Frontex: “90% dell’immigrazione clandestina verso l’Italia è in mano alle mafie”

di Cesare Sacchetti

Secondo i dati pubblicati recentemente da Frontex, l’agenzia comunitaria specializzata nella sorveglianza delle frontiere dei paesi UE, sono le mafie le indiscusse padrone dei traffici di immigrati clandestini verso l’Europa.

Il rapporto in questione rileva come attualmente le tre rotte privilegiate del Mediterraneo Occidentale, Centrale ed Orientale scelte dai trafficanti per far sbarcare gli immigrati irregolari verso l’Europa, siano pressoché dominate dall’influenza delle organizzazioni criminali.

In particolare i dati indicano come le mafie abbiano gestito il 75% degli sbarchi nel Mediterraneo Occidentale, la parte di mare che tocca la Spagna principalmente; il 90% nel Mediterraneo Centrale, il tratto marittimo che riguarda l’Italia e infine il 92% in quello Orientale dove è la Grecia il paese ad essere più toccato dagli sbarchi.

L’indagine contribuisce sicuramente a sfatare alcuni luoghi comuni piuttosto in voga nel dibattito politico italiano, tra questi su tutti quello che i migranti fuggirebbero dai paesi africani perchè vittime di persecuzioni politiche.

Infatti le statistiche rivelano che su un campione complessivo di 3525 migranti intervistati dall’agenzia comunitaria, solamente il 16% dichiari di aver deciso di ricorrere all’immigrazione per ragioni ci carattere politico.

La ragione principale dell’immigrazione risiede piuttosto nelle motivazioni di carattere economico, un elemento confermato dal 45% dei migranti.

Il fenomeno dell’immigrazione irregolare minaccia di raggiungere presto un nuovo allarme a causa delle crescenti pressioni migratorie che si registrano nei paesi dell’Africa Sub-Sahariana, in particolare nella Costa D’avorio e nel Mali.

Allo stesso tempo i dati a disposizione confermano come l’Italia dal 2016 al 2017 sia stato il paese più scelto come approdo dall’immigrazione clandestina, seguito da Germania, Francia e Spagna.

Il Belpaese quindi si è fatto carico di tutta la pressione migratoria in arrivo dal Mediterraneo Centrale dopo la decisione della Germania di porre fine alla politica delle “porte aperte” per i numerosi problemi di sicurezza che ha provocato nel paese.

Se si prende in esame a questo proposito il campione di riferimento del Frontex di 3525 migranti, si apprende che tra questi 1948 hanno scelto come meta di destinazione preferita proprio l’Italia, dando un’ulteriore conferma del ruolo chiave del Paese nei traffici di esseri umani.

I migranti preferiscono rivolgersi alla mafie

Il fattore della criminalità organizzata nella gestione dell’immigrazione clandestina ha rappresentato un elemento fondamentale nello scegliere determinate rotte marittime piuttosto che altre.

Difatti il fatto che ci siano le mafie ad organizzare questi viaggi, sembra spingere i migranti ad affidarsi a loro piuttosto che ad intraprendere altre soluzioni che non prevedono l’intermediazione di questi gruppi criminali.

Il 69% degli immigrati irregolari sbarcati in Grecia conferma di aver scelto questa rotta proprio per il ruolo predominante delle mafie su questo tratto di mare, mentre nel caso dell’Italia la percentuale è del 65%, di poco inferiore.

Il rapporto del Frontex si sofferma anche a descrivere la struttura di queste reti criminali, nelle quali giocano un ruolo importante i cosiddetti “capi” che hanno il compito di dirigere i gruppi operativi mentre appena un gradino sotto di loro si collocano i “reclutatori” che sono quelle figure che hanno appunto il compito di selezionare i migranti che poi tenteranno l’avventura sui barconi della speranza.

La Turchia e la Libia emergono come i paesi base dei gruppi criminali, dove operano rispettivamente il 30% e il 37% delle reti di trafficanti.

La tratta delle prostitute nigeriane

Tra gli aspetti più terribili di questo traffico, c’è sicuramente il traffico di donne nigeriane che sono costrette a prostituirsi appena sbarcate nei paesi europei per ripagare il loro debito con i trafficanti, che spesso raggiunge cifre superiori ai 50.000 euro.

La Spagna e l’Italia sono i due paesi più interessati da questa tratta di schiave.

La fotografia conclusiva che esce dal rapporto è piuttosto chiara. L’immigrazione clandestina è un affare che ingrossa le tasche dei trafficanti di esseri umani e fin quando si continuerà ad agevolarla si sarà complici di queste reti criminali senza scrupoli.

