Gli scienziati della NASA? 74 UCCISI in 2 anni. Piu’ SCOPRONO piu’ MUOIONO

Articolo di Samuele (italianosveglia.com)

Negli ultimi due anni ci sono stati 74 scienziati della nasa che hanno perso la vita, chi per caso, chi per suicidio.questi numeri suscitano molte domande

Come per esempio l’agente della NASA Alberto Behar, che ha perso la vita in un incidente aereo nel 2015 a Los Angeles.
Il signor Behar era uno scienziato di primo piano che aveva trovato le prove della presenza di acqua su Marte.

La cosa strana è che negli ultimi due anni ci sono stati 74 scienziati della NASA che hanno perso la vita, morti  per caso o per suicidio. Questo numero ha suscitato molte domande tra il pubblico.

Ciò che avevano in comune era che tutti loro erano ingegneri o esperti medici eccezionali e tutti hanno perso la vita in condizioni discutibili.

Nasa: gli scienziati che hanno perso la vita in circostanze misteriose

Tanto per citare alcuni dei 74 scienziati della NASA che hanno perso la vita:

Melissa Ketunuti era una dottoressa specializzata in cancro che è stata trovata bruciata viva a casa sua.

Così come Glenn Thomas e Joep Lange che erano su volo MH17  che venne abbattuto da un missile terra-aria mentre sorvolava la zona orientale dell’Ucraina nel 2014. Thomas e Lange erano in procinto di tenere un discorso su Ebola e AIDS, ma sono stati uccisi prima di poter fare il loro arrivo.

Tra tutti gli scienziati trovati morti, la più controversa è stata la tragica perdita della vita dell’ingegnere elettrico Shane Truman Todd nel 2012. Il suo corpo è stato lasciato in un obitorio a Singapore.
A quel tempo, Truman stava sviluppando una macchina unica per la Cina che si diceva fosse un’arma per la difesa. La sua famiglia ha riferito che Shane era preoccupato per la sua vita poiché ciò che stava facendo metteva a repentaglio la sicurezza degli Stati Uniti.

L’ultimo giorno di lavoro in Cina è morto. La sua famiglia ha richiesto risposte e ha anche sollevato una campagna per scoprire la verità. Tuttavia, anche se i funzionari cinesi hanno promesso di scoprire se si è trattato di un omicidio o di un suicidio, non hanno mai dato una risposta adeguata.

Questa è solo una piccola parte dell’intero puzzle di 74 scienziati della NASA che purtroppo sono morti. L’elenco completo è disponibile qui.

Complotto o verità?

Erano tutte persone che stavano scoprendo e conducendo esperimenti “di rilievo”.
Non rimane altro che chiedersi: la loro perdita era solo dovuta ad un tragico destino? Oppure ha a che fare con qualcosa di cui erano a conoscenza, e quindi le loro bocche dovevano essere chiuse?
I teorici della cospirazione sospettano che queste persone sapevano qualcosa di sensibile che il governo USA non voleva fosse rivelato.

Di seguito mostriamo un video che getta ulteriori ombre e dubbi sulla morte dei 74 scienziati. Buona visione

Articolo di Samuele (italianosveglia.com)

Fonte: http://www.italianosveglia.com/gli_scienziati_della_nasa_74_uccisi_in_2_anni_piu_scoprono_piu_muoiono-b-102012.html

THE RIDER TAROT DECK - TAROCCHI WAITE — CARTE
di Pamela Colman Smith, Arthur Edward Waite

The Rider Tarot Deck - Tarocchi Waite — Carte

di Pamela Colman Smith, Arthur Edward Waite

L'Edizione originale e l'unica autorizzata del famoso mazzo di 78 carte di Tarocchi disegnato da Pamela Colman Smith sotto la direzione di Arthur Edward Wait.

Nel 1909 l'artista Pamela Colman Smith, sotto la direzione di Arthur Edward Waite, crea un innovativo mazzo di Tarocchi di 78 carte che sarebbe stato riconosciuto come rivoluzionario, il punto di riferimento per i mazzi successivamente pubblicati.

Tarocchi Rider Waite sono il mazzo più diffuso e apprezzato al mondo. Si tratta di una delle maggiori sintesi del magismo occidentale: l'opera in cui il misticismo cristiano si fonde con la Qabbalah ebraica, con l'Alchimia e le filosofie orientali.

Dietro le immagini affascinanti si intravede il progetto di Waite, l'eminente studioso che con le sue opere ha segnato profondamente il mondo occultistico anglosassone: "C'è una tradizione segreta riguardo ai tarocchi, così come c'è una Dottrina Segreta al loro interno. Ne ho seguito una parte secondo i limiti stabiliti per argomenti di questo genere e secondo le leggi dell'onore".

Con queste oscure parole Waite, capo di una delle fazioni più potenti dell'Ordine Ermetico dell'Alba Dorata, introduceva "La Dottrina senza veli", il capitolo della sua opera in cui spiegava i significati, gli usi rituali e le tecniche divinatorie legate ai "suoi" tarocchi.

E ora quella dottrina segreta è finalmente accessibile al pubblico italiano nella sua interezza.

...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *