Lettera agli schiavi che si credono liberi

Secondo voi i “terroristi” sono quelli che scendono per strada a lottare contro la dittatura, per salvare il proprio lavoro e salvaguardare i propri diritti o quelli che da otto mesi stanno terrorizzando gli italiani e devastando l’economia nazionale?

Secondo voi è normale usare carabinieri e forze di polizia non per scovare spacciatori, criminali o pedofili ma per controllare i bambini delle elementari e dare multe ai ristoratori che non rispettano le regole anti-Covid?

Secondo voi è corretto eseguire giornalmente centinaia di migliaia di tamponi a persone sanissime, prive di sintomi solo per gonfiare le statistiche e giustificare i soprusi?

Può essere chiamata emergenza una situazione nella quale il 95% dei “contagiati” sono “positivi asintomatici”, cioè persone in perfetta salute?

Siete d’accordo con l’ultimo illegittimo e anti-costituzionale Dpcm che condanna a morte i proprietari di bar, ristoranti, palestre, centri culturali e associazioni?

Ricordate che hanno sancito la condanna a morte del Paese e tutti coloro che rimangono a casa seduti sul divano o che si nascondono dietro le leggi o dietro gli ordini da eseguire, stanno avallando la dittatura e avranno mani e coscienza sporche di sangue innocente.

Se non ci ribelliamo ora al regime sarà tardi e non potremo poi lamentarci.
È questa dittatura che rappresenta la vera minaccia per tutti i popoli, non il virus!!!

Fonte: https://disinformazione.it/2020/10/29/lettera-agli-schiavi-che-si-credono-liberi/

I commenti sono chiusi.