Migliaia di chilometri quadrati nelle acque del Mar Nero sono stati chiusi dai militari russi

Poche ore fa si è saputo che i militari russi hanno istituito “zone speciali” nelle acque del Mar Nero, di fatto, chiudendole al passaggio di qualunque nave. Stiamo parlando di un’area di diverse migliaia di chilometri quadrati, senza alcun chiarimento ufficiale, almeno fino ad ora, da parte del dicastero della Difesa russo.

Nella mappa schematica presentata dal canale Telegram “Linea Operativa” si possono vedere le zone chiuse al passaggio di navi e ai voli di mezzi aerei.
Qualcosa di simile era già stato osservato un paio di volte lo scorso anno in prossimità dei confini russi nel Mare del Nord, tuttavia, in anticipo venne riferito che nell’area sarebbero state condotte esercitazioni, mentre, al momento attuale, nessun dato a riguardo è stato riportato da parte dei militari russi.

Mappa della zona di interdizionenel Mar Nero

Gli esperti hanno collegato la chiusura di migliaia di chilometri quadrati di acque del Mar Nero con la comparsa di una nave da guerra della Marina americana, tuttavia, questa è ancora lontana e non è la prima volta che navi americane entrano nel Mar Nero, questo motivo appare quindi improbabile, il che solleva ancora più domande.

Che la situazione sul Mar Nero stia diventando sempre più tesa vista la frequenza con cui i mezzi navali e aerei della NATO stanno “testando” i confini russi appare evidente.

Obice semovente 2S35 Koalitsiya-SV

La Russia non rimane indifferente: come riportato su Izvestia nelle ultime ore, il 19 gennaio si è appreso che gli obici semoventi a lunghissimo raggio 2S35 “Koalitsiya-SV” sono entrati in servizio nel Distretto Militare Meridionale della Federazione Russa (Caucaso settentrionale e Crimea). Attualmente, sono in fase di completamento i test di un lotto sperimentale di questi obici, che possono sparare fino a 70 km di distanza proiettili più recenti ad alta precisione. In termini di capacità, superano due volte gli analoghi modelli sia russi che stranieri.

Fonti:

Traduzioni di Eliseo Bertolasi

Fonte: https://www.controinformazione.info/migliaia-di-chilometri-quadrati-nelle-acque-del-mar-nero-sono-stati-chiusi-dai-militari-russi/

VIVI GLI ECOVILLAGGI D'ITALIA
Esperienze & Soluzioni dalla Vita Comunitaria
di Lorenzo Olivieri, Jacopo Tabanelli

Vivi gli Ecovillaggi d'Italia

Esperienze & Soluzioni dalla Vita Comunitaria

di Lorenzo Olivieri, Jacopo Tabanelli

Sei in transizione da una vita totalmente urbana ad una più in Armonia con la Natura? Da oggi in poi inizierai un nuovo stile di vita... insieme ad un'intera rete di comunità che da anni vive nei Villaggi Ecologici d'Italia!

Una delle grandi esigenze del nostro tempo è ritrovare il contatto con la natura e con una comunità di persone affini.

Il giro degli ecovillaggi d'Italia, organizzato da Lorenzo e Jacopo insieme a numerosi esploratori della comunità Chakruna Way of Living, è un modo per conoscere chi nel Belpaese offre questa opportunità.

Da questa esperienza è nato un libro corale, fatto di voci diverse, tra viaggiatori, pionieri e i massimi esperti italiani, che rispecchiano la varietà e la bellezza di questo mondo, percorrendone la storia, le buone pratiche, le sfide e gli insegnamenti della vita comunitaria.

Un testo rivolto a chi vuole approcciarsi alla vita in ecovillaggio, trascorrendovi un periodo come volontario o aderendo ad una realtà esistente; rivolto a chi desidera fondarne uno e conoscerne più a fondo le dinamiche, le sfide e le opportunità, ma anche alle persone che vivono in città che stanno attraversando un momento di transizione nella propria vita.

Un libro per persone libere e consapevoli: per coloro che non vogliono piegarsi alle logiche del sistema in cui siamo immersi, né vivere una vita di continua lotta e conflitti, ma che decidono di organizzarsi amorevolmente, in armonia con la natura, creando la vita che veramente sentono di meritarsi.

È per noi che crediamo in una terza via: creare il nostro mondo, una nuova umanità.

Spesso acquistati insieme

...

I commenti sono chiusi.