Il potere trasformativo della legge cosmica della gratitudine

“Dai tempi immemorabili esiste una legge cosmica: se una persona non ha ringraziato per un aiuto o per delle conoscenze ricevute, si vedrà comunque prelevare l’energia della gratitudine, in un modo o nell’altro.

Un uomo ingrato rompe l’equilibrio energetico, il quale sarà ripristinato alla prima occasione. Come un lago dal quale è stata presa l’acqua per le irrigazioni, se la riprenderà altrove: dai pozzi vicini, o dalle nuvole cariche di pioggia – non importa.

Colui che ha fatto un favore, un servizio e ha preso per questo del denaro o altri beni materiali, ha l’energia equilibrata. Ma se fa un servizio gratuitamente, la sua energia non sarà considerata equilibrata, e tale equilibrio sarà ripristinato appena possibile. Di solito, l’uomo lo vedrà sotto forma delle conoscenze in più, fortuna o salute.
Riceverà in regalo un libro che gli serve, troverà per caso un guaritore che lo aiuterà a tornare in salute, o, semplicemente, avrà fortuna in ciò che farà…”

– Katsuzo Nishi

“Molto comunemente, la gente, principalmente ignoranti delle conoscenze esoteriche, non riconoscono, non si rendono conto, o non vogliono sapere che le benedizioni ottenute dovrebbero essere condivise per aprire le porte a nuove benedizioni.

Infatti, dato che siamo venuti a conoscere l’importanza di questa Legge Cosmica, per adempiere la condividiamo in uso dalla Legge della Gratitudine.

Una delle leggi cosmiche a cui si è fatto riferimento in uno dei libri sacri, la Bibbia, è il passaggio che corrisponde a una parabola che dice: “A colui che ha molto, molto sarà dato e a chi ha poco anche quel poco sarà tolto.”

– Ordine dei Rosacroce

“La gratitudine non è soltanto la principale virtù, ma anche la madre di tutte le altre.”

– Cicerone

Negli ultimi anni si è assistito ad un notevole aumento di ricerche nel campo della psicologia positiva e diversi autori per anni hanno studiato gli effetti di questo potente stato d’animo positivo sulla salute e sul benessere.

Robert Emmons e Michael McCullough sono due dei principali autori americani che hanno indagato il potere della gratitudine. Essi l’hanno descritta come un punto di forza della personalità, la capacità di essere chiaramente consapevoli di ciò che c’è di positivo nella propria vita. Gli individui grati esprimono tipicamente il loro apprezzamento agli altri in modo sincero, di cuore e non per essere educati.  Se possiedi un alto livello di questa forza interna, spesso sperimenterai uno stato emotivo di meraviglia, riconoscenza e apprezzamento per la vita.

I ricercatori hanno trovato che le persone che esprimevano più frequentemente questo sentimento erano:

  •           Più felici.
  •           Più sane (riportavano meno mal di testa, mal di stomaco, ecc.)
  •           Avevano più energia.
  •           Era meno stressate e ansiose.

“La gioia è la forma più semplice di gratitudine.”

– Karl Barth

“Ringraziare è un modo meraviglioso per incominciare la giornata!

Di sera, rivedo il giorno trascorso con tutte le benedizioni e le mille opportunità che sono arrivate e di cui essere grata.
Perdono anche me stessa quando mi accorgo di aver commesso degli errori o se sento di aver detto o fatto qualcosa di inappropriato, o se ho preso una decisione che non si è rivelata la cosa migliore per me. Sii grato di tutto!”

– Louise L. Hay

“Dimenticate le ingiurie, non dimenticare mai gentilezze.”

– Confucio

Fonte: https://www.dionidream.com/potere-gratitudine/

LA DIETA DEL DOTTOR MOZZI
Gruppi sanguigni e combinazioni alimentari
di Piero Mozzi

La Dieta del Dottor Mozzi

Gruppi sanguigni e combinazioni alimentari

di Piero Mozzi

"La Dieta del Dottor Mozzi" è un bestseller che pone l'attenzione sull'alimentazione e sui risvolti che ha sul corpo umano. L'intento del testo è dare la possibilità a tutti, anche a coloro che non hanno cognizioni mediche, di tenere sotto controllo il proprio stato di salute.

