È davvero possibile sconfiggere i tumori con l’alimentazione alcalina?

Ricerche scientifiche dimostrano che ciò che mangiamo e beviamo determina lo stato di salute o di malattia del nostro organismo

In questo articolo daremo una risposta a chi si chiede se l’acqua alcalina e/o ionizzata apporti davvero dei benefici alla salute, in particolare nella prevenzione e nella cura dei tumori.

Esistono essenzialmente due diverse correnti di pensiero su questo tema:

  • Da una parte, c’è chi è convinto della potenza dell’acqua alcalina e ne esalta i benefici;
  • Dall’altra parte, c’è chi invece è legato alla chimica convenzionale e non riesce a capire le modalità di azione dell’acqua alcalina sulla salute dell’organismo umano.

Proseguendo nella lettura, comprenderai meglio le modalità attraverso cui l’acqua alcalina agisce per apportare benefici concreti e tangibili alla nostra salute.

Per dimostrare questi effetti benefici, ci avvarremo di ricerche e studi scientifici effettuati da importanti studiosi, ricercatori e Premi Nobel.

L’acqua alcalina migliora l’efficacia di farmaci e terapie, annullandone ogni effetto collaterale

L’approccio alcalino alla salute si inserisce all’interno dell’approccio olistico, ossia quello che considera il corpo e la mente dell’individuo come un tutt’uno, anziché come due entità diverse e separate.

L’approccio seguito dalla medicina tradizionale è completamente diverso da quello olistico.

La formazione scientifica dei medici comprende anche le nozioni sull’importanza dell’equilibrio acido – basico dell’organismo. A differenza dell’approccio olistico, però, quello tradizionale tende a correggere lo squilibrio del pH con i farmaci e non con l’acqua e l’alimentazione.

Secondo alcuni esperti, invece, l’acqua alcalina e/o ionizzata, insieme al cibo alcalinizzante, è in grado di correggere il pH acido dell’organismo, apportando effetti benefici.

“Ma perché l’acqua alcalina è così speciale rispetto all’acqua normale?”

L’acqua alcalina e/o ionizzata ha delle proprietà molto importanti rispetto all’acqua normale:

  • Possiede una maggiore capacità di trasporto alle cellule dei principi curativi e nutritivi assunti con i farmaci e con l’alimentazione;
  • Possiede una maggiore capacità di asporto degli scarti metabolici verso gli organi drenanti, così come dimostrato da alcune ricerche eseguite anche in Italia (come riportato su Il Sole 24 Ore del 4 luglio 2016, pag. 31).

Ciò significa che l’acqua alcalina e/o ionizzata è in grado di apportare effetti benefici all’organismo, poiché può svolgere una funzione di supporto alle terapie mediche.

Gli studi scientifici che ti sto per mostrare dimostrano l’efficacia dell’acqua alcalina contro i tumori

Le proprietà dell’acqua alcalina che abbiamo appena visto sono dimostrate anche da studi scientifici:

  • L’acqua alcalina favorisce una maggiore capacità curativa della chemioterapia metronomica e del lansoprazolo (Spugnini et al., Journal of Translational Medicine 2014);
  • L’acqua alcalina favorisce una maggiore longevità e qualità della vita (Massimiliano Magro et al., Evidence-Based Complementary and Alternative Medicine Volume 2016).

Il dottor Stefano Fais, direttore del Reparto Farmaci Antitumorali dell’Istituto Superiore di Sanità, ha inoltre effettuato vari studi sugli effetti dello squilibrio del pH del corpo sulla correlazione fra acidità dell’organismo e genesi dei tumori.

Gli studi del dott. Fais riprendono quelli effettuati dal dott. Otto Heinrich Warburg.

Nel 1931, il dott. Warburg, medico e fisiologo tedesco, vinse il Premio Nobel per aver scoperto una differenza sostanziale tra le cellule tumorali e le cellule normali.

Egli notò che le cellule tumorali avevano un pH basso, poiché tendevano a fermentare gli zuccheri e, durante questo processo, producevano acido lattico.

A differenza dell’acido lattico prodotto dall’attività sportiva, quello delle cellule tumorali viene riutilizzato e la cellula stessa non muore.

Si generano, in sostanza, delle cellule armate per sopravvivere in un ambiente acido.

Fais ci spiega:

“Una cellula sana, portata al pH di una cellula tumorale, che mediamente ha un valore di pH di 6/6,5, muore. Questo, quindi, è già un vantaggio selettivo, perché tramite l’acidità il tumore si isola dall’organismo.”

Nella prefazione del libro “La dieta mediterranea alcalina per essere longevi e in salute”, scritto dal dott. Rocco Palmisano, che da quasi 30 anni si occupa di prevenzione e cure naturali, il dott. Fais sostiene che la sanità pubblica dovrebbe spingere le persone a bere molta acqua con pH alcalino, poiché aiuta a prevenire l’insorgenza delle malattie.

È stato infatti dimostrato che i farmaci anti-acidi impiegati nel trattamento dell’ulcera, conosciuti come inibitori di pompa protonica, sono efficaci contro i tumori perché inducono l’alcalinizzazione dell’ambiente tumorale.

In base a queste evidenze, il dott. Fais ritiene che l’approccio alcalino possa essere applicato efficacemente non solo nella prevenzione dei tumori, ma anche di molte altre patologie.

Non solo acqua alcalina, ma anche alimenti anti-acidi per mantenersi in perfetta salute

L’approccio alcalino non prevede solo l’assunzione di acqua alcalina, ma anche il consumo di alimenti anti-acidi.

