Migliaia di chilometri quadrati nelle acque del Mar Nero sono stati chiusi dai militari russi

Poche ore fa si è saputo che i militari russi hanno istituito “zone speciali” nelle acque del Mar Nero, di fatto, chiudendole al passaggio di qualunque nave. Stiamo parlando di un’area di diverse migliaia di chilometri quadrati, senza alcun chiarimento ufficiale, almeno fino ad ora, da parte del dicastero della Difesa russo.

Nella mappa schematica presentata dal canale Telegram “Linea Operativa” si possono vedere le zone chiuse al passaggio di navi e ai voli di mezzi aerei.
Qualcosa di simile era già stato osservato un paio di volte lo scorso anno in prossimità dei confini russi nel Mare del Nord, tuttavia, in anticipo venne riferito che nell’area sarebbero state condotte esercitazioni, mentre, al momento attuale, nessun dato a riguardo è stato riportato da parte dei militari russi.

Mappa della zona di interdizionenel Mar Nero

Gli esperti hanno collegato la chiusura di migliaia di chilometri quadrati di acque del Mar Nero con la comparsa di una nave da guerra della Marina americana, tuttavia, questa è ancora lontana e non è la prima volta che navi americane entrano nel Mar Nero, questo motivo appare quindi improbabile, il che solleva ancora più domande.

Che la situazione sul Mar Nero stia diventando sempre più tesa vista la frequenza con cui i mezzi navali e aerei della NATO stanno “testando” i confini russi appare evidente.

Obice semovente 2S35 Koalitsiya-SV

La Russia non rimane indifferente: come riportato su Izvestia nelle ultime ore, il 19 gennaio si è appreso che gli obici semoventi a lunghissimo raggio 2S35 “Koalitsiya-SV” sono entrati in servizio nel Distretto Militare Meridionale della Federazione Russa (Caucaso settentrionale e Crimea). Attualmente, sono in fase di completamento i test di un lotto sperimentale di questi obici, che possono sparare fino a 70 km di distanza proiettili più recenti ad alta precisione. In termini di capacità, superano due volte gli analoghi modelli sia russi che stranieri.

Fonti:

Traduzioni di Eliseo Bertolasi

Fonte: https://www.controinformazione.info/migliaia-di-chilometri-quadrati-nelle-acque-del-mar-nero-sono-stati-chiusi-dai-militari-russi/

TUTTA LA VERITà SUI VAMPIRI
Quaderni del lavoro su di sé
di Salvatore Brizzi

Tutta la Verità sui Vampiri

Quaderni del lavoro su di sé

di Salvatore Brizzi

«Vi confesso che colui che sta scrivendo è stato un “darkettone” nella seconda metà degli anni ’90. Andavo in giro vestito di nero e avevo i capelli lunghi fino a metà della schiena. Indossavo anelli d’argento di strana foggia e mi ero comprato un bellissimo orologio da taschino.»

Questo libro parla di vampiri, quelli veri, non quelli dei romanzi o dei film. Da ragazzo sono stato un dark nell’ambiente di Torino, per cui ero già un appassionato di tutto ciò che concerne il mistero in generale e le "creature della notte" in particolare.

Tanti anni fa scrissi un pdf sul tema del vampirismo esoterico ma, impegnato in obiettivi letterari più urgenti, non ho mai avuto occasione di darlo alle stampe. Fino ad oggi.

Non è un libro che ripercorre la storia del vampirismo o che illustra gli antichi ritrovamenti archeologici. Non è nemmeno un libro sui vampiri energetici, cioè quelle persone che ciucciano energia ad amici, colleghi e parenti; anche se l’argomento è importante e quindi ho deciso di dedicare un capitolo anche a loro.

I vampiri esistono, sono tanti e alcuni di loro governano il mondo. Si muovono nel mondo astrale con lo scopo di succhiare il nostro prana, cioè la nostra energia vitale. Proprio a loro è dedicato il libro "Tutta la Verità sui Vampiri".

Perché un libro proprio su questo argomento? Semplice: conoscerli per difendersi, sia quelli astrali, dai quali siamo circondati, sia i nostri parenti!

«Si è deciso di trattare di questo argomento in quanto il fenomeno vampirismo ci risulta essere molto più diffuso di quanto normalmente non si creda. A causa del costante incremento della frequenza vibratoria del pianeta, le interazioni fra il “piano astrale” (quello, per intenderci, dell'oltretomba) e il nostro piano materiale, diventano ogni giorno più frequenti.

I vampiri sono un'invisibile realtà di cui nessuno sospetta, ciò nondimeno sono molti gli esseri umani che vengono vampirizzati della propria energia vitale a opera di queste creature che agiscono dal piano astrale. Ci sembra quindi giusto, nonché urgente, divulgare quante più conoscenze possibile riguardo l'argomento. Come sempre... l'ignoranza tiene schiavi, la conoscenza libera.»

«Essendo il Sole analogicamente collegato alla sfera spirituale dell'uomo e al suo "corpo di gloria", e avendo il vampiro reciso ogni legame con questo suo lato spirituale, il risultato è che il suo corpo astrale non può sopportare la luce del Sole, ma solo quella della Luna, che è invece collegata al corpo astrale, il quale è detto anche "corpo lunare". In pratica, non gli è concesso di avere vita - né fisica né astrale - sotto i raggi del Sole: la sua esistenza senz'anima diviene ora una lunga notte, in senso simbolico... e quindi anche fisico.»

Questo piccolo libriccino appartiene alla nuova collana di tascabili "Quaderni del lavoro su di sé", curata da Riccardo Geminiani. Nella stessa collana sono già stati pubblicati:

  • "L'Attenzione" di Salvatore Brizzi
  • "Rivoluzionare l'Educazione" di Salvatore Brizzi
  • "La Disciplina del Diario" di Giulio Achilli
  • "Il Quaderno dell'Autostima" di Lucia Giovannini
  • "Istruzioni per il Nuovo Mondo" di Anne Givaudan
  • "L'Enneagramma Universale" di Corrado Malanga
  • "Il Gesto che Cura" di Elena Bernabè
...

I commenti sono chiusi.