Perché così tante persone altamente istruite sono disposte a rinunciare al loro potere innato di pensare?

Tra le auto-contraddizioni che si moltiplicano causate dall’incompatibilità delle nostre percezioni della realtà stessa, le crisi ad ogni livello (economico, geopolitico, spirituale) stanno diventando troppo brutte e dolorose per essere ignorate.

Alcune delle domande più urgenti che vengono ora sollevate dai cittadini pensanti che assistono al disfacimento dei loro mondi includono:

Perché così tante persone altamente istruite sono disposte a rinunciare al loro potere innato di pensare per lasciarsi guidare da esperti oscuri che dicono loro cosa è vero e come comportarsi?

Perché così tanti nostri concittadini sono così disposti a rinunciare ai loro diritti e alle loro libertà per proteggersi da minacce invisibili come virus con un tasso di sopravvivenza del 99,9%?

Perché così tante persone sono incapaci e riluttanti ad accettare l’idea della cospirazione, o intenzionalità come un fenomeno efficiente ed esistente negli affari mondiali quando cose come “Great Reset” vengono pronunciate quotidianamente dai miliardari misantropi?

Se queste domande vi lasciano perplessi, non sentitevi a disagio. La nostra intera civiltà ha vissuto sotto un paradigma che è stato progettato per compartimentalizzare la conoscenza umana per molte generazioni (riservando il diritto di pensare dall’alto verso il basso a un piccolo corpo dirigente di ingegneri sociali e manager in condizioni e vincoli molto specifici).

Ti andrebbe di contribuire?

L’informazione libera e indipendente ha bisogno del tuo aiuto. Ora più che mai… Database Italia non riceve finanziamenti e si mantiene sulle sue gambe. La continua censura, blocchi delle pubblicità ad intermittenza uniti agli ultimi attacchi informatici non ci permettono di essere completamente autosufficienti.

Fonte: https://www.databaseitalia.it/perche-cosi-tante-persone-altamente-istruite-sono-disposte-a-rinunciare-al-loro-potere-innato-di-pensare/

LA VIA DIRETTA - UNA GUIDA PER IL PRATICANTE - PARTE 2
di Greg Goode

La Via Diretta - Una Guida per il Praticante - Parte 2

di Greg Goode

Quest'opera, divisa in due volumi, riprende i principi che l'autore aveva già tratto nel suo primo libro Standing as Awareness, fornendo al lettore un vero e proprio manuale pratico. Per la prima volta l'indagine della Via Diretta viene presentata dal principio alla fine, in modo "user-friendly."

Questa seconda parte de La Via Diretta approfondisce argomenti che solitamente non vengono trattati: le tipologie di testimoni della consapevolezza, i livelli di consapevolezza, la realizzazione non-duale e come lavorare con la mente. Greg Goode propone diversi esperimenti che vi aiuteranno a portare tale consapevolezza nell'esperienza quotidiana. Si va dalla semplice percezione di un oggetto fisico, fino al collasso del testimone nella coscienza pura. Sperimenterete che voi, insieme a tutto ciò che vi circonda, siete consapevolezza, apertura e amore. 

Ispirato a Sri Atmananda (Krishna Menon), La Via Diretta è un "percorso non tracciato" che esprime il vostro essere e il mondo come amorevole, aperta e chiara consapevolezza.

Questa libertà non viene scossa dagli alti e bassi della vita. Perché no? Perché questa libertà non deriva dalle manifestazioni. Si trova già "dentro" di esse. Questa libertà proviene dalla fonte delle manifestazioni - la consapevolezza stessa. Nessuna manifestazione può nascondere o abbattere questa libertà.

Sperimenterete che voi, insieme a tutto ciò che vi circonda, siete consapevolezza, apertura e amore.

...

I commenti sono chiusi.