Viralità globale

Una delle conseguenze della maledetta globalizzazione, che sta avvelenando la vita a gran parte dell’umanità, è l’agevole diffusione nell’intero pianeta di qualsivoglia problematica si possa sviluppare in un singolo lontano paese.

Illustrazione dell’articolo: “Virus” – olio su tela 70 x 90 by Sergio Figuccia ©2009

Fenomeni come quello attuale del coronavirus cinese o della solita influenza annuale sono conseguenze della globalizzazione, che impone enormi movimenti di merci così come continui e massicci spostamenti di viaggiatori da e per tutte le destinazioni mondiali. Al riguardo, ed è notizia delle ultime ore, è stato comunicato che oggi è atterrato a Roma un aereo, con 202 passeggeri, proveniente proprio da Wuhan che è la città della Cina risultata focolaio del pericoloso coronavirus.

I soliti bastian contrari, che si ostinano per partito preso ad assumere inutili atteggiamenti opposti a quelli dell’opinione pubblica, magari solo per farsi notare, sosterranno certamente che la globalizzazione però è civiltà e progresso; a chi crede ciecamente a questo concetto chiedo però di riflettere un attimo su questa domanda: a chi giova maggiormente la globalizzazione?
Commercio, economia, multinazionali, di certo non alla nostra salute.

 Fonte: http://www.striscialaprotesta.it/2020/01/23/viralita-globale/

LA PORTA DEL MAGO
La magia come via di liberazione - Nuova edizione
di Salvatore Brizzi

La Porta del Mago

La magia come via di liberazione - Nuova edizione

di Salvatore Brizzi

Continua l'opera di divulgazione della conoscenza ermetica portata avanti da Salvatore Brizzi, da anni impegnato nello studio e nella sperimentazione personale in campo esoterico. In questo libro ci spiega, in maniera chiara e alla portata di tutti come è nel suo stile, attraverso quali metodi possiamo risvegliare la nostra coscienza a un nuovo stato dell'essere.

La Magia diventa quindi un mezzo per 'costruire' la propria anima e raggiungere la serenità interiore.

Nell'opera "La porta del Mago" Salvatore Brizzi spiega come la sofferenza che proviamo sia illusoria, e che ciascuno di noi potrebbe attuare un vero cambiamento interiore, vivendo nell'amore e nella gioia.

Ecco allora come gli argomenti trattati siano i più vari: l'osservazione, il ricordo di sé, il non-giudizio, l'imminente salto vibrazionale della Terra, gli episodi di follia che occupano le nostre cronache, come agiscono le forze diaboliche, la magia nera, il corretto uso dell'energia sessuale per scopi evolutivi.

La figura del Mago è quindi intesa come essere umano che decide di attuare un processo di mutamento introspettivo, modificando radicalmente la propria coscienza. Conosce L'Universo e le sue leggi, ed è in grado di comandare su forze occulte maggiori, che si riflettono nei suoi demoni psichici.

Secondo l'autentica Ars Regia il mago non è mai coinvolto in basse emozioni e non si lascia mai andare a comportamenti violenti, alla rabbia e all'odio; si distingue pertanto dall'antica figura del cerimonialista.

Il primo passo per raggiungere la serenità interiore è quindi il risveglio, a cui segue la consapevolezza indicata come Non-giudizio.

 

...

I commenti sono chiusi.