Un’alimentazione che rispetti l’equilibrio acido – basico dell’organismo può aiutare le persone a mantenersi in salute.

Come evidenzia il dott. Rocco Palmisano nel suo libro sopra citato, alla base dell’adozione dell’approccio alcalino vi deve essere la consapevolezza che la salute è strettamente correlata a una sana alimentazione.

Viviamo in un’epoca in cui le persone stanno dando sempre maggiore fiducia alla medicina non convenzionale. In questo contesto, è possibile che finalmente anche la medicina ufficiale comprenda l’importanza per la salute dell’equilibrio del pH fisiologico.

Ma non mancano gli ostacoli, come ci spiega ancora il dott. Fais:

“Nel mondo della medicina ufficiale l’equilibrio del pH fisiologico viene trattato con sufficienza, se non addirittura osteggiato.”

Nonostante questo, oggi è possibile per chiunque lo desideri riequilibrare il proprio pH fisiologico, eliminando l’acidosi e le tossine nocive presenti nel proprio organismo, grazie al Trattamento Detox Profondo di Addio Tossine.

Inoltre, puoi da subito scaricare un ebook gratuito che ti svela come ritrovare il tuo benessere in soli 10 passi:
> Leggi l’ebook gratuito “Disintossica la tua vita!”

Fonte: https://addiotossine.com/2018/12/e-davvero-possibile-sconfiggere-i-tumori-con-lalimentazione-alcalina/

INIZIAZIONE ALLO YOGA SCIAMANICO
Viaggio ai confini tra lo spazio e il nulla
di Selene Calloni Williams

Iniziazione allo Yoga Sciamanico

Viaggio ai confini tra lo spazio e il nulla

di Selene Calloni Williams

Lo Yoga sciamanico nasce in Tibet, in India e nello Sri Lanka, dall'incontro dello yoga con le tradizioni sciamaniche. L'Autrice ci introduce nel cuore di questo particolare tipo di yoga, sia attraverso il racconto della propria iniziazione, sia mediante una chiara illustrazione dello yoga e dello sciamanismo indiano.

Il fascino dell'esperienza vissuta si unisce all'esposizione pratica: lo yoga sciamanico ci consente di viaggiare nei nostri centri energetici (chakra) e di cogliere la natura dell'estasi sciamanica, o volo sciamanico, rivelandone le tecniche.

Il volo sciamanico è uno stato di coscienza ampliato, nel quale possiamo riunirci alle fonti del sapere spontaneo e sperimentare diverse pratiche inziatiche che inducono un nuovo e più costruttivo rapporto con la materia e la vita.

Tra le pratiche da sperimentare vi sono i rituali di reintegrazione (il rituale della canoa sciamanica, il rituale della caccia all'anima nel mondo dei sogni, il rituale del sole nero), quelli di morte e rinascita (il rituale della rinascita mistica), le pratiche che risvegliano il nostro potere vitale (la danza sciamanica, la pratica per la guarigione dello spirito animale), e quelle che aprono la nostra porta del ricevere e ci permettono un rapporto nuovo e più costruttivo con la naturale ricchezza della materia e della vita (il rituale del nyasa, il rituale della prosperità).

 


REGALO ESCLUSIVO
Lo puoi avere solo se acquisti
uno dei libri di Selene Calloni Williams
sul Giardino dei Libri

Il videocorso Mp4 di Selene Calloni Williams
"Mindfulness Immaginale e OMI"
Videocorso della durata di 2 ore e 10 minuti
che potrai scaricare subito dopo aver acquistato il libro.

Essere più consapevoli, lucidi, avere maggiore presenza mentale è un risultato che si può raggiungere attraverso la meditazione. Ma anche sciogliere paure, insicurezze e superare la sensazione di non essere mai abbastanza, che abbiamo accumulato nella nostra infanzia ed adolescenza, ci aiuta ad essere più consapevoli, più concentrati. Paure e insicurezze, infatti, chiudono la nostra visione, i nostri sensi, ci rendono meno vivi, meno presenti, diminuendo la nostra capacità di sentire, di esserci, di vedere e comprendere.

Struttura del videocorso:

1. INTRODUZIONE ALLA MINDFULNESS IMMAGINALE
2. LA MEDITAZIONE SUL RESPIRO: ANAPANASATI I E
3. ANAPANASATI II
4. OMI, One Minute Immersion
5. La MEDITAZIONE SULLO SCHELETRO
6. LA MEDITAZIONE SUL CORPO: "LA CONTEMPLAZIONE OGGETTO CORPOREO NELL'OGGETTO CORPOREO"
7. LA MEDITAZIONE SU UN OGGETTO: "ALOKA KASINA"
8. CONCLUSIONI

Si tratta di un corso di meditazione e mindfulness ad approccio immaginale, nel quale viene spiegata anche la tecnica OMI "One Minute Immersion", creata da Selene Calloni Williams, una tecnica molto adatta al mondo di oggi, che è sempre di corsa e indaffarato. Si tratta di meditare per un minuto in modo molto intenso e di ripetere l'immersione nella meditazione più volte nella giornata. OMI, One Minute Immersion, è la potente tecnica, ideata da Selene, per il contatto diretto con la natura e con l'anima in una manciata di secondi per più volte durante la giornata, con costanza, durante diverse e specifiche attività quotidiane. Nel corso vengono spiegate anche la meditazione sul respiro, sul corpo e sullo scheletro.

 

...

I commenti sono chiusi.