È un manuale pratico che ci dà la possibilità di capire ciò che accade nel nostro organismo.

Il Dottor Mozzi, uno dei maggiori esponenti della dieta del gruppo sanguigno, ha scritto questo libro dopo trent'anni di pratica medica e vent'anni di osservazione e studio dell'organismo umano e delle sue reazioni all'introduzione di determinati alimenti.

La semplicità del metodo lo distingue e lo rende accessibile a tutti. Consente a chiunque di imparare ad "ascoltare" autonomamente i segnali che l'organismo invia, di riconoscere l'effetto che gli alimenti utilizzati possono avere sulle diverse persone per stabilire la dieta e lo stile di vita più appropriato a ciascuno.

Secondo il Dottor Mozzi c'è una correlazione tra l'appartenenza al proprio gruppo sanguigno e gli alimenti che mangiamo.

Il gruppo sanguigno è dato da un'impronta genetica precisa che distingue ogni individuo dagli altri, lo caratterizza e permette di capire come è fatto e come si comporta il nostro sistema immunitario.

È possibile utilizzare i quattro gruppi sanguigni 0, A, B, AB come una guida attendibile per scegliere un'alimentazione idonea a ognuno, che può consentire un miglioramento del proprio stato fisico e una riduzione del rischio di ammalarsi. Inoltre può aiutare a risolvere eventuali stati patologici.

Il libro fornisce a tutti uno strumento per riappropriarsi della gestione quotidiana della propria salute e occuparsi con cognizione di causa delle proprie condizioni fisiche, lasciando ai medici la gestione dei traumi, delle urgenze e delle malattie di una certa rilevanza.

Il campo delle intolleranze è un campo in cui attualmente non esistono certezze. La verità assoluta risiede solo in noi stessi e ci si può avvicinare ad essa accostando tra loro tante piccole verità.

I meccanismi biologici di un essere vivente sono molteplici per cui è sufficiente che avvengano modificazioni in un equilibrio biologico perché subentrino nuovi segnali e disturbi.

Il Dottor Mozzi ritiene che ciò che ha esposto sia solo l'inizio e non la conclusione delle ricerche in merito alle intolleranze alimentari. Uno stimolo da cui partire e che altri potranno sviluppare. Scoprire tutti i meccanismi e i processi sottesi alle intolleranze è un compito che lasciamo ai ricercatori e ai biologi.

In base alle caratteristiche genetiche di ogni singolo individuo, il dottor Mozzi ha individuato dei regimi alimentari ben precisi che promuovono il consumo di determinati cibi a discapito di altri, in base alla loro funzionalità, alla digeribilità e ai benefici che possono apportare all'organismo.

Alcuni cibi mettono a rischio il nostro sistema immunitario, per questo bisogna eliminarli dalla propria alimentazione.

Riportiamo di seguito alcuni consigli estrapolati dal libro "La Dieta del dottor Mozzi" per i diversi gruppi sanguigni:

  • Gruppo sanguigno 0. Poiché i soggetti appartenenti a tale gruppo sanguigno hanno un apparato digerente forte, essi possono digerire senza difficoltà le proteine animali contenute in carne e pesce. Di contro, però, essi non riescono a metabolizzare bene i cereali e i derivati del latte. Evitando tali alimenti, le persone appartenenti al gruppo sanguigno 0 possono trarre grande giovamento ed evitare problemi di salute.
  • Gruppo sanguigno A. Gli individui appartenenti a questo gruppo sanguigno digeriscono facilmente i carboidrati e con molta difficoltà le proteine della carne, specialmente se rossa.
  • Gruppo sanguigno B. Le persone appartenenti a questo gruppo sanguigno hanno una predisposizione del loro apparato digerente a metabolizzare con facilità sia le proteine animali che quelle vegetali.
  • Gruppo AB. I soggetti che fanno parte di tale gruppo sanguigno hanno le stesse difficoltà digestive di quelli appartenenti sia al gruppo A che al gruppo B, pertanto la loro alimentazione deve essere simile.

Il principio sul quale tutta la teoria del Dottor Mozzi si fonda, quindi, è quello di preservare la salute attraverso una corretta alimentazione, che si adatti in tutto e per tutto al patrimonio genetico di ognuno.

...

I commenti sono chiusi.