Il potere trasformativo della legge cosmica della gratitudine

“Dai tempi immemorabili esiste una legge cosmica: se una persona non ha ringraziato per un aiuto o per delle conoscenze ricevute, si vedrà comunque prelevare l’energia della gratitudine, in un modo o nell’altro.

Un uomo ingrato rompe l’equilibrio energetico, il quale sarà ripristinato alla prima occasione. Come un lago dal quale è stata presa l’acqua per le irrigazioni, se la riprenderà altrove: dai pozzi vicini, o dalle nuvole cariche di pioggia – non importa.

Colui che ha fatto un favore, un servizio e ha preso per questo del denaro o altri beni materiali, ha l’energia equilibrata. Ma se fa un servizio gratuitamente, la sua energia non sarà considerata equilibrata, e tale equilibrio sarà ripristinato appena possibile. Di solito, l’uomo lo vedrà sotto forma delle conoscenze in più, fortuna o salute.
Riceverà in regalo un libro che gli serve, troverà per caso un guaritore che lo aiuterà a tornare in salute, o, semplicemente, avrà fortuna in ciò che farà…”

– Katsuzo Nishi

“Molto comunemente, la gente, principalmente ignoranti delle conoscenze esoteriche, non riconoscono, non si rendono conto, o non vogliono sapere che le benedizioni ottenute dovrebbero essere condivise per aprire le porte a nuove benedizioni.

Infatti, dato che siamo venuti a conoscere l’importanza di questa Legge Cosmica, per adempiere la condividiamo in uso dalla Legge della Gratitudine.

Una delle leggi cosmiche a cui si è fatto riferimento in uno dei libri sacri, la Bibbia, è il passaggio che corrisponde a una parabola che dice: “A colui che ha molto, molto sarà dato e a chi ha poco anche quel poco sarà tolto.”

– Ordine dei Rosacroce

“La gratitudine non è soltanto la principale virtù, ma anche la madre di tutte le altre.”

– Cicerone

Negli ultimi anni si è assistito ad un notevole aumento di ricerche nel campo della psicologia positiva e diversi autori per anni hanno studiato gli effetti di questo potente stato d’animo positivo sulla salute e sul benessere.

Robert Emmons e Michael McCullough sono due dei principali autori americani che hanno indagato il potere della gratitudine. Essi l’hanno descritta come un punto di forza della personalità, la capacità di essere chiaramente consapevoli di ciò che c’è di positivo nella propria vita. Gli individui grati esprimono tipicamente il loro apprezzamento agli altri in modo sincero, di cuore e non per essere educati.  Se possiedi un alto livello di questa forza interna, spesso sperimenterai uno stato emotivo di meraviglia, riconoscenza e apprezzamento per la vita.

I ricercatori hanno trovato che le persone che esprimevano più frequentemente questo sentimento erano:

  •           Più felici.
  •           Più sane (riportavano meno mal di testa, mal di stomaco, ecc.)
  •           Avevano più energia.
  •           Era meno stressate e ansiose.

“La gioia è la forma più semplice di gratitudine.”

– Karl Barth

“Ringraziare è un modo meraviglioso per incominciare la giornata!

Di sera, rivedo il giorno trascorso con tutte le benedizioni e le mille opportunità che sono arrivate e di cui essere grata.
Perdono anche me stessa quando mi accorgo di aver commesso degli errori o se sento di aver detto o fatto qualcosa di inappropriato, o se ho preso una decisione che non si è rivelata la cosa migliore per me. Sii grato di tutto!”

– Louise L. Hay

“Dimenticate le ingiurie, non dimenticare mai gentilezze.”

– Confucio

Fonte: https://www.dionidream.com/potere-gratitudine/

BéSAME MUCHO
Come crescere i vostri figli con amore
di Carlos Gonzàlez

Bésame Mucho

Come crescere i vostri figli con amore

di Carlos Gonzàlez

Spesso i neogenitori sono pieni di dubbi e ansie e in caso di difficoltà chiedono consiglio agli amici, anziché fermarsi a riflettere su quello che gli sta comunicando il loro bambino.

E proprio per questo Carlos Gonzales ha ritenuto indispensabile intervenire in difesa dei bambini: i bambini non fanno i capricci, non sono da punire con la forza, ma vanno semplicemente accuditi con l'istinto materno (non quello codificato negli ultimi secoli ma quello atavico che ognuno di noi possiede da milioni di anni).

Qui troverete una risposta razionale a tante domande che assillano i genitori:
• Perchè il bambino non vuole dormire da solo?
• Perchè i bambini piangono?
• Perchè richiamano la nostra attenzione?
• Perchè sono gelosi?
• Quando diventano indipendenti?
• Perchè vogliono stare sempre in braccio?
• Cos'è l'insonnia infantile?

Presentazione - Bésame Mucho - Libro

Carlos Gonzàlez ha il grande merito di mettersi esplicitamente e dichiaratamente dalla parte del bambino, anzi di mettersi nei suoi panni nelle varie situazioni, per difenderlo da quei preconcetti e modelli precostituiti che troppo spesso ispirano i libri di puericultura costituendone il punto di partenza e l'ispirazione generale. Una sorta di tacito assunto a priori che influenza i lettori-genitori, i quali finiscono col credere più alle parole dell'esperto di turno che al loro sentire più intimo e istintivo.

C'è una bella differenza a partire dall'idea che il bambino sia sostanzialmente "buono" e l'idea che invece sia un furbetto manipolatore pronto ad imbrogliarci, ad approfittare della situazione, a fare i "comodi suoi" (molti educatori professionisti e genitori nemmeno sono consapevoli di questa duplice tendenza solitamente inespressa).

C'è una bella differenza a trattarlo con affetto e rispetto praticando l'ascolto nei suoi confronti o investirlo con i nostri schemi e le nostre categorie mentali, fino a renderlo falso e ammutolirlo.

Bésame mucho si basa sul concetto che i bambini sono essenzialmente buoni, che le loro necessità affettive sono importanti e che noi genitori dobbiamo dare loro affetto, rispetto e attenzione.

Continua a leggere : > Presentazione - Bésame Mucho - Libro

 

...

I commenti sono chiusi.