Come aumentare l’energia vitale nel corpo umano

di Emanuela Viara

Bassi livelli di energia e stanchezza sono condizioni a cui siamo abituati a vivere come elementi costanti nella routine quotidiana.

Abbiamo frequentemente delle abitudini errate, depotenzianti, di cui non ci accorgiamo o semplicemente, sono diffuse culturalmente e quindi accettate. Purtroppo a scuola nessuno ci ha mai educato a vivere in modo sano ed equilibrato, incluso come mantenere alta l’energia vitale.

Se vogliamo migliorare il nostro stile di vita, sta a noi fare del nostro meglio per informarci ed educarci, per esempio partecipando a corsi, conferenze, leggere, intraprendere percorsi di crescita personale e così via.

Come aumentare l’energia vitale nel corpo umano

Aumentare l’energia vitale è assolutamente possibile, vediamo quindi alcuni elementi fondamentali per riuscirci:

  • Alimentazione

Partendo dal piano fisico, curare l’alimentazione è fondamentale. Abbiamo bisogno di ricevere tutti i nutrienti necessari perché il nostro corpo possa stare in salute e dare il meglio. L’alimentazione influenza anche le nostre emozioni e i nostri pensieri. Cibi spazzatura non solo ci indeboliscono ma sporcano di conseguenza anche i nostri piani emotivo e mentale. In questo caso ovviamente è necessario trovare una dieta adeguata per il proprio fisico. Sicuramente eliminare cibi industriali sostituendoli con cibi freschi, di stagione e variandoli spesso, imparare a distribuire i diversi nutrienti in base ai vari pasti della giornata, e sopratutto, scegliere di alimentarsi in modo sano come atto di amore verso di sé, può fare già una grande differenza!

  • Sport

L’attività fisica ci riattiva, consentendoci di accelerare il metabolismo e di ricaricarci di energia. Si sa che permette il rilascio delle endorfine, utili per il buonumore. Lo sport aiuta a rinforzare le ossa, a scaricare stress e tensioni, a riportare il buonumore, a staccare dai pensieri e aumentare il contatto con l’aspetto materiale della nostra vita, cosa che spesso ci dimentichiamo di fare, persi nei pensieri del passato e del futuro, presi dal caos della routine quotidiana.

  • Dormire

Impariamo a rispettare i nostri ritmi, concedendoci il giusto numero di ore di sonno, facendo attenzione ai ritmi circadiani oltre che a quelli del sonno-veglia, e a tutte le accortezze per poter dormire nel migliore dei modi.

  • Respirare

Possiamo vivere alcuni giorni senza bere o mangiare, ma senza respirare, quanto sopravviviamo? L’aria è il nostro alimento principale! Allora curiamoci di imparare a respirare nel modo corretto, almeno 5 minuti al giorno fino a farla diventare un’abitudine e non doverci più ricordare di questo aspetto.

  • Famiglia e ambiente

Da che tipo di persone siamo circondati? Se i cosiddetti vampiri energetici ci rubano energia, abbiamo tutti i diritti di frequentarli di meno, che si tratti di amici o parenti, niente sensi di colpa. Si possono mantenere vivi i legami, ma imparando a gestirli nel modo più equilibrato. Allontanarsi non significa essere egoisti, al contrario si traduce in semplice amor proprio. Se il/la partner è negativo/a, potete offrire il vostro aiuto per un miglioramento, proponendo letture, corsi, o essendo semplicemente di esempio. Se il capo o i colleghi sono intrattabili, trovate delle attività extra per scaricare stress ed emozioni e recuperare l’energia.

  • Emozioni

Coltivare, alimentare, nutrire emozioni di cuore. Emozioni come gratitudine, serenità, gioia, entusiasmo, pace ricarica noi e chi ci sta attorno.

  • Passioni

Fai quello che realmente ami? Coltivare passioni, interessi, valori, ci ricarica. Tutto quello che facciamo con amore, dona energia, ma questa energia ritornerà a noi ricaricandoci. Finché restiamo nella convinzione che dare ci toglie qualcosa, vivremo nella scarsità. Dare significa ricevere già di partenza una ricarica energetica.

Per riuscire a ricaricarci di energia certamente è necessaria forza della volontà e perseveranza. Prendere delle nuove abitudini, per quanto possano essere sane, non è sempre una passeggiata, per questo il mio invito è sempre quello di frequentare corsi (ce ne sono anche di specifici sull’educazione sul Benessere del corpo), seminari, tenervi informati tramite letture e se hai fatto qualche esperienza o conosci qualche risorsa interessante, ti invito a condividerla nei commenti!

Articolo di Emanuela Viara

Siti web: Manuamaru e Love’s Angels

Pagina FB: Emanuela ViaraLove’s Angels-Laboratorio di Piacere

Evoluzione Collettiva Copyright © 2015-2018. Tutti i diritti riservati.

Fonte: https://www.evoluzionecollettiva.com/come-aumentare-energia-vitale-nel-corpo-umano/

WABI SABI: LA BELLEZZA DELLA VITA IMPERFETTA —
La via giapponese per essere felici
di Selene Calloni Williams

Wabi Sabi: la Bellezza della Vita Imperfetta —

La via giapponese per essere felici

di Selene Calloni Williams

Wabi Sabi è un concetto giapponese che permette di essere a proprio agio in qualsiasi situazione, anche di fronte all'incertezza e al cambiamento. 

Infatti invita ad abbracciare le proprie imperfezioni, in quanto segnale di autenticità e spontaneità: in questo modo potrai superare i pensieri negativi che offuscano la tua visione (non ho, non sono, non posso), sabotando il tuo successo e la tua felicità! Apprezzerai la tua vita per quello che è, nella sua bellezza originale e non artificiale. 

Il coinvolgente e originale racconto di un modo di vivere e di pensare, un percorso di rituali e di pratiche affascinanti per trasformare la nostra vita in un’esistenza all’insegna della ricerca della bellezza e della felicità.

Selene Calloni Williams porta la sua voce a tutti in un modo straordinariamente semplice, accessibile da chiunque, eppure capace di rendere il messaggio originario con inalterata profondità.

Le parole dell'autrice

Le pratiche rituali che ci aiutano a trasformarci in «guerrieri wabi sabi», capaci di attingere alle proprie imperfezioni e diversità e renderle doti straordinarie.

Le pratiche che apprendiamo in questo libro hanno matrice iniziatica e psicologica allo stesso tempo, quindi risultano di facile assimilazione e di pronto utilizzo per gli occidentali, sebbene veicolino intatto il messaggio del buddismo esoterico – senza alterazioni, né edulcorazioni, né semplificazioni – il cui sviluppo è fortemente intrecciato al sentimento wabi sabi e costituisce una «psicologia estetica» che può persino rivoluzionare l’opera dei terapeuti e degli educatori.

La spiritualità è un cammino empirico, Wabi Sabi è un seminario pratico e allo stesso visionario e poetico.

Wabi sabi esprime lo stile di vita degli sciamani yamabushi e delle miko, le sciamane scintoiste, è quel carattere comune che troviamo nelle varie tradizioni misteriosofiche del Giappone, la maggior parte delle quali, ancora oggi, sono tramandate in via esclusivamente orale.

Questo libro ti dona la forza di reazione e la capacità di resilienza.

I grandi maestri di arti marziali ci hanno insegnato che per vincere bisogna non dimenticare mai di essere fragili e imperfetti.

Wabi sabi è uno stile di vita che ti aiuta ad affrontare qualsiasi sfida con un particolare atteggiamento che si può definire “la condizione di chi è imperfetto come un uomo e sereno come un dio”.

Accettare l’imperfezione previene la paura e cura l’insicurezza. Decisamente ti permette di conquistare un atteggiamento vincente, vissuto nella piena umiltà e nel non attaccamento.

Conoscere l’imperfezione equivale a sapere di non sapere. Questo ci permette di non dare per scontate le teorie della mente, ma di affidarci all’intuizione che nasce nel momento presente.

Molte persone, praticando lo stile di vita wabi sabi, hanno potuto migliorare la relazione con i loro figli o i loro allievi. Molti terapeuti hanno saputo arricchire e rendere più efficaci le loro sessioni di ascolto e di aiuto attraverso l’acquisizione di uno stile di vita, di lavoro e di un metodo di pensiero wabi sabi.

Accettare le nostre imperfezioni significa perdonarci, questo ci porta a sciogliere la rabbia e a migliorare la capacità di ascolto.

Le pratiche che guidano a instaurare un metodo di pensiero wabi sabi possono persino rivoluzionare il metodo di fare educazione e terapia.

Wabi sabi, in quanto percorso di familiarizzazione con le imperfezioni e le incertezze ci permette anche di comprendere meglio e guarire il rapporto con i nostri avi e di vivere al meglio la relazione con i nostri organi e con il corpo.

Wabi sabi è una prospettiva di osservazione del mondo concepita nel grembo dei cammini esoterici del buddhismo, dello sciamanismo shugendo, dell’animismo shinto. Il termine “esoterico” ha il significato di “riservato agli iniziati”.

Le iniziazioni contenute in questo libro alimentano il tuo fuoco psichico, la tua capacità di aspirare e di riuscire. Qualsiasi sia il campo nel quale sei impegnato, potranno essere il seme delle tue vittorie quotidiane, anche di quelle che riguardano le piccole cose, che, poi, sono il preludio delle grandi imprese.

Wabi sabi è attenzione per le piccole cose. Vincere è una esperienza nella quale bisogna esercitarsi quotidianamente, anche durante lo svolgimento delle attività più umili.

L’arte di essere imbattibile è l’arte di accettare di essere fragili e imperfetti e, stando nella propria debolezza, non arrendersi mai. Il ramoscello che è così delicato e fragile da piegarsi fino a terra può resistere nel vento meglio del possente albero che, non piegandosi, si oppone alla forza del vento e rischia di essere spezzato.

Non arrenderti mai, neppure quando di te non è rimasto più nulla, se non l’impeccabile volontà di non arrenderti.

...

I commenti sono chiusi.