Cottarelli (FMI) tranquillizza gli scafisti che ritornano a riversare masse di migranti sull’Italia

di  Luciano Lago

Carlo Cottarelli, il fiduciario del FMI scelto dal presidente Mattarella per avere un incarico di Governo è certamente un personaggio che dovrebbe “tranquillizzare” i mercati, gli investitori internazionali e, soprattutto, i potentati finanziari che sono sempre in agguato sull’Italia per difendere i propri interessi. La nomina di Mattarella li dovrebbe tranquillizzare ed assecondare i piani di coloro che vogliono  evitare che salgano al governo personaggi “populisti” come Salvini, il prof. Savona, Di Maio ed altri della Lega o dei 5 Stelle.

Personaggi come il prof. Savona sono stati ritenuti inaffidabili dal presidente Mattarella o privi di requisiti per essere nominati ministri della Repubblica.

Lo stesso presidente aveva invece ritenuto  pienamente in possesso dei requisiti e nominato senza esitazioni nel precedente governo, un personaggio come la Valeria Fedeli alla Pubblica Istruzione, notoriamente di “alta preparazione culturale”, o la Beatrice Lorenzin alla Sanità, persona di “grandi competenze scientifiche” per ricoprire tale incarico.

Mentre ancora si stanno riaprendo i mercati finanziari, si vedrà presto il potere tranquillizzante di Cottarelli sulla Borsa e sui mercati ma, nel frattempo, si è visto che lo stesso Cottarelli ha l’effetto di un tranquillante anche sugli scafisti che, dopo un periodo di fermo, stanno riversando sulle spiagge italiane migliaia di migranti prelevati dall’Africa ed imbarcati sulle navi delle ONG.

Bonino e migranti

Gli scafisti erano stati piuttosto preoccupati in questi giorni per la possibilità che venisse nominato un “tipaccio” come Matteo Salvini al Ministero degli’Interni e si sapeva che questi avrebbe dato ordine di bloccare gli sbarchi sulle coste italiane con un effetto di calo degli affari degli scafisti, delle mafie che favoreggiano il fenomeno, delle ONG che gestiscono le traversate e delle Coop che lucrano affari sull’accoglienza. Sarebbe stato un effetto disastroso per tutto il mercato delle migrazioni di massa pianificate. Questo effetto negativo,  il Presidente della Repubblica ed il Governo di Gentiloni, non potevano permetterlo, avrebbe suscitato le proteste anche della Bonino, di George Soros ed i rimbrotti della Commissione Europea.

Di qui la nomina di Cottarelli che agisce come un “Valium” sugli operatori delle migrazioni oltre che sui mercati e sugli investitori della finanza.

Il presidente Mattarella si è assunto il gravoso onere di decidere lui per tutti, in sostituzione dei partiti votati dallla maggioranza degli elettori, certamente influenzato dalle tesi degli intellettuali di riferimento, come Eugenio Scalfari, il quale poco tempo prima aveva dichiarato che sono le elite progressiste quelle che devono decidere in sostituzione del popolo, delle masse incolte e impreparate, che si recano a votare sulla base di stimoli “di pancia”.

La scelta di Mattarella di nominare un governo tecnico di sua fiducia rappresenta bene questa nuova fase della “democrazia” guidata dalle elite finanziarie che operano per “il bene del popolo”. Chi non lo ha ancora compreso è un reazionario e populista e deve essere allontanato dalle Istituzioni. Potrbbe fare danno alle Istituzioni ed ai mercati.

Fonte: https://www.controinformazione.info/cottarelli-fmi-tranquillizza-gli-scafisti-che-ritornano-a-riversare-masse-di-migranti-sullitalia/

LA MENTE STRATEGICA
Strategie non ordinarie per vivere felici
di Francesca Luzzi

La Mente Strategica

Strategie non ordinarie per vivere felici

di Francesca Luzzi

Ti capita di provare un senso di opprimente frustrazione e infelicità? Ti senti spesso incapace di far fronte alle difficoltà della vita quotidiana?

A quanto pare non sei solo: i casi diagnosticati di depressione, disturbi d'ansia e obesità sono sempre più numerosi, e il consumo di psicofarmaci è in vertiginoso aumento tra gli adulti e addirittura tra i bambini.

Viviamo in una società dove ormai si offre di tutto e ogni esigenza materiale viene facilmente soddisfatta. Eppure mancano paradossalmente quella forza interiore e quel senso profondo dell'esistenza che sono una vera ancora di salvezza per l'uomo.

Come recuperarli? Sviluppando una mente strategica!

La mente strategica è quell'assetto mentale che ci permette di essere più elastici e più morbidi nelle interazioni con noi stessi, con gli altri e con la realtà, le tre sfere fondamentali attorno alle quali si struttura la vita di ognuno di noi.

In sostanza, è la forma mentis che ci consente di adattarci in modo funzionale alla realtà e di vivere a pieno.

Non si tratta di qualcosa che ci viene fornito in dono dalla nascita, ma di una costruzione quotidiana che nasce dall'interazione tra i nostri pensieri e i nostri modi di agire…

In altre parole, la tua mente può diventare strategica!

Grazie alle strategie contenute in questo libro, un saggio rigoroso, aggiornato e di facile lettura, puoi mettere in atto un vero e proprio "allena-mente strategico".

Inoltre, il libro spiega anche come aiutare i bambini a sviluppare una mente strategica, per divenire adulti in grado di sfruttare tutto il proprio potenziale e far fronte alle sfide della vita con un senso di fiducia e senza lasciarsi abbattere.

Grazie a questo libro puoi liberarti dei copioni mentali e comportamentali che sei abituato a usare, quasi di default, nei confronti del mondo che ti circonda.

"L'importanza di saper gestire la nostra mente e di provare a crearne la versione migliore dovrebbe entrare a far parte degli obiettivi prioritari di ognuno di noi, senza se e senza ma." Francesca Luzzi

...

I commenti sono chiusi.