Ghiandola pineale: perché è considerata magica

La ghiandola pineale, responsabile della produzione di melatonina, è considerata sacra in alcune culture. Scopriamo perché!

La ghiandola pineale è una piccola ghiandola endocrina a forma di pigna, che si trova nel cervello e che produce melatonina, un ormone che regola il ritmo sonno-veglia.

Il suo buon funzionamento è quindi fondamentale per il benessere dell’organismo, ma non è per questo che in alcune culture è considerata sacra e magica.

Ghiandola pineale: a cosa serve

Come abbiamo anticipato, la ghiandola pineale è responsabile della produzione di melatonina e agisce quindi sul ritmo circadiano. Un suo malfunzionamento, dovuto ad esempio a viaggi molto lunghi con cambio di fuso orario, provoca insonnia e stanchezza.

Nel corso dei secoli, a questa preziosa ghiandola sono state attribuite anche altre proprietà. Ad esempio, Cartesio riteneva che fosse la sede dell’anima e del pensiero, perché è l’unica parte del cervello a non avere un duplicato.

In alcune filosofie orientali, inoltre, è detta “terzo occhio” o sesto Chakra, perché considerata in grado di percepire realtà invisibili agli occhi, che si trovano oltre la visione ordinaria. Secondo la tradizione, questo terzo occhio si troverebbe tra le sopracciglia e bisognerebbe imparare ad attivarlo, per poter percepire frequenze del mondo spirituale.

La ghiandola pineale, infatti, in molti casi non sarebbe sfruttata a pieno, anzi spesso (ad esempio durante la vecchiaia) finirebbe per atrofizzarsi.

Ghiandola pineale: come attivarla

Ci sono diversi modi per attivare la ghiandola pineale. Il più efficace è sicuramente lo yoga, che insieme alla meditazione ne favorisce il buon funzionamento.

È molto importante, inoltre, esporsi al sole durante il giorno, per stimolare la produzione di vitamina D e serotonina. Allo stesso modo, per aumentare la produzione di melatonina, la notte bisogna dormire al buio totale e le luci e i dispositivi elettronici andrebbero spenti almeno due ore prima di andare a letto.

Infine, è necessario disintossicare il corpo dai metalli pesanti, perché un eccesso di mercurio potrebbe atrofizzare la ghiandola.

Fonte: https://notiziebenessere.it/ghiandola-pineale-terzo-occhio-a-cosa-serve-come-attivarla/benessere/

RICETTINE #ZEROSBATTI
Piatti sani, buonissimi e veloci
di Emanuela Caorsi

Ricettine #zerosbatti

Piatti sani, buonissimi e veloci

di Emanuela Caorsi

Il segreto per mangiare sano "sempre" è davvero semplice. Anzi, i segreti sono due. Il primo è amare ciò che si mangia ogni giorno, ascoltare il proprio corpo e scegliere sempre di mangiare ciò che ci fa piacere, concedersi delle coccole ogni tanto. Il secondo è concentrare l'attenzione sul come ci si sente quando si mangia sano. Se il focus principale è voler stare bene, è inevitabile continuare a mangiare sano, trasformandolo in uno stile di vita.

Grazie a queste pagine potremo finalmente entrare in cucina "senza pensieri", mai rinunciando però ai punti di forza che da sempre contraddistinguono Emanuela Caorsi, ovvero il benessere a 360° e un'alimentazione olistica che pone al centro non il conteggio delle calorie o una dieta restrittiva, bensì la persona e le sue sensazioni. 

Piatti facili, anzi facilissimi, da preparare in pochissimo tempo e con pochi, selezionati ingredienti: è questa la ricetta che contraddistingue un libro giovane e colorato, pensato per chi ha poco tempo o poca abilità ai fornelli, ma non vuole per questo sminuire l'importanza di un'alimentazione equilibrata e sana.

Il tutto sempre seguendo le linee guida di Emanuela, che propone alimenti dal sapore "vero", suggerendo inoltre tanti e appetibili sostituti per una dieta senza zucchero raffinato e latte vaccino, oppure senza glutine, senza uova e molto altro.

Ricette dunque per ogni palato e per tutti i gusti, ma sempre da realizzarsi con "zero sbatti", cioè senza pensieri e nel minor tempo possibile.

...

I commenti sono chiusi.