L’inconscio comunica con noi attraverso i sogni: 7 simboli onirici da non ignorare

I sogni che tutti noi facciamo mentre dormiamo sono il frutto del nostro inconscio che cerca di mandarci dei segnali. Per questo motivo, saper tradurre i simboli e dargli un’interpretazione può essere un modo per capire i nostri desideri, le mancanze o le paure più profonde.

Si può tranquillamente dire che il mondo onirico e quello reale si influenzano a vicenda, pertanto prestando attenzione ai sogni e trovando la giusta interpretazione possiamo ottenere una sorta di guida che potrebbe indicarci la strada migliore da seguire.

I 7 simboli onirici ai quali bisogna prestare attenzione

Acqua

L’acqua rappresenta il riflesso delle emozioni e dei sentimenti che stiamo provando. Se cerchiamo di reprimere il nostro stato d’animo, o se facciamo fatica a controllare la nostra emotività, questo è il motivo per cui stiamo sognando dell’acqua. Per capire il senso più profondo di questo simbolo bisognerà considerare in che contesto viene sognata.

Fiori

Il simbolo onirico del fiore può racchiudere in se diversi significati come la bellezza, l’armonia, la fugacità e se il fiore che stiamo sognando sta per germogliare, un nuovo sentimento sta nascendo dentro di noi. Ma, se il nostro fiore è appassito vuol dire che ci troviamo ad un punto di svolta e che probabilmente una fase della nostra vita sta per concludersi.

Sole

Vita, energia, luce e calore, anche il sole ha un significato molto importante e se nel nostro sogno è brillante e luminoso è perché siamo consapevoli, sicuri e conosciamo la strada che stiamo percorrendo. Vederlo sorgere indica gioia e la realizzazione di nuovi progetti, mentre vederlo tramontare probabilmente significa che stiamo affrontando un periodo di trasformazione e di cambiamento.

Luna

La Luna rappresenta la crescita, la pienezza ed i cambiamenti dei ritmi naturali e sognarla indica il nostro lato più nascosto ed ombroso, le nostre fantasie irrazionali e gli impulsi che abbiamo dentro di noi. La fase in cui è la Luna nel momento in cui la stiamo sognando è molto importante per definire quali pulsioni stanno prendendo il sopravvento.

Strada

La strada rappresenta il viaggio che abbiamo intrapreso, ovvero la nostra vita. Sognare un bivio indica chiaramente che ci troviamo di fronte ad una decisione da prendere, una strada piena di buche indica gli ostacoli che stiamo affrontando per raggiungere il nostro obiettivo, mentre una strada poco illuminata ci fa capire che dobbiamo proseguire con cautela, senza ricadere negli errori che abbiamo già commesso.

Volare

Sognare di volare può rappresentare le difficoltà che stiamo affrontando nella nostra vita. Riuscire a volare molto in alto e per lungo tempo, denota l’impegno che mettiamo per la ricerca della nostra realizzazione e per il raggiungimento dei nostri obiettivi.

Scala

Una scala solitamente simboleggia la sorte, anche in questo caso dipende in quale contesto stiamo sognando la scala. Se ci troviamo in cima, significa che abbiamo un punto di vista ed una posizione privilegiata e che probabilmente siamo già riusciti a raggiungere i nostri obiettivi. Se la scala è rotta e non ci possiamo salire, vuol dire che le difficoltà non sono finite e che dobbiamo prestare molta attenzione per non commettere errori che potranno compromettere i nostri risultati. Infine, se nel sogno cadiamo dalla scala, molto probabilmente è perché i nostri sforzi per raggiungere l’obiettivo che ci eravamo preposti sono risultati vani.

via La Stella Blog

E Tu cosa ne pensi?

Fonte: https://www.olisticmind.com/linconscio-comunica-sogni-7-simboli-onirici-non-ignorare/

GRAZIE DOTTOR HAMER - VOL. 1 + SEZIONE PANDEMIA COMPRESA —
Nuova edizione aggiornata, pandemia compresa
di Claudio Trupiano

Grazie Dottor Hamer - Vol. 1 + sezione pandemia compresa —

Nuova edizione aggiornata, pandemia compresa

di Claudio Trupiano

Un libro che presenta l'inevitabile il capovolgimento della metodologia utilizzata dalla scienza medica sinora.

Sono trascorsi diversi anni dalla prima edizione di questo libro, era il 2007

E’ passata abbastanza acqua sotto i ponti per provare a fare un primo consuntivo e continuare a credere nell’obiettivo che mi sono proposto. Sono alla settima edizione, aggiornata e corretta, di un lavoro che amo e che ha occupato molta parte della mia vita. E’ stato un percorso entusiasmante in continua evoluzione.

La condivisione dello studio delle Leggi Biologiche insieme ad altri compagni di viaggio (medici, psicologi e specialisti in vari settori della cura della persona) ha contribuito, da una parte a verificare continuamente la scientificità delle scoperte del dr. Hamer, dall’altra a integrare con continui approfondimenti la connessione mente-corpo. Per questo ringrazio di cuore tutti coloro che hanno contribuito a questa crescita e un grazie particolare ad alcuni di loro che hanno voluto scrivere una loro testimonianza. Ho inserito il loro contribuito al termine del libro.

Non è la ricerca di un’apologia del libro, ma la gioia di testimoniare la verifica e la conferma da parte di professionisti autorevoli.

Sono sempre stato convinto che solo i medici, nella loro autorevolezza e competenza, possono consentire il riconoscimento ufficiale della connessione mente-corpo e quindi poter applicare questo capovolgimento diagnostico. Nella rivisitazione dei contenuti del testo nuove argomentazioni sono state aggiunte in merito all’infarto del miocardio, alla psoriasi, ma soprattutto al grande capitolo dei virus (pandemia Covid compresa) e ad altre patologie. Il lavoro non è finito e sicuramente si potranno apportare altri approfondimenti, ma lo schema strutturale dell’impianto diagnostico resta invariato, anzi risulta ancora più supportato e riconosciuto scientificamente. Le Leggi Biologiche non sono assolutamente una medicina alternativa e non viene prescritta alcuna terapia sostitutiva e soprattutto non sono in contrasto con la Medicina Ufficiale, anzi!

Le Leggi Biologiche sono un capovolgimento diagnostico e hanno bisogno del progresso scientifico medico per essere applicate, e la Medicina Ufficiale ha bisogno delle Leggi Biologiche per essere completa. Ora è sufficiente e necessario che aumenti il numero della massa critica per recepire e allargare il campo di azione e di riconoscimento del “nuovo”. E’ una questione di tempo. Ai medici l’autorevolezza e il coraggio di continuare un percorso straordinario di divulgazione di una rivoluzione epocale nella scienza medica, contestualmente alla nascita di un nuovo “essere umano” consapevole del senso biologico del proprio corpo. 

...

I commenti sono chiusi.