Se potessimo vedere il volto dell’energia delle persone, non ci relazioneremmo con nessuno

E se le emozioni avessero un volto? Se lo avessero i pensieri, gli stati d’animo… che reazione avremmo? Ve lo siete mai chiesti? Ma se potessimo vedere il volto dell’ energia delle persone, non ci relazioneremmo con nessuno.

Perché non sarebbe un bel volto quello dell’energia di chi percorre il sentiero della malvagità. Non lo sarebbe quello dell’ipocrisia, della negatività in ogni sua forma.

La presenza di persone che coltivano buone abitudini, che non nutrono invidia o disprezzo, ci rendono sereni e bendisposti. Il nostro spirito ne trae giovamento, la nostra energia stessa ne viene contagiata. Potenziata.

Al contrario, quando ci circondiamo di persone che passano tutto il tempo a lamentarsi, ad inveire, a maledire la sorte e gli altri, la nostra stessa esistenza sembra rabbuiarsi. Appesantirsi sotto il peso di un cielo plumbeo che incombe minaccioso.

Ecco perché selezionare accuratamente le persone è fondamentale. Valutare con attenzione chi può e chi non deve far parte della nostra vita. Non per un fattore estetico, ma per la nostra energia.

È bene scegliere tra quelle persone che istintivamente ci fanno stare bene. Quelle cortesi, in grado di rispettare se stesse gli altri. Quelle che che sono felici con poco, che non pretendono, ma che cercano di migliorarsi giorno dopo giorno.

Il volto dell’ energia delle persone positive

Osserviamole con attenzione, guardiamo il loro comportamento e l’effetto che hanno sugli altri. Proviamo a percepire il volto di quell’energia positiva, limpida. Somiglia al loro vero? E somiglia al nostro quando siamo insieme a loro.

Le persone dotate di energia positiva sono belle. Di quella bellezza che nulla ha a che fare con i tratti del volto. Sono anime sagge e generose. Amici sempre disponibili e premurosi.

E avvertono un profondo disagio quando sono a contatto con individui falsi e malvagi. Ne percepiscono fortemente l’energia negativa, possono addirittura restarne travolti quando essa è particolarmente crudele.

Il volto dell'energia delle persone

La sensibilità non è di tutti

O almeno, la sensibilità non ha eguale intensità in ognuno di noi. I più sensibili, come abbiamo visto, individuano immediatamente la tossicità dell’energia altrui e prendono le distanze. Non tutti ahimè, siamo così bravi.

Ma questo spiega perché a volte ci sentiamo così a disagio senza un apparente motivo. Spiega il perché nella nostra vita, ad un certo punto, tutto sembra andar male, tutto diventa più pesante e ingestibile.

Spiega quegli scatti di nervosismo altrimenti inspiegabili o l’ansia improvvisa che ci sale in gola. E perché ci sentiamo così stanchi. Svuotati. Privi della nostra energia.

Proviamo in quei momenti ad osservare con particolare attenzione chi abbiamo accanto. Le persone che maggiormente si stanno relazionando con noi, osserviamole mentre lo fanno con gli altri.

Proviamo a percepirne il volto. Il volto della loro energia. È spaventoso? La risposta è la spiegazione. L’allontanamento è la soluzione.

Solo così vedremo tornare a splendere la nostra energia.

Fonte: https://www.giornodopogiorno.org/2020/09/02/volto-dell-energia-delle-persone/

IL CIBO SIA LA MIA MEDICINA —
Gli Alimenti e le Ricette per nutrire il microbiota e curarsi mangiando
di Stefano Montanari, Antonietta Gatti, Alessandra Borelli, Isabella Massamba

Il Cibo sia la mia Medicina —

Gli Alimenti e le Ricette per nutrire il microbiota e curarsi mangiando

di Stefano Montanari, Antonietta Gatti, Alessandra Borelli, Isabella Massamba

A differenza della stragrande maggioranza dei libri dove si tratta di dieta alimentare promettendo miracoli, in quest’opera gli autori… raccontano i fatti. Più gli esseri viventi diventano complicati, più i singoli individui si differenziano.

Basti considerare i gusti personali, le allergie e la capacità più o meno vistosa d’ingrassare o di restare magri.

L’Homo sapiens, nella sua infinita diversità "sostengono gli autori" è onnivoro e trova le sostanze necessarie al suo sostentamento in una varietà di alimenti.

Ognuno di noi, a seconda delle caratteristiche (legate anche all’etnia, alla cultura, all’età e a tante contingenze), delle capacità e delle mancanze di capacità del proprio organismo utilizza di preferenza una certa composizione alimentare.

Suddiviso in 5 parti, di cui una con ricette e relative foto, il libro descrive in modo semplice ed efficace:

  • le funzioni dell’organismo;
  • il ruolo centrale del microbiota;
  • le esigenze di carburante del nostro corpo;
  • come soddisfarne le esigenze.

Estratto dal libro

Il cibo che mangiamo non solo nutre le nostre cellule ma determina che tipo di microorganismi saranno in grado di crescere all’interno del nostro intestino.

Ogni volta che scegliamo un cibo per noi, dovremmo aver presente che lo stesso cibo, nel bene e nel male, arriverà anche ai batteri intestinali, quando non saranno proprio loro a richiedercelo. Insomma, quando ci sediamo a tavola abbiamo sempre dei commensali invisibili ma esigenti a farci compagnia!

Una dieta bilanciata può essere di grande aiuto nel momento in cui le diverse specie di batteri vivono in un sistema di controllo e bilanciamento reciproco.

...

I commenti sono chiusi.