L’isterismo è più contagioso del coronavirus, così l’Italia ha perso la testa

Ricordo che durante il governo di solidarietà nazionale il presidente Giulio Andreotti, per spiegare gli effetti dei provvedimenti assunti dall’esecutivo per combattere l’inflazione e la crisi economica, annunciò seraficamente in tv che gli italiani dovevano limitarsi ad acquistare meno orchidee. Tanti anni dopo, il governo Conte 2, costretto a barcamenarsi con il Covid-19 ha, ben presto, accantonato il principio della nuova Costituzione materiale (per cui “uno vale uno”) in forza del quale l’opinione del salumiere sotto casa (al quale portiamo grande rispetto) godeva della stessa considerazione del parere di un “Premio Nobel”.

Il virus ha rivalutato gli scienziati e in particolare i virologi, i quali ora saltano da un talk show a un altro e si vendicano delle pernacchie a loro riservate dai vari movimenti anti-vax e dai loro arroganti proseliti. Così il governo ha costituito un comitato scientifico con studiosi ed esperti di altissimo livello, i quali hanno fornito un responso, rivalutando nella sostanza – proprio loro che l’avevano combattuta per anni – la solfa dell’ “uno vale uno”, in quanto i consigli per fare prevenzione” sono più o meno gli stessi che il salumiere sotto casa impartisce, per rassicurarla, alla signora del primo piano, quando va a fare la spesa. Osserviamo le prescrizioni nel loro significato: coprifuoco per gli anziani; reintroduzione del saluto romano; divieto di abbracciarsi e attenzione a mantenere un metro di distanza (anche facendo sesso?) tra le persone; gli assembramenti diventato associazioni sediziose a scopo di contagio. Ovviamente – bene che vada – le partite e le altre manifestazioni sportive si vedranno in televisione, con gli stadi vuoti (a questo proposito ci siamo chiesti per quale ragione i talk show sono tuttora autorizzati a esibire un pubblico plaudente).

Stavamo dimenticando – a proposito della riscoperta di antiche terapie – quella che fu attribuita a Ponzio Pilato: il lavaggio delle mani. Tutto più o meno come le orchidee di Andreotti. Ma non è il caso di scherzare, neppure per scacciare la disperazione di chi è costretto a vivere nelle attuali circostanze, il quale ha capito che, non solo lui, ma tutti, compresi i governanti, non sanno più come regolarsi, quando, col proposito annunciato di voler sdrammatizzare, le tv compilano ad horas dei veri e propri bollettini di guerra, con l’indicazione dei caduti e dei feriti, nella guerra di resistenza al Coronavirus. Capita, persino, che delle gentili conduttrici di programmi televisivi chiedano ai loro ospiti se hanno paura, fornendo loro il modo di dar prova di abnegazione a buon mercato. Sembra ormai che in Italia (e passo dopo passo in tutto il mondo) si muoia soltanto a causa del Coronavirus, che può essere ovunque (ma sempre lontano dai residenti di origine cinese) e, soprattutto, si avvale di eserciti di portatori sani, i quali diffondono il virus in giro per i continenti e contagiano “a loro insaputa” l’umanità dolente. È il contrario della trama di un’antica pièce della commedia musicale italiana: Un Mandarino per Teo, dove il protagonista viene sfidato a spingere un bottone che provocherebbe la morte di un Mandarino in Cina.

Insieme al virus si diffonde l’isteria collettiva. Dobbiamo aspettarci di tutto: giunte che si mettono in quarantena o che si riuniscono nei reparti per infettivi nei nosocomi; emittenti televisive che chiudono i battenti, quando si accerta che dei giornalisti sono infetti. Addirittura si potrebbe porre un problema nel funzionamento delle assemblee elettive. Il Collegio dei Questori della Camera ha già preso dei provvedimenti con una circolare nella quale vengono indicate le persone che devono evitare di accedere nei locali di Montecitorio. In particolare, sono previste – per ora – limitazioni per le attività politiche e culturali programmate. Ma la situazione più grave è quella della produzione e del lavoro. A questo proposito è in corso un dibattito insensato tra le forze politiche. Che si debba sostenere l’economia, tutelare i lavoratori con adeguate misure (bene la reintroduzione della Cig in deroga, ad esempio) è certamente necessario. Ma è un’assurdità sparare – come sta facendo Matteo Salvini – cifre a casaccio come la richiesta di uno stanziamento da 50 miliardi. È soltanto un’espressione della consueta irresponsabile demagogia.

