Sembra tutto Credibile…

di  Giovanni Ranella

Il livello di sofisticazione raggiunta dalla tecno dominazione globale è talmente alto da persuadere l’opinione pubblica che ogni evento degli ultimi cento anni sia il prodotto di antagonismi spontanei tra nazioni, comandate da persone e corporazioni che perseguono interessi divergenti. Ma non è così…

Questo è il primo Putin…

Questo è il secondo Putin… è lecito domandarsi se possa trattarsi della medesima persona!

Strategie, motivazioni geo politiche costituiscono il canovaccio (ormai liso) di una rappresentazione unica. L’unico valore che interessa la tecno dominazione è la tecno dominazione.

Tutto il resto è solo l’impianto di una cappa demagogica globale (vera e propria serra cognitiva o anche vivaio ipnotico) in cui è coltivata un’umanità variamente depotenziata.

Tutti gli stati del pianeta lavorano alacremente per impiantare il dominio dell’A.I. sulla vita. Le contrapposizioni duali sono dunque necessarie per mantenere ben serrato il controllo della mente in questa fase di transizione epocale (avvento degli inferi cibernetici: poiché solo di questo si tratta).

La vera intelligenza artificiale è ancora molto lontanaLa diversificazione ulteriore della crisi globale, ora teatralizzata dal conflitto Russo Ucraino, principalmente occorre alla demolizione controllata dell’Europa.

Quanto può essere credibile che un simile individuo (foto qui sotto) possa realmente avere poteri decisionali?

Quanto può essere credibile la storia del broglio elettorale che ha preso di sorpresa l’ingenuo Trump? Zero credibilità. Dovrebbe essere evidente che erano d’accordo dal principio. In un certo senso, tutti costoro dimostrano di lavorare per il medesimo Algoritmo.

Il signor Bergoglio in più occasioni ha ripetuto che dobbiamo fare quello che ci impone una determinata idea di scienza, in particolar modo quella che propone Pfizer e le multinazionali del farmaco, che sono le corporazioni di riferimento della DARPA, che dispone per l’Occidente in cosa debba consistere la Nuova Normalità: curiosamente molto somigliante al modello cinese.

La Cina è molto avanti col progetto Intelligenza Alveare Artificiale. Non diversamente la Russia, sebbene adesso sembri disallineata dalla narrativa dominante… ma è solo un espediente. Tutti lavorano per il medesimo Algoritmo.

Articolo di  Giovanni Ranella

Fonte: https://fragmenta2011.blogspot.com/2022/02/sembra-tutto-credibile.html

KAKEBO - L'ORIGINALE 2023 — DIARI E BLOCK NOTES
Il libro dei conti di casa - Il metodo giapponese per imparare a risparmiare

Kakebo - L'Originale 2023 — Diari e Block notes

Il libro dei conti di casa - Il metodo giapponese per imparare a risparmiare

Adesso più che mai abbiamo bisogno di tenere d'occhio le nostre finanze e tagliare gli sprechi

Il Kakebo è il "Libro dei conti di casa" a cui i giapponesi affidano il proprio budget personale, anche oggi in piena era digitale.

Perché il Kakebo ha tanto successo? Perché è l'agenda ideale per affrontare la crisi!

La sola azione di trascrivere le spese e i guadagni entro schemi ordinati genera consapevolezza e assicura un risparmio automatico del 35%. Il passo successivo è la possibilità di analizzare nel dettaglio i propri conti per individuare gli sprechi e le voci critiche su cui agire.

Tenere un Kakebo evita lo stress da cattiva gestione finanziaria, sviluppa l'autodisciplina e la conoscenza di sé. I giapponesi lo considerano uno strumento che favorisce la tranquillità dell'anima e libera energie mentali.

Perché acquistare questo libro

  • La crisi sanitaria legata al coronavirus ha impatti importanti nell’economia mondiale che portano i lettori ad essere molto attenti alle spese nel 2023.
  • Grazie agli interni a 4 colori distinguere i diversi tipi di spesa è ancora più semplice!

Come funziona

  • All’inizio del mese metti nero su bianco (entrate e uscite fisse) e quanto vorresti risparmiare
  • Durante il mese registri le spese nelle diverse categorie (ogni giorno nella sua casellina).
  • A fine mese e a fine anno fai il bilancio (quantitativo e qualitativo) su come è andata, per imparare dall’esperienza
...

I commenti sono chiusi.