Vicino al Monte Fuji, l’azienda leader nel settore delle auto sta costruendo una città

La casa automobilistica giapponese Toyota non sta solo investendo nella costruzione di un nuovo edificio o in un campus in stile Silicon Valley come Google o Apple, ma sta dando vita a un’intera città.

Da quanto raccontato da Forbes, la Toyota ha recentemente annunciato che costruirà una “città del futuro” all’interno di un ex stabilimento vicino al Monte Fuji  in Giappone. “Woven City” sarà un luogo in cui le persone potranno vivere, lavorare e aiutare la casa automobilistica a condurre ricerche di mercato.

Benvenuti a Woven City

Il sito di 175 acri sarà allestito con un sistema a griglia con tre corsie di traffico per permettere agli automobilisti di viaggiare con il massimo comfort: una per veicoli a velocità più elevata come automobili, una per veicoli a velocità più bassa come scooter e biciclette, e una solo per i pedoni.

Per gli amanti delle passeggiate a piedi, la città avrà piacevoli percorsi pedonali “simili a un parco” per consentire a chiunque di spostarsi facilmente in città. Secondo Forbes , il sistema a griglia sarà il luogo perfetto per l’azienda per testare auto a guida autonoma.

Una città a prova di mobilità

Secondo il primo progetto, gli edifici della città presenteranno anche alcuni prodotti futuristici di Toyota, compresi quelli per aiutare la mobilità e la salute personale, tra questi anche le automobili con pilota automatico.

Il presidente della società, Akio Toyoda ha espresso la volontà di costruire una città totalmente completa da zero per sviluppare nuove tecnologie senza impattare su un’ambiente già pre esistente.

Una città tecnologia e sostenibile

Nonostante la tecnologia sarà la grande protagonista di questa città del futuro, tutto è pensato per la sostenibilità e il rispetto ambientale. Ogni edificio sarà costruito con materiali sostenibili e dotato di energia rinnovabile, compresi pannelli solari fotovoltaici.

La tecnologia delle celle a combustibile a idrogeno dell’azienda invece, alimenterà l’intera città. A proposito di Woven City, il progetto prevede una città in grado di ospitare circa 2000 persone che accoglierà tutti coloro che sono ispirati a migliorare il mondo in cui viviamo.

Fonte: https://www.bigodino.it/viaggi/toyota-sta-costruendo-una-sua-citta.html

GRANI ANTICHI E PASTA MADRE —
Proprietà virtù ricette - Conoscere la salute per conservarla
di Silvia Petruzzelli

Grani Antichi e Pasta Madre —

Proprietà virtù ricette - Conoscere la salute per conservarla

di Silvia Petruzzelli

Questo libro nasce dall’esigenza di ricercare un approccio consapevole al cibo, per una scelta rispettosa del territorio, del gusto e della salute.

Il pane è uno degli alimenti più antichi preparati e consumati dall’uomo. Simbolo di nutrimento per il corpo, ma anche per l’anima.

Già gli antichi egizi e babilonesi erano in grado di produrre un pane lievitato, con l’avanzo di pasta del giorno precedente: forse gli albori del lievito madre. E la civiltà occidentale si è evoluta assieme a questo alimento, che ha così caratterizzato periodi storici.

Nel dopoguerra, il pane bianco, raffinato, è diventato anche simbolo di benessere, contrapponendosi al pane nero cui erano associati ricordi di fame e di miseria. E su questo elemento ha fatto leva l’industria proponendo la sempre più diffusa “farina 00”.

Nel libro, vengono analizzati i principali ingredienti del pane, la loro evoluzione nel tempo e come sceglierli per una migliore qualità organolettica e salutistica. Con uno sguardo rivolto alla sostenibilità e valorizzazione del territorio.

Vedremo il processo di panificazione, approfondendo le  differenze tra lievito di birra e pasta madre.

Ci diletteremo con diverse ricette di autoproduzione, pane, focaccia, e tanto altro, fino ai dolci per le feste, come Colomba e Panettone, utilizzando ingredienti che la nostra bisnonna saprebbe riconoscere, come ci suggerisce M. Pollan.

...

I commenti sono chiusi.