Sicilia, la prima linea delle guerre USA nel Mediterraneo

Dopo l’attacco contro Soleimani a Baghdad effettuato con droni MQ9 reaper, gli stessi schierati nella base Us Navy di Sigonella, lo spettro della guerra si è fatto sempre più concreto. In caso di escalation con Iran o Libia, la Sicilia verrebbe schierata, come territorio da cui partono aerei, droni e ordini militari. Con le sue basi e installazioni USA, l’isola è militarmente esposta, e in particolare di Niscemi (Cl), la cittadina che ospita le antenne militari ad uso esclusivo dell’Us Air Force del Muos. Cresce l’inquietudine di possibili ritorsioni.
Il sindaco Massimiliano Conti si è fatto portavoce del disagio dei concittadini e i movimenti pacifisti, antimilitaristi e ambientalisti hanno protestato negli scorsi giorni davanti alle base militare di Sigonella e a Palermo al consolato Usa.

Drone USA decollato da Sigonella avvistato in Crimea mentre sorvola i confini della Russia

Ma la loro voce è tutt’altro che ascoltata. Lo scorso venerdì 17 il segretario Nato Jens Stoltenberg è stato ricevuto in visita ufficiale alla Us Navy di Sigonella, assieme a altri ufficiali dell’Aeronautica Usa, per la cerimonia di cosegna di 5 droni spia di ultima generazione Ags, di cui la base catanese sarà sede internazionale. Aerei senza pilota che permetteranno di effettuare missioni di intelligence e controllo sino a tutta l’Africa e sino al cuore della Russia.

Ma il Muos non è solo il centro di interessi militari. È anche nel mirino dei clan dei Nebrodi. Una recente inchiesta della procura di Messina sulla “mafia dei pascoli” ha svelato che un’azienda legata alle famiglie mafiose di Tortorici, percepiva i fondi UE su due particelle di terreni della Sughereta di Niscemi dati in concessione all’aeronautica militare USA.

Per approfondire questi aspetti, Sputnik Italia ha incontrato Pippo Gurrieri, storico attivista No Muos che lo scorso venerdì ha subito una condanna a sei mesi per una passeggiata del movimento attorno al perimetro della base.

— In un momento di altissima tensione nell’area mediterranea, dovuta all’escalation in Iran e alle incessanti tensioni in Libia, Sigonella è diventata la sede internazionale dei droni Ags. Quale potrebbe essere il ruolo della Sicilia in un eventuale conflitto nell’area mediterranea?

— La Sicilia è designata da tempo ad essere una di portaerei al centro del Mediterraneo, superarmata e indirizzata verso i conflitti che si svolgono in tutta l’area. La guerra in Sicilia si fa tutti i giorni,

in maniera diretta e indiretta, con aerei e droni che partono da Sigonella, con il sistema Muos, e prima del Muos con il sistema Nrtf (naval radio trasmitter faciliter), sistemi di comunicazione fondamentali per la gestione dei conflitti e delle strumentazioni e belliche americane e Nato.

Il costante potenziamento di Sigonella, recentemente dotata di tecnologia AGS, la proietta e ci proietta verso un ruolo centrale nelle guerre e nei vari conflitti che si svolgono in un’area sempre più estesa. Noi ci sentiamo sempre più in prima linea nelle guerre Usa che non vogliamo e di cui non vogliamo essere complici.

— Dopo l’uccisione di Soleimani si era parlato di un possibile coinvolgimento di Sigonella, che ospita gli stessi droni killer che hanno effettuato il raid, ma Di Maio ha poi smentito. È possibile che il Muos abbia avuto un ruolo e se sì quale?
— Questo penso che sia quasi scontato, perché ad ottobre è stata data comunicazione dell’entrata in piena operatività e funzionalità militare del Muos. Se lo hanno costruito e reso operativo è perché adesso loro quest’arma viene utilizzata. Loro stessi hanno detto che ci saranno vantaggi militari in più in ogni scenario di guerra, grazie alla capacità di comunicare e gestire anche aerei, armati e non, senza pilota. Quindi se non lo utilizzano per questo tipo di azioni allora che l’hanno installato a fare?

©
Sputnik .

Stoltenberg a Sigonella consegna i nuovi droni americani Ags

— In caso di guerra aperta o anche informale, potrebbe sussistere un rischio per la popolazione civile?

— Se da qui si fanno le guerre, questa terra è un obiettivo militare. Inoltre siamo particolarmente esposti al rischio terrorismo. Siamo il confine Mediterraneo del cosiddetto occidente e siamo un’area coinvolta nei conflitti. Adesso che il Daesh non ha più uno stato territoriale da difendere, se dovesse lanciare una guerra all’occidente a livello di azioni terroristiche, siamo una zona altamente esposta a questo rischio ritorsioni e attentati.

— Lei ha da poco subito una condanna per una manifestazione contro il Muos, che ricordiamo essere a uso esclusivo dell’esercito statunitense. Perché tanta repressione nei confronti di cittadini italiani che si oppongono a una installazione militare straniera sul nostro territorio?

— Dall’inizio di questa lotta, che ormai ha superato i dieci anni di vita, ci sono stati sempre tentativi di smorzare e far desistere gli attivisti, con una serie di atti repressivi. Come da sempre si tenta di reprimere il protagonismo popolare. Noi rappresentiamo una spina nel fianco per chi vorrebbe militarizzare la Sicilia con la scusa di aumentare la sicurezza dell’isola. In realtà le basi Usa ci mettono a rischio e ci danno insicurezza perché ci coinvolgono in conflitti e dinamiche internazionali che nessuno di noi siciliani vuole o ha mai chiesto.

Contestare una base militare significa poi portare allo scoperto tutte quelle contraddizioni che si nascondono in genere dietro questo tipo di scelte. Si continua a potenziare e militarizzare il territorio senza alcun passaggio trasparente, sulla base di accordi internazionali che nessuno conosce, senza che la popolazione venga fornita delle dovute informazione, soprattutto quelle sulla salute, sui rischi dell’ambiente e di chi vive a ridosso di questi siti.

  • Attivisti No Muos manifestano vicino alla base militare di SigonellaAttivisti No Muos manifestano vicino alla base militare di Sigonella©
    Sputnik . Clara Statello
  • Attivisti No Muos manifestano vicino alla base militare di SigonellaAttivisti No Muos manifestano vicino alla base militare di Sigonella©
    Sputnik . Clara Statello
  • Attivisti No Muos manifestano vicino alla base militare di SigonellaAttivisti No Muos manifestano vicino alla base militare di Sigonella©
    Sputnik . Clara Statello
  • La base militare di SigonellaLa base militare di Sigonella©
    Foto : fornita da Pippo Gurrieri

1 / 4

©
Sputnik . Clara Statello

Attivisti No Muos manifestano vicino alla base militare di Sigonella

— Di contro, l’ultima novità è che la cosiddetta “mafia dei pascoli” dei clan dei Nebrodi percepiva fondi UE per il terreno dato in concessione all’esercito americano. Com’è possibile che sia avvenuta una cosa del genere?

Questa è una vicenda paradossale e emblematica di una serie di lati oscuri e di punti deboli della militarizzazione che mette in rilievo tutta una serie di debolezze del sistema.

La presenza degli americani è talmente in ombra, talmente offuscata a livello legislativo e legale in quel territorio, che è un territorio italiano ma dato in concessione agli USA con tutta una serie di percorsi poco chiari nel corso degli anni, che ad un certo punto succede anche che gruppi mafiosi possano inventarsi delle aziende sussistenti in quel territorio, intestate a persone decedute da anni, per ricavare i fondi della UE.

Questo ci dimostra come questa presenza americana di fatto, dal punto di vista legale su quei terreni non ha nulla di trasparente.

— Per quanto riguarda la ripresa dell’attività bellica, la scorsa domenica c’è stata una manifestazione a Sigonella del movimento No Muos – contro le basi militari Usa. Quali sono le vostre rivendicazioni e se avete in programma altre iniziative.

©
Sputnik .

Sigonella è stata coinvolta o no nell’assassinio del generale Soleimani?

— È stata una manifestazione indetta sull’onda della gravità dell’attentato USA a Baghdad, un segnale che il movimento che si batte contro le basi Usa e Nato in Sicilia è stato che doveva dare. La manifestazione è andata abbastanza bene, nonostante i tempi strettissimi di organizzazione e comunque è stata solo un momento per rilevare il pericolo che la presenza di installazioni militari USA e Nato sulla nostra terra costituisce e ribadire ulteriormente che le basi vengano chiuse e gli americani se ne vadano a casa loro.

Ci saranno altri momenti, tra cui un’assemblea regionale l’8 febbraio a Niscemi, per coordinare tutte le forze antimilitariste e pacifiste siciliane in previsione di una grossa manifestazione nazionale che si terrà sempre a Niscemi l’11 aprile.

I punti di vista e le opinioni espressi nell’articolo non necessariamente coincidono con quelli di Sputnik.

Fonte: https://it.sputniknews.com/intervista/202001208539493-sicilia-la-prima-linea-delle-guerre-usa-nel-mediterraneo/

DIONIDREAM - TUTTA L'ENERGIA DELLA NATURA —
Un metodo per guarire te stesso riattivando il tuo potenziale naturale
di Riccardo Lautizi

Dionidream - Tutta l'Energia della Natura —

Un metodo per guarire te stesso riattivando il tuo potenziale naturale

di Riccardo Lautizi

Colui che cerca non desista dal cercare fino a quando non avrà trovato; quando avrà trovato si stupirà. Quando si sarà stupito, si turberà e dominerà su tutto.

