Ti Senti Come un Pesce Fuori d’Acqua Nella Terza Dimensione?

di Caroline Mary Moore

Lo scopo principale del risveglio spirituale è di raggiungere quell’attesa paradossale tra navigare sull’oceano della vita mondana governata dal tempo, mentre sì allinea con la saggezza della scintilla divina che ci guida nel viaggio senza tempo; dalla più alta conoscenza alla più profonda chiamata della propria anima.

fish-1372923_1280

Uno dei grandi impedimenti che ostacola quest’equilibrio, è l’attaccamento che l’ego ha nei confronti degli insegnamenti spirituali, che oramai, appartengono al vecchio paradigma, e che servivano per risvegliarsi e liberarsi dalle catene illusorie delle nostre menti inferiori; perché una cosa è essere svegli in una realtà 3D, ma è tutt’altro cosa trascenderlo è continuare a svegliarsi mentre si vive una realtà o dimensione superiore, come per esempio nella Quinta dimensione della coscienza di unità.

Credo che questo passaggio sia una fonte di frustrazione per molti di noi, ossia: vivere nella Terza dimensione da un prospettiva della Quinta, sentendosi completamente fuori fase!

Per molti ricercatori della verità, la vita non sembra insopportabile, lo è diventata, ma non tutti i mali vengono per nuocere, ogni uno di noi sta ricevendo un invito di assumere una maggiore responsabilità personale e andare oltre, ossia, di  entrare nella profondità del nostro infinito potenziale; che richiede più silenzio, meno interesse negli affari degli altri e soprattutto, il distacco dal giudizio.

Questo passaggio può essere vissuto solo nel cuore, e da non confondere con un atteggiamento da altruisti, da buoni o spirituali. È la dimensione dell’autenticità, degli incontri irragionevoli che mette tutti in accordo (unità e connessione) anche nell’essere in disaccordo (ego individuale). In questa terra di mezzo, il tempo scorre sulla superficie della vita umana mentre è sentito e vissuto privo di giudizio del testimone senza tempo. Per approfondire LEGGI QUI.

È una porta, che energeticamente, è sempre più raggiungibile per chi è pronto a varcare la soglia e andare verso la Quinta dimensione, un “concetto” difficile da immaginare perché troppo spesso è dipinto come una realtà separata, surreale e utopica, specialmente se guardiamo il telegiornale che ci dimostra un mondo in caos; perciò, com’è possibile raggiungerla in modo pratico usando parole chiare e semplici?

La Quinta dimensione non è un luogo o una realtà da raggiungere nel futuro, perché è già qui, ma, è percepibile solo a chi ha raggiunto una tale consapevolezza che gli permette di vibrare in risonanza, perché emana una frequenza più alta e meno rozza (leggerezza del cuore).

La frequenza si innalza  naturalmente nel momento in cui siamo in grado di comprendere e accogliere gli altri come un mezzo per comprendere e accogliere noi stessi; in altre parole è l’assenza totale del giudizio (dualità della terza dimensione), il passo successivo dello specchio che riflette la nostra ombra (dolori) proiettato, e poi, giudicato negli altri.

Ora, siamo chiamati ad allineare l’attenzione sulla potenzialità della Quinta dimensione, che si raggiunge passando dal nucleo del cuore, un ponte o corridoio paradossale che ci insegna che ogni momento nel tempo (presente) è creato per condurci fuori dai confini del tempo.

Questo non significa che le percezioni della realtà che appaiono nel tempo non contano più, che dobbiamo evitarli, ignorarli o allontanarli. Anzi, nel profondo del cuore, c’è spazio per tutto e tutti. Creando spazio intorno ai nostri dolori e scomodità, rallentiamo la pressione e disagio che spesso viviamo mentre sperimentiamo la realtà della terza dimensione.

Grazie allo spazio tra noi e i nostri dolori, i giudizi diminuiscono e il distacco, insieme alla pace, all’unità e all’armonia fioriscono mentre siamo nel flusso del tempo, in modo da cavalcare l’onda d’urto senza essere rovesciati o spostati, perché siamo radicati nel presente (senza tempo).

Quando siamo svegli nella Terza dimensione, è comune avere giudizi (anche a tema spirituale) e proiettarli sugli schemi della coscienza egoica degli altri. Tuttavia, una mente 5D è consapevole del gioco dell’ego, e mentre s’interagisce con gli altri è in grado di avere compassione e pazienza per chi è:

  • Ancora in modalità combattimento o fuga (paura/sopravvivenza/ radicamento-primo chakra)
  • Impegnati nel percorso impetuoso della guarigione del bambino/a interiore (intelligenza emotiva-secondo chakra).
  • Senza potere con il sistema nervoso in corto circuito (ricalibrare la mente inferiore-terzo chakra)
  • Guidati dagli impulsi (elettromagnetismo/gravità-nei primi 3 chakra)

Trascendendo gli impulsi di questi temi possiamo andare oltre il confine del tempo e la gravità che richiede una certa pesantezza offerta dalla mente inferiore, raggiungendo quel senso di leggerezza nel cuore paragonabile al peso di una piuma. Sciolgliendo le catene della Terza dimensione, siamo liberi di sperimentare la quinta-intesa come livello di coscienza e non come luogo lontano; pertanto, ogni interazione, con chi è in risonanza con la Terza dimensione, è un’opportunità di comprendere noi stessi, perché cerchiamo un incontro personale (distacco dalla realtà 3d) piuttosto che cadere nel giudizio di un confronto (attaccamento alla realtà 3d).

Certo non è facile, ma è un compito assegnato ad ogni uno di noi!

La frustrazione dell’impotenza sentita da molti di noi, è un’illusione. Bisogna arrendersi alla verità che siamo ancora nel giudizio e ammettere che non siamo ancora pronti per il salto, non è una vergogna, è la verità. Se siamo nell’ego, la verità fa sempre male, ma se siamo nel cuore, ci renderà liberi, perché, ciò a cui ci arrendiamo con onestà e umiltà, diventerà la sorgente di crescita e potere.

Articolo di Caroline Mary Moore

Fonte: http://www.dalleclissedellesserealmisterodelvuoto.com/2018/07/03/ti-senti-un-pesce-acqua-nella-terza-dimensione/

SEMI DI LUNA 2024 — AGENDA

Semi di Luna 2024 — Agenda

Un'agenda, uno strumento per riscoprire te stessa e la tua ciclicità, una guida che comprende un percorso di consapevolezza mestruale, i movimenti astrologici dell'anno lunare, esercizi e osservazioni per l'evoluzione personale, storie, disegni e l'agenda giornaliera da compilare.

Come usare 

Semi di Luna non segue la comune suddivisione in 12 mesi del calendario gregoriano, ma quella naturale dei cicli lunari, da luna nuova a luna nuova. Questo fa sì che i mesi siano 13.

Ogni mese inizia con una previsione astrologica dell'energia della luna nuova e dell'influenza dei pianeti. Durante l'anno attraverserai varie tematiche e all'interno troverai strumenti di lavoro personale, per poter creare nuove abitudini e scandire un nuovo ritmo, in ascolto e connessione con i bisogni del nostro corpo.

Semi di luna parla di:

  • ciclicità
  • sessualità consapevole
  • connessione con la natura e con la luna
  • riscoperta di rimedi ancestrali a base di piante
  • conoscenza del proprio corpo
  • aspetti spirituali e trascendenti della natura umana

Percorso mestruale

Ogni donna ha il proprio cammino verso sé stessa, una strada specifica che nessun'altra può percorrere. Riconoscerla a volte è difficile ma quando la si intraprende porta ad un grande senso di pace e di completezza.

Dopo anni di lavoro evolutivo, ci siamo rese conto che, uno stesso concetto, espresso con parole diverse, da una persona diversa, in un momento diverso, può raggiungere il nostro Io Superiore come una freccia ben direzionata, ma non è solo l'esterno che cambia, siamo noi ad essere diverse, pronte ad integrare quel concetto.

Per questo ogni anno in questa agenda cerchiamo un equilibrio fra proporre strade diverse e cercare nuovi modi di approcciare le stesse tematiche, sempre tendendo alla stessa meta: abbracciare la propria ciclicità, la propria dea interiore, conoscere ed amare il proprio corpo, riscoprire la propria femminilità.

Qualunque sia il cammino, deve essere scelto, percorso appieno, con convinzione, senza fretta.

Autunno interiore

In questa fase entriamo in contatto con la nostra parte oscura e impariamo a fornirle stimoli, a capirla e a lasciarla essprimere, perché potrebbe diventare la nostra più grande sorgente creativa.

Abbiamo la capacità dell'intuizione, lasciamo quindi da parte gli aspetti della vita più pratici, per far posto a un'altra maniera d'imparare. 

Il Sacro Potere Curativo del Sangue Mestruale

Anticamente il Sangue Mestruale era considerato una delle sostanze più sacre sulla Terra. Si conosce l'esistenza di una "bevanda dell'immortalità", preparata a base di sangue mestruale che, grazie al suo contenuto di cellule staminali, aveva il potere di rigenerare il corpo e riequilibrare il sistema endocrino.

Un vero e proprio elisir di rinascita e rinnovamento! Non ci sorprende che questa medicina sia stata bandita, spostando il nostro centro al di fuori di noi, sminuendo le nostre capacità curative e togliendoci potere.

Tuttavia, da qualche anno, la scienza ha iniziato ad interessarsi alla composizione del tessuto endometriale, definendo il sangue mestruale come una fonte facilmente reperibile, potenzialmente illimitata e conveniente di cellule staminali, con eccellenti capacità rigenerative.

In parole povere si sta rivalutando il sacro potere curativo del sangue che, al pari di cordone ombelicale e midollo osseo, potrà guarire ferite, supportare il trapianto di organi, curare malattie e quant'altro.

Vediamo dunque in che modo possiamo trarre vantaggio da questa incredibile medicina. Prima di poter utilizzare il nostro sangue mestruale in qualunque forma però, è importante fare una pulizia interna. Sappiamo infatti che, attraverso il nostro sangue, il corpo si ripulisce emozionalmente e fisicamente.

È importante dunque effettuare una pulizia, seguite da un/una fitoterapeuta o naturopata, di fegato, milza, reni e utero, tutti organi che concorrono al benessere del nostro ciclo. Lasceremo fluire il sangue mestruale del ciclo successivo, per eliminare i residui della pulizia. Potremo utilizzare il sangue del secondo ciclo.

Caratteristiche dell'agenda:

  • elastico di chiusura
  • carta riciclata
  • inchiostri vegetali
  • ogni settimana si trova su due pagine contigue per facilitare la gestione degli appuntamenti
  • transiti lunari
  • l'inizio del mese di Semi di Luna
  • diagrammi lunari+
  • Fiori di Bach associati all'energia della luna piena

L'utero ci collega alla terra e alla luna, al materiale e allo spirituale. Unendo corpo, cuore e mente.

Miranda Grey

...

I commenti sono chiusi.