Articolo di Cesare Sacchetti

Fonte: http://www.imolaoggi.it/2018/04/07/frontex-90-dellimmigrazione-clandestina-verso-litalia-e-in-mano-alle-mafie/

MANTRA MADRE
Le tradizioni e le pratiche segrete del matrimonio mistico e del risveglio
di Selene Calloni Williams

Mantra Madre

Le tradizioni e le pratiche segrete del matrimonio mistico e del risveglio

di Selene Calloni Williams

Questo libro svela il cuore di una tradizione spirituale universale e naturale di risveglio e di guarigione assai antica, eppure ancora in fase di codificazione ai nostri giorni: una chiave segreta che è nel cuore nascosto di ogni religione del mondo. Essa è giunta a noi grazie alla trasmissione orale da maestro a discepolo che ha attraversato i secoli.

I suoi punti principali sono messi in forma scritta per la prima volta grazie allo straordinario linguaggio evocativo che l'autrice - un'autentica iniziata e un'esperta di psicologia del profondo - riesce a utilizzare. Per cambiare un avvenimento nella propria vita o nel mondo bisogna avere accesso ai simboli, cioè alle immagini, sui quali quest'avvenimento o comportamento si fonda. Il Mantra Madre è la chiave segreta che dona quest'accesso prezioso.

Tutti i grandi cammini esoterici, i percorsi di auto sviluppo e di crescita personale, la psicologia del profondo e l'alchimia, se sono davvero efficaci, lo sono poiché custodiscono nel loro cuore la chiave straordinaria del riassorbimento del reale. Riassorbire il reale è "fare anima", prendere ogni cosa, persona, oggetto, luogo con cui si viene a contatto quotidianamente e riportarlo alla sua reale natura, che è immagine.

Il metodo del "fare anima" consiste nel ricordare a se stessi più volte al giorno e in molti modi che si sta sognando. Esso è, infatti, il mezzo per accedere a una vita libera e realizzata, liberandosi dal peso della materia oggettiva, degli eventi ineluttabili di cui non si può che essere vittime.

La tradizione del Mantra Madre è per eccellenza la tradizione che veicola tale riassorbimento del reale (o "ritiro delle proiezioni") nel modo più puro e originario, senza sovrastrutture, essa viaggia nei circuiti dello yoga tantrico-sciamanico e dell'alchimia, in Oriente come in Occidente, da molti secoli.

Questo libro ti farà volare nel cielo e ti radicherà nella terra, ti immergerà nella bellezza e ti darà la forza di vedere i simboli che soggiacciono alla tua vita, dandoti la chiave della tua esistenza. Sopratutto ti darà un vero amore e un nuovo eros.

 


REGALO ESCLUSIVO
Lo puoi avere solo se acquisti
uno dei libri di Selene Calloni Williams
sul Giardino dei Libri

Il videocorso Mp4 di Selene Calloni Williams
"Mindfulness Immaginale e OMI"
Videocorso della durata di 2 ore e 10 minuti
che potrai scaricare subito dopo aver acquistato il libro.

Essere più consapevoli, lucidi, avere maggiore presenza mentale è un risultato che si può raggiungere attraverso la meditazione. Ma anche sciogliere paure, insicurezze e superare la sensazione di non essere mai abbastanza, che abbiamo accumulato nella nostra infanzia ed adolescenza, ci aiuta ad essere più consapevoli, più concentrati. Paure e insicurezze, infatti, chiudono la nostra visione, i nostri sensi, ci rendono meno vivi, meno presenti, diminuendo la nostra capacità di sentire, di esserci, di vedere e comprendere.

Struttura del videocorso:

1. INTRODUZIONE ALLA MINDFULNESS IMMAGINALE
2. LA MEDITAZIONE SUL RESPIRO: ANAPANASATI I E
3. ANAPANASATI II
4. OMI, One Minute Immersion
5. La MEDITAZIONE SULLO SCHELETRO
6. LA MEDITAZIONE SUL CORPO: "LA CONTEMPLAZIONE OGGETTO CORPOREO NELL'OGGETTO CORPOREO"
7. LA MEDITAZIONE SU UN OGGETTO: "ALOKA KASINA"
8. CONCLUSIONI

Si tratta di un corso di meditazione e mindfulness ad approccio immaginale, nel quale viene spiegata anche la tecnica OMI "One Minute Immersion", creata da Selene Calloni Williams, una tecnica molto adatta al mondo di oggi, che è sempre di corsa e indaffarato. Si tratta di meditare per un minuto in modo molto intenso e di ripetere l'immersione nella meditazione più volte nella giornata. OMI, One Minute Immersion, è la potente tecnica, ideata da Selene, per il contatto diretto con la natura e con l'anima in una manciata di secondi per più volte durante la giornata, con costanza, durante diverse e specifiche attività quotidiane. Nel corso vengono spiegate anche la meditazione sul respiro, sul corpo e sullo scheletro.

 

...

I commenti sono chiusi.