Sviluppa il tuo potere innato e liberati dai limiti fisici e mentali!

Tutte le antiche scuole mediche e spirituali descrivono che è possibile accedere dentro di noi a delle forze in grado di guarire e trasformare la propria vita. Fin dall’adolescenza Riccardo Lautizi è stato sempre attratto dalla ricerca di fin dove può arrivare il potenziale umano.

E' possibile curare i propri disturbi, essere energici durante la giornata ed emanare serenità e fiducia? Al contempo riuscire a ottenere eccellenti prestazioni sportive e intellettuali? La risposta è sì. E la chiave per hackerare i propri limiti, psicologici, fisici o emotivi è proprio quella di ritornare ad utilizzare tutta l'energia che abbiamo all'interno.

La chiave per accedere alla propria energia

Infatti, quanta più energia vitale scorre dentro di noi, migliore sarà la nostra salute e più lucida e acuta diventerà la nostra mente. Anche il corpo sarà in grado di raggiungere performance più elevate e le emozioni e i pensieri si trasformeranno divenendo sereni e proficui . Proprio l'energia sarà il motore in grado di dissolvere i limiti e blocchi che manipolavano la nostra mente ed il nostro corpo. Così semplicemente cambiando noi stessi, ogni cosa, incluse le relazioni con gli altri, diverranno finalmente libere e gioiose.

Come aumentare e liberare la propria energia?

Quando negli anni dell’università comincia a sperimentare problemi di salute come stanchezza e gonfiore dopo i pasti, letargia al mattino, tachicardia notturna, ansia e attacchi di panico, incapacità di relazionarsi con gli altri in modo soddisfacente, decide di indagare le cause che si celavano dietro questi sintomi che limitavano la piena espressione della sua vita.

Iniziò così una ricerca durata quasi un decennio che l’ha portato a sperimentare tutti i tipi di diete possibili, centinaia di integratori naturali, neuroscienze, guaritori orientali, antiche tecniche di meditazione, esercizi fisici e moderni dispositivi tecnologici con l’obiettivo di aumentare e liberare la propria energia vitale e di conseguenza il suo benessere fisico mentale ed emotivo.

Il risultato? Dionidream: Tutta l’Energia della Natura un metodo per trasformare radicalmente la tua vita seguendo delle semplici tecniche che ti permettono di aumentare giorno dopo giorno la tua energia vitale così da risolvere i disturbi fisici, sciogliere le tensioni psicoemozionali, migliorare le prestazioni fisiche ed avere una mente chiara e penetrante.

Dionidream: Tutta l’Energia della Natura metterà alla prova ciò che sai o credi di sapere su ciò con cui entriamo in contatto quotidianamente, sia esso cibo, acqua, aria, vestiti, elettromagnetismo, detergenti e tanto altro. Scoprirai cosa ruba la tua energia ogni giorno e come rimediare naturalmente per portarla al suo massimo potenziale attraverso la giusta dieta, integratori specifici, tecniche di meditazione e rilassamento studiate appositamente, accorgimenti domestici (come ad esempio la posizione del letto, la scelta delle pentole e quale acqua bere) e l’attivazione della ghiandola pineale.

Dalla quarta di copertina

Hai un potenziale enorme dentro di te. Autoguarigione, forza fisica, capacità intellettive, creatività e lucidità mentale sono l’espressione dell’energia vitale che scorre all’interno della tua mente e del tuo corpo.

Tuttavia se ogni giorno devi far fronte agli attacchi di abitudini sbagliate e dell’inquinamento moderno, questa energia si consuma e non può esprimersi in tutto il suo vero potenziale. Malattie, stanchezza, confusione, insuccesso nel lavoro e nelle relazioni sentimentali sono la naturale conseguenza di questa carenza energetica.

Dal cibo all’acqua, dall’aria ai prodotti per l’igiene e per il bucato, dalle pentole ai vestiti, dai trattamenti dentali alla posizione del letto, dallo stress alle emozioni in questa efficace guida pratica Riccardo Lautizi ti rivela come trasformare radicalmente la tua vita seguendo delle semplici tecniche che ti permettono di aumentare giorno dopo giorno la tua energia vitale così da guarire i disturbi di salute, sciogliere le tensioni psicoemozionali, migliorare le prestazioni fisiche ed avere una mente chiara e penetrante.

I risultati di centinaia di studi scientifici e gli insegnamenti antichi di pratiche millenarie sono combinati per dar vita ad un metodo completo in grado di rigenerare il corpo, potenziare la mente, liberarsi da blocchi emotivi e trascorrere una vita sana, lunga e felice.

Con la prefazione del dottor Salvatore Simeone.

Dicono del libro

“Finalmente un libro che parla di salute e non di malattie! Raccoglie i fatti più interessanti del mondo della medicina. Il suo criterio di scelta? Ciò che è utile, comprensibile, logico. Il buonsenso e l’evidenza dei fatti trionfano sulla “scienza”, sulle statistiche corrotte e sui lavori clinici pagati dall’industria farmaceutica.”
Dott. Prof. Antonio Miclavez, odontoiatra naturale

“Un grande lavoro che si legge d’un fiato in cui Riccardo Lautizi evidenzia il filo conduttore che lega i tesori delle più antiche tradizioni terapeutiche alle scoperte più recenti, una summa di conoscenza che ci guida dalla saggezza ippocratica alle attuali acquisizioni sull’infiammazione silente, la PNEI e l’energia vitale. E’ un testo che parla di benessere totale da praticare e condividere, complimenti!”
Dr. Riccardo Ferrero Leone, medico omeopata, omotossicologo, nutrizionista.

“Si tratta di un’opera completa, che oltre a guidarci nel riconoscere le insidie del III Millennio, propone una serie di consigli pratici per fronteggiarne le cause e ritrovare il benessere, l’energia, il sorriso. Una importante guida sull’Arte di Vivere.”
Dr. Salvatore Simeone, medico biologico e integrato

“Fino a 100/150 anni fa le cause di morte erano prevalentemente dovute a carenze alimentari, abitazioni non riscaldate, eventi infettivi o traumatici. Negli ultimi decenni abbiamo cibo in abbondanza, case riscaldate, strumenti terapeutici sofisticati, ma il quadro patologico si è trasformato in maniera significativa. La qualità dell aria, dell Acqua, del cibo, in una parola dell’ambiente in cui viviamo è degradato in maniera impressionante, quindi l’intossicazione generale è massiva. La vita è più sedentaria, l’immersione in nuovi campi elettromagnetici è costante, in più le sollecitazioni genericamente definite da stress sono all’ordine del giorno, senza contare le necessità emergenti di una realizzazione psicologica e spirituale. In questo quadro il libro di Riccardo è un’ottima base di indagine, come una mappa delle aree dove può originarsi un disagio o una malattia e dove queste possono trovare una risposta. Consiglierei questa lettura a tutti, anche agli operatori del settore, quantomeno per ricordare a quanti livelli si può originare un disturbo alla salute.”
Dr. Roberto Rinaldini, medicina integrata, specialista in medicina interna

“Ognuno di noi ha dentro di sé “un guaritore interno” che ha le potenzialità di rigenerare lo stato di salute e che aiuta a superare le condizioni che hanno causato una malattia. Purtroppo molti di noi non sanno come attivare questo “guaritore interno”. Il libro di Riccardo Lautizi fornisce una serie di informazioni e di consigli pratici molto utili e importanti per superare le cause che hanno provocato uno stato di malessere o una vera e propria malattia. Pertanto è un libro consigliato a tutti e che tutti dovrebbero leggere per riconquistare le condizioni di benessere e di equilibrio psico-fisico che ci preservano dalle malattie.” 
Prof. Pier Mario Biava, medico e ricercatore presso l'I.R.C.C.S. MultiMedica Milano

“Troverai informazioni veramente preziose! Naturalmente, si potrà non essere d’accordo su tutto, ma la logica che lo pervade è estremamente corretta. Le malattie rappresentano una reazione normale ad un ambiente patologico e/o ad uno stile di vita scorretto. Il primo step di qualsiasi percorso di prevenzione e/o di guarigione è la conoscenza delle cause. Il secondo è rimuovere le cause per rimuovere gli effetti o, comunque, per rendere più facile un percorso di guarigione. È un libro che consiglio assolutamente di leggere.”
Dr. Claudio Pagliara, medico oncologo, ricercatore e scrittore

“Conosco personalmente Riccardo Lautizi, è come la biblioteca di Alessandria prima dell’incendio. Qualsiasi argomento che necessita un approfondimento si trova in Dionidream. In modo semplice la natura della scienza è spiegata e resa disponibile a tutti. Il libro aumenta la conoscenza e riduce l’ignoranza.”
Dr. Mirco Bindi, medico oncologo

I contenuti extra

Questo è un Libro 4D e contiene una serie di contenuti extra per approfondire la lettura:

  • Come preparare l’acqua strutturata (guida)
  • Che cosa sono gli ioni negativi (estratto libro)
  • Come scegliere i migliori probiotici (documento)
  • Meditazione guidata di rilascio emozionale (audio mp3)
  • Come misurare il nostro elettrosmog quotidiano (video)
  • ... e molto altro!

Leggi, Guarda, Ascolta, Vivi!

...

I commenti sono chiusi.