Continua a leggere

Fonte: https://www.ilriformista.it/listerismo-e-piu-contagioso-del-coronavirus-cosi-litalia-ha-perso-la-testa-57247/

AMA IL TUO NEMICO... MA ANCHE NO!
Come vivere sani e felici senza essere santi
di Giovanna Garbuio

Ama il Tuo Nemico... ma Anche No!

Come vivere sani e felici senza essere santi

di Giovanna Garbuio

Dopo lo straordinario successo del libro "Gli Specchi Esseni", Giovanna Garbuio esce con il nuovo libro "Ama il Tuo Nemico... ma Anche No! Come vivere sani e felici senza essere santi".

Questo è un libro sull'importanza di apprezzare i limiti del nostro essere umani.

Non siamo venuti qui per essere santi! Siamo venuti qui per essere felici e possiamo esserlo anche senza salti mortali e sforzi titanici verso una santità che non ci viene facile.

ISTRUZIONI PREVENDITA: Questo libro uscirà il 20 Agosto, ma puoi acquistarlo in prevendita già da oggi. Se il tuo ordine è superiore ai 29 € le spese di spedizione sono gratuite, se invece il tuo ordine è inferiore ai 29 € puoi usufruire del vantaggio delle spese di spedizione ridotte a € 2,90. Esclusiva per i nostri clienti: acquistando questo libro in prevendita su Il Giardino dei Libri ti assicuri in OMAGGIO la Meditazione Guidata "Mana Forza Vitale", un file audio mp3 della durata di 10 minuti e 18 secondi. La Meditazione potrai scaricarla immediatamente dopo aver fatto l'ordine (ti arriverà una email con le istruzioni). Il libro ti sarà spedito a casa il 20 Agosto.

"La saetta che squarcia il cielo è la Luce che illumina il mondo e si origina dal nostro cuore tempestoso, ma in pace. Questa è la formula che mette insieme i molti con l'Uno. La capacità di sperimentare la pace nella tempesta" - I Maestri interiori

Questa riflessione contiene tutta la potenza dell'essere umano. Nell'immaginario collettivo si è sempre pensato che la luce buona venga solo dal Sole, invece la nostra esperienza ci insegna che può essere altrettanto potente anche la luce della saetta che nasce dal nostro cuore in tempesta...

Se noi riusciamo a coltivare la nostra pace (la capacità di rimanere sereni anche in mezzo all'uragano) rendiamo benefiche le nostre saette che diventano la Luce del Mondo.

Un concetto che eleva il nostro stato umano culturalmente sempre relegato al ruolo di peccatore... questa frase ci dice che un peccatore in pace può illuminare il mondo... è qualcosa su cui riflettere profondamente secondo me.

Gli insegnamenti anche delle sacre scritture e delle saggezze ancestrali sono efficaci certo, ma spesso sono estremi.

Noi non abbiamo bisogno di essere estremi per essere efficaci! E soprattutto non abbiamo bisogno di essere santi per essere felici.

Certo in linea di principio lo sappiamo tutti che ogni ostacolo è un'opportunità di crescita, ma nella spiritualità moderna siamo arrivati al paradosso che certe verità sono prese così sul serio che tutti i normali mortali che non riescono a metterle in pratica  (perchè amare il proprio nemico non è sempre così facile e immediato no?)  si sentono in colpa per non riuscire ad essere santi! Ma invece l'elemento umano è ciò che rende perfetto il meccanismo.

Questo libro dimostra molto praticamente che non serve essere santi per andare in paradiso (qui e ora).

Possiamo benissimo essere dei cialtroni, a patto di piacersi come cialtroni!  Non è necessario essere santi per andare "sedere alla destra del Padre".

"Questo è il senso di quello che ho sperimentato e che voglio trasmettere! …eh baci dal Paradiso!"

Dicono del libro:

Bellissimo! Lo trovo completo. Davvero tocca tutte le tematiche e risolve anticipando le risposte a tutte le domande sul come e cosa fare se.... In questo o l'altro aspetto della nostra vita. Scorrevole, chiaro e pratico. Questo lo trovo proprio IL TUO LIBRO Giò.
Rudi Carone

Giò questo libro è il top. Non credevo avresti potuto superarti dopo "Gli specchi esseni" e "La perfezione del Tutto", in cui a mio avviso hai toccato davvero vette inesplorate. Ma questo libro è ancora di più, davvero. Una riflessione veramente molto, molto pratica, utile ed efficace. Non so come fai, ma promettimi una cosa: che non smettere mai di scrivere! Sei una ricchezza per l'Umanità. Grazie.
Francesca Desideri

Ringrazio Giovanna, per la sua semplicità nell'esprimere concetti che a volte per noi Umani risultano complessi. Questo libro è l'ennesima conferma che Tutto è Perfetto. Non è indispensabile essere perfetti, nessuno lo è, ma non esserlo è già perfetto di per sé. Siamo qui tutti per espandere l'Amore che siamo, ma è indispensabile comprendere che ognuno di noi singolarmente deve fare la sua parte, ma deve farla a suo modo e come può. Consiglio questo libro a tutto l'Universo.
Valentina Eusebi

Il vero senso pratico di come funziona la vita, nella vera esperienza di tutti i giorni, di tutti noi umani di strada. Noi gente comune nel nostro passaggio in questo percorso incontriamo la Giò che ci seziona, ci analizza e ci mostra dentro che tutto è Divino. E lo traduce in parole per tutti, facendo ben vedere che i santi, razzi e mazzi… di tutte le sette, religioni, filosofie, filoni e chi più ne ha più ne metta… Siamo noi. Sono noi, senza e con noi. Ma siamo/sono come noi, non qualcosa di sempre più astruso e irraggiungibile. E ci mostra che dentro noi e fuori noi, c'è una grande possibilità alla portata di ricchi, poveri, gioiosi, tristi, belli, brutti, tutti! E questa possibilità è la felicità! E con le sue parole semplici e dirette ci fa attraversare la via della consapevolezza per portarci dentro di noi e poi ancora fuori e poi ancora dentro, che è la stessa cosa! Rimanendo però ancoratamente coi piedi per terra, perché è proprio qui che siamo: sulla Terra. Ci evita di dover a tutti i costi apparire inebetiti (di chi sa quale beatitudine, buonismo o altre ipocrisie) anche a noi stessi. Siamo in Terra con le leggi universali del pianeta Terra. Perché ogni giorno si va al lavoro, si devono pagare le bollette, si deve discutere con la suocera, risolvere grane e mantenersi in salute e… tutte cose da terrestri come terrestri la Gio ci guarda e ci vede.  E ci dice che c'è un modo, ed è un modo che c'è già! Basta usarlo. E mandare affan… è terrestre, è molto terrestre, e può risultare anche utile. Poi quando e se saremo su un altro pianeta sarà un'altra storia e ce ne occuperemo lì. Per me questo è la scrittura della Gio e la strada che ci mostra è liscia ed è abbastanza in discesa. Possiamo percorrerla praticamente e rischiamo anche di divertirci un sacco.
Nadia Dal Zilio

 


REGALO ESCLUSIVO
Lo puoi avere solo se acquisti
"Ama il Tuo Nemico... ma Anche No!" sul Giardino dei Libri

Il file Audio Mp3 di Giovanna Garbuio
"Mana Forza Vitale - Meditazione Guidata"
Durata 10 minuti e 18 secondi -  Potrai scaricarlo subito dopo aver acquistato il libro.

Ricevi in omaggio il file audio da tenere sempre con te con la meditazione "Mana Forza Vitale" di Giovanna Garbuio. Si tratta di una meditazione guidata potenziante per metterci in sintonia con la nostra essenza. Il Mana per gli Hawaiani è la forza vitale, in altre culture conosciuta come Prana, Chi, Shakati, Vril ecc... Tutta la vita, tutta l'energia, tutta la forza vitale e la fonte stessa, sono presenti dentro ognuno di noi e la fonte originaria è l'Essenza di ognuno di noi (Amore). Questo audio ci aiuta a rimetterci in connessione attiva con noi stessi.

 

...

I commenti sono chiusi.