Nuovo governo: tanti auguri dal New York Times

di Massimo Mazzucco

Il titolo la dice già tutta: “Un brindisi al nuovo orribile governo italiano“. La testata è il New York Times. L’opinionista è Roger Cohen, un columnist che scrive regolarmente per il NYT da diversi anni (curiosamente, Cohen è diventato direttore della sezione esteri del NYT proprio l’11 settembre 2001. Con tutto quello che succedeva in città quel giorno, hanno trovato il tempo di nominarlo alla direzione degli esteri).

Anche l’incipit dell’articolo non è male: “Steve Bannon è contento – e forse è anche stato strumentale – per la formazione del governo anti-europeo e anti-immigrazione italiano. Anche Marie Le Pen, la politica francese di destra, è estasiata, e ha definito la nuova coalizione ‘una vittoria della democrazia sull’intimidazione e sulle minacce dell’unione europea’. E io sono contento.”

A parte l’imbecillità di suggerire che Bannon – uno scoppiato paleoconservatore cacciato a pedate nel sedere da Trump perchè troppo estremista – possa aver influito in qualche modo sulla formazione del nostro governo, ma io sinceramente non capisco di cosa Cohen possa essere contento, visto che l’articolo continua così:

“Bannon e Le Pen non fanno certo parte del mio giro politico, quindi prima di continuare voglio chiarire bene che i partiti vittoriosi che formano il nuovo governo italiano – la lega xenofoba e Cinque Stelle che vogliono distruggere il vecchio ordine delle cose – mettono insieme bigotteria e incompetenza a livelli inusuali. Sono un gruppo di miserabili nati dalla marea globale antiliberale.”

Poi, per darsi un pò di credibilità, l’articolo cerca di riequilibrarsi con frasi del tipo: “Nonostante questo, hanno vinto, e i risultati di una elezione democratica vanno rispettati”.

“Thanks to the cock” – direbbe mio nonno che non parlava inglese.

Ma poi subito l’autore torna sul tema preferito, e dopo averci ricordato che “di Maio non ha mai fatto un lavoro degno di questo nome” e che “il gonfiaggio delle credenziali accademiche del professor Conte non è rassicurante“, il nostro Cohen si lascia scappare un chiarissimo “non vedo nulla nella Lega o nel Movimento Cinque Stelle che non mi causi disgusto“.

Complimenti quindi al glorioso New York Times, faro-guida del giornalismo mondiale, e fulgido esempio di equilibrio verbale e di obiettività di giudizio.

Per chiudere in bellezza, Cohen afferma: “Ora lasciamo che Conte, Salvini e Di Maio si mettano al lavoro. È molto meglio vederli fallire dall’interno che vederli protestare dall’esterno. È veglio vederli perdere supporto per il fallimento che non guadagnare supporto con le urla rumorose.

Invece a me, caro Cohen, dopo aver letto un articolo del genere viene voglia di tornare a votare Lega e 5 Stelle all’infinito, anche se magari al governo dovessero deludermi. Chissà perchè?

Articolo di Massimo Mazzucco

Fonte: https://luogocomune.net

LA SALUTE DALLA FARMACIA DEL SIGNORE —
Consigli ed esperienze con le erbe medicinali
di Maria Treben

La Salute dalla Farmacia del Signore —

Consigli ed esperienze con le erbe medicinali

di Maria Treben

Per ogni malattia c’è un’erbetta.

Una raccolta di erbe e rimedi per curare tantissime malattie, sperimentate dalla famosa erborista Maria Treben. Si prega di tener presente quanto segue:

"Vorrei sottolineare il fatto che ho cercato in ogni modo di completare il volume con l'aggiunta di tutte le mie esperienze onde offrirle all'umanità. Al notevole ampliamento di materiale vorrei aggiungere una preghiera: non telefonatemi né scrivetemi. Poiché non esercito la professione di guaritrice non desidero neanche ricevere visite di malati. Il dettagliatissimo indice alfabetico vi condurrà certamente sulla giusta via per applicare correttamente le erbe di volta in volta necessarie."

MARIA TREBEN

Dalla quarta di copertina

Maria Treben si è conquistata un posto d'onore come una delle più importanti antesignane della scienza delle erbe medicinali. Da molti venerata alla stregua di una «santa», Maria Treben si è occupata per tutta la sua vita di erbe curative, cercando inoltre di trasmettere la sua grande esperienza al maggior numero possibile di persone.

Con il trascorrere degli anni non è mai diminuita la popolarità di Maria Treben e delle sue opere, anzi, grazie a una maggiore attenzione alla medicina alternativa, i suoi libri vivono oggi una nuova e invariata attualità.

Nella Salute della Farmacia del Signore, considerato il più importante dei suoi libri, sono descritte in maniera dettagliata ben 31 erbe mediche con le modalità di preparazione e il loro utilizzo come infusi, tinture e poltiglie per applicazioni, succhi e bagni.

...

I commenti sono chiusi.