Quasi guerra fra Turchia e Russia su Idlib

Ormai siamo ad una quasi guerra fra Russia e Turchia attorno ad Idlib e non solo. Un attacco dell’aviazione russa a postazioni dei ribelli, ed evidentemente non solo, a sud di Idlib ha portato alla morte di un numero fra i 20 e 30 soldati turchi. I numeri variano fra i 22 ed i 36.

Ecco un’immagine dell’attacco:

I turchi accusano anche direttamente i russi di questi attacchi, e parlano dell’utilizzo anche di droni per fare ricognizioni alle posizioni dei soldati di Erdogan. Le ultime notizie parlano di un forte fuoco di controbatteria da parte dei turchi contro le posizioni dei siriani da cui sono partiti alcuni attacchi. Inoltre  due missili partiti da Idlib sono stati diretti contro la base navale russa di Latakia, ma sono stati abbattuti dai sistemi di difesa antiaerea russo siriani. Al contrario la controbatteria turca pare abbia ammazzato una ventina di soldati siriani, buttando un po’ di fuoco in una polveriera già al limite dell’esplosione.

Il presidente turco Erdogan si è reso conto, probabilmente, di aver iniziato un confronto contro qualcuno più grosso di lui e non sa come uscirne. Da un lato ha chiesto un vertice a Putin per chiudere la questione dall’altro ha telefonato al segretario della Nato Sonderberg. Certo che Trump, dopo la vicenda S400, farà pagare caro l’intervento dell’Alleanza….

Oggi vedremo l’evoluzione: in caso di nuovi attacchi e contrattacchi, con altre perdite, sarà difficile evitare un vero conflitto bellico locale fra Russia e Turchia. Un bel cambio di scenario.

COVID - 19
Un'epidemia da decodificare - tra realtà e disinformazione
di Mariano Bizzarri

Covid - 19

Un'epidemia da decodificare - tra realtà e disinformazione

di Mariano Bizzarri

Un libro coraggioso e ben documentato che svela i retroscena dell'epidemia da Covid 19, per andare oltre a tutto ciò che finora è stato raccontato.

L'emergenza nata con l'epidemia sembra poter giustificare ogni arbitrio, pretendendo di basarsi sul possesso di verità scientifiche incontrovertibili.

Ma chi crede di possedere la verità è nemico del dubbio, del dialogo e della discussione.

Esperti e autorità stanno finalmente riconoscendo che qualcosa non torni nel bilancio di morti e positivi su cui hanno costruito una narrativa funzionale all'instaurazione di un regime di emergenza continuata.

Ma dietro tutto questo crescono dubbi e preoccupazioni, a partire da come è nato il virus tra le nebbie di Wuhan fino a come ci si è attrezzati per affrontarlo.

Nel frattempo, mentre l'epidemia procede per suo conto sfornando varianti meno aggressive, stanno emergendo dati nuovi che suscitano inquietudine circa gli effetti avversi da vaccino.

In special modo, se riferiti alle fasce più giovani della popolazione, quelle che, per definizione, hanno meno da temere dall'infezione da Covid-19.

Qualcuno dovrà risponderne. Dovrà decodificarne ogni aspetto.

Ci attende un vero e proprio tsunami di disperate razionalizzazioni, faticose negazioni, spudorati tentativi di modificare le responsabilità e altre forme di inverosimili tentativi di difesa dell'indifendibile. Ma alla fine, la verità salterà fuori.

Spesso acquistati insieme

...

I commenti sono chiusi.