poter abbattere le difese della Russia in un colpo solo. Un colpo derivante da un attacco nucleare.
Alcune fonti non confermate parlano di questo e ci sono vari indizi per ritenere che la previsione sia credibile.

Trump è completamente circondato dai fanatici imbevuti di una visione messianica e che amano l’Armageddon, come battaglia finale per il trionfo dell’America e di Israele e lo stesso Trump è fortemente influenzato da questo gruppo di psicopatici, come si è visto nel caso dell’omicidio mirato del generale Soleimani, organizzato da Pompeo e Esper, i due che hanno convinto Trump ad ordinarlo.

Missile ipersonico russo Vanguard

Non è un caso che, proprio in questi giorni, dal ministro della difesa russo, Sergei Shoigu, ci siano 2 risposte, una che annuncia le loro nuove armi ipersoniche ( missili Avangard) entrate in servizio … chiamate “Dead Hand” e l’altra in un annuncio dello stato Maggiore russo in cui si parla del loro nuovo sistema missilistico a difesa di Mosca, entrambe notizie pubblicate sui siti di analisi militare.

Altro indizio: La Russia ha cacciato gli Stati Uniti dal Mar Nero, usando la Turchia per far rispettare il Trattato di Montreux, per una ragione, gli Stati Uniti stavano usando navi AEGIS per colpire le difese missilistiche russe per un primo attacco. Trump e Pompeo sono rimasti in silenzio su questa ENORME storia per un motivo, sono stati scoperti con “le mani nella marmellata”.
Non resta che aspettare e vedere quale sarà la prossima mossa, ma la follia potrebbe essere una cattiva consigliera e resta da comprendere se qualcuno fermerà la mano di questo gruppo di psicopatici prima che sia troppo tardi

Articolo di Luciano Lago

Fonti: Veterans Today Journal-neo.org https://www.veteranstoday.com/2020/01/22/exclusive-trump-planning-nuclear-strike-on-russia-soon/

Fonte: https://www.controinformazione.info/voci-non-confermatetrump-e-i-neocons-stanno-pianificando-un-attacco-nucleare-sulla-russia/

I MISTERI DI WUHAN
La CIA, la Casa Bianca e l'ombra di Wall Street. Chi si cela dietro al laboratorio P4 sospettato di essere l'untore del mondo?
di Franco Fracassi

I Misteri di Wuhan

La CIA, la Casa Bianca e l'ombra di Wall Street. Chi si cela dietro al laboratorio P4 sospettato di essere l'untore del mondo?

di Franco Fracassi

L'unica cosa certa è che il virus originario si trovava dentro un pipistrello.

Non esistono prove (ma solo sospetti) che dal pipistrello sia passato all'uomo attraverso una catena animale. Non esistono prove (ma solo sospetti) che il Covid-19 provenga dal laboratorio di massima sicurezza di Wuhan. Non esistono prove (ma solo sospetti) che la Sars-Cov2 non sia altro che un virus chimera, modificato dall'uomo e che sia arrivato tra noi attraverso il laboratorio cinese.

Quel che è certo, invece, è che a Wuhan non comandava solamente Pechino ma incredibilmente anche (e soprattutto) gli Stati Uniti. In quel laboratorio erano presenti la Cia e i servizi militari Usa, c'erano gli uomini inviati dalla Casa Bianca di Trump, gli scienziati finanziati da Big Pharma e dalla grande Finanza.

E sì, perché a Wuhan da oltre dieci anni andavano avanti esperimenti non etici, pericolosi per l'umanità, vietati in quasi tutto il mondo. Esperimenti non interrotti nemmeno con l'arrivo della pandemia.

Tutto ebbe inizio quando nel più segreto e protetto laboratorio militare vicino Washington...

Dalla quarta di copertina

Un laboratorio, due Paesi, tre fondi d'investimento, molti scienziati e delle ricerche virologiche tanto misteriose quanto pericolose.

La pandemia da Sars-Cov-2 che ha investito e messo in ginocchio il pianeta intero non è arrivata per caso, non è arrivata per uno scherzo della natura, il virus è apparso tra noi per colpa di ricercatori troppo esaltati, di aziende troppo avide e di governi troppo sconsiderati.

La vicenda del laboratorio di massima sicurezza biologica di Wuhan è la storia del Covid-19. È anche la cronaca di uno dei più appassionanti thriller della nostra storia, una spy story internazionale degna di un James Bond, nella quale non sono nemmeno mancati i classici cattivi che giocano a fare Dio. E, come nelle migliori sceneggiature che ricalcano questo filone, quando questo accade finisce sempre male.

"I misteri di Wuhan" è anche un'inchiesta rigorosa. Un lavoro che svela i retroscena dell'origine della pandemia. Con la speranza che prima o poi si possa finalmente avviare un'indagine su quei fatti e (magari) giungere a delle condanne giudiziarie. Lo chiedono oltre tre milioni di morti. Lo chiedono sette miliardi e mezzo di vittime.

Spesso acquistati insieme

...

I commenti sono chiusi.