Coppia, le donne amano l’uomo che le fa ridere

Una risata allunga la vita…e la coppia. Lo sanno bene le donne che, stando ad una ricerca effettuata dall’Università di Stanford, in California, trovano irresistibile l’uomo che le fa ridere. Per essere precisi, sembra che la popolazione femminile sia addirittura geneticamente propensa a scegliere un partner divertente rispetto ad un compagno ombroso e monotono.

I risultati della ricerca, pubblicati su Social Neuroscience, sono da considerarsi attendibili. I medici della Stanford School of Medicine hanno esaminato l’attività celebrale di un gruppo misto di uomini e donne cui sono stati mostrati video divertenti. Le “cavie” in gonnella hanno risposto prontamente agli stimoli, mostrando di essere particolarmente sensibili alle scene ironiche e, di conseguenza, alle avance di individui dallo spiccato senso dell’umorismo. Uomo avvisato, mezzo salvato.

Fonte: http://www.perizona.it/2013/08/03/coppia-le-donne-amano-chi-le-fa-ridere_357146/

SUCCEDE SEMPRE QUALCOSA DI MERAVIGLIOSO
di Gianluca Gotto

Succede sempre qualcosa di meraviglioso

di Gianluca Gotto

Gianluca Gotto è un idolo per moltissimi ragazzi perché è riuscito a realizzare il sogno di tanti: abbandonare la vita d’ufficio per viaggiare, lavorando da remoto.

Il memoir inspirational in cui racconta la sua scelta di vita, Le coordinate della felicità , un vero e proprio “manifesto per spiriti liberi”, ha superato in pochi mesi le 17.000 copie vendute.

Con questo nuovo libro torna alla narrativa, dopo l’ottimo esito del suo primo romanzo Come una notte a Bali.

I temi toccati sono quelli cari al suo pubblico: il viaggio, i sogni, la felicità.

Dalla quarta di copertina

Succede sempre qualcosa di meraviglioso è il racconto di un viaggio che ha come protagonista Davide, un ragazzo che vede tutte le sue certezze crollare una dopo l'altra, fino a perdere il desiderio di vivere. E Guilly, un personaggio fuori dal tempo che Davide, per caso o per destino, incontra in Vietnam e da cui apprende un modo alternativo e pieno di luce di prendere la vita.

Una storia di rinascita in cui perdersi per ritrovarsi, che Gianluca Gotto racconta portando il tema della ricerca della felicità – già affrontato nell'autobiografia Le coordinate della felicità – su un piano universale: la destinazione finale di questo viaggio non è conquistare un certo tipo di vita, ma uno stato d'animo.

Una sensazione di calore che è sempre dentro di noi, indipendentemente da quello che il destino ci ha riservato. Potremmo chiamarla in tanti modi: serenità, pace interiore, leggerezza, calma. Oppure, come direbbe Guilly, "la sensazione di essere a casa, sempre".

Estratto dal libro

Questo viaggio è una follia, e una persona puramente razionale non l'avrebbe mai fatto. Che tu voglia ammetterlo oppure no, se sei qui è perché hai deciso di assecondare il richiamo verso qualcosa di più grande.

Forse, ora, bisogna solo avere il coraggio di proseguire su questa strada.

...

I commenti sono chiusi.