Chi Sono Io?

di Giacomo Bo

Questa domanda ci accompagna sempre, ovunque andiamo e qualunque cosa facciamo. Viviamo per scoprire chi siamo, anche se spesso non ce ne rendiamo conto.

Nel momento in cui la portiamo alla coscienza, la domanda inizia a lavorare profondamente dentro di noi. Ci rendiamo conto via via dell’inconsistenza delle nostre certezze, delle nostre convinzioni; ciò che crediamo di essere non è ciò che siamo… Maschere, personalità, modi di essere… veli che scompaiono man mano che procediamo avanti chiedendoci “chi sono?”.

La domanda “Chi sono Io?”, posta nella maniera giusta, produce un grande salto di consapevolezza; essa mette direttamente al centro la questione più importante: chi siamo veramente?

Siamo il nostro corpo? Siamo i nostri pensieri? Siamo le nostre emozioni?

La maggior parte delle persone vive identificata con il corpo: sente una stretta in pancia e dice “Ho fame”, come se fosse la persona stessa ad avere bisogno di cibo. Sente piacere e dice “Mi piace” confondendo se stessa con le sensazioni sensoriali.

“Chi sono Io?” è la meditazione che crea la frattura in questa identificazione. Separa ciò che siamo veramente da tutte le false identificazioni con il corpo e la mente. Essa è lo spartiacque tra una vita materiale ed una vita spirituale. Senza la conoscenza di chi siamo veramente non possiamo che correre dietro alle esigenze del corpo e della mente. Piaceri, bisogni, desideri… passiamo la maggior parte del nostro tempo a gratificare l’ego e il corpo che vogliono sopravvivere.

Ma sopravvivere non è vivere.

Senza la conoscenza di chi siamo non troveremo il vero senso della nostra esistenza. Gireremo in tondo dentro una vita che si ripete continuamente, ma soprattutto che non ci appartiene, non riconosciamo come nostra. Ecco perché la domanda ‘Chi sono Io?’ è così importante. Essa risveglia la consapevolezza di chi siamo veramente, una lucida comprensione che non siamo il corpo né la mente, che questi desideri, piaceri e bisogni non ci appartengono e non ci possono dare vera soddisfazione.

Ponendoci questa domanda compiamo il primo passo in un vero percorso di consapevolezza che ci condurrà sempre più verso la dimensione spirituale della vita e di noi stessi. Scopriremo lungo la via livelli di profondità della nostra anima sempre più straordinari, e piano piano un senso di pace e di realizzazione colmeranno quel vuoto che ora sentiamo e che deriva da una vita materiale e senza direzione.

Ciò che siamo veramente è al di là di ogni descrizione, ma è qualcosa di tangibile, di sperimentabile, che si imprime nella coscienza e rende la persona libera dai condizionamenti della mente.

‘Chi sono Io?’ è la strada maestra per questa consapevolezza universale. Passo dopo passo, come gli strati di una cipolla, i veli dell’illusione cadono e la persona realizza la propria vera natura infinita ed illimitata, libera da ogni condizionamento e perfetta così com’è.

Articolo di Giacomo Bo

Fonte: https://www.ilsapere.org/chi-sono-io/

APANDEMIA
Dalla Falsa Scienza alla più Grande Truffa della Storia
di Stefano Scoglio

Apandemia

Dalla Falsa Scienza alla più Grande Truffa della Storia

di Stefano Scoglio

Quante volte abbiamo sentito affermare che la libertà è importante, ma finisce quando essa impatta sulla salute altrui.

Se crediamo nella teoria del contagio virale, diventa difficile negare che il nostro solo esistere, essendo potenzialmente foriero di contagio, sia una minaccia per l’altro. In questo modo vengono recise le radici esistenziali della libertà, perché è la nostra stessa esistenza minacciosa per gli altri a non consentirci di essere liberi.

Questo folle omicidio della libertà si fonda su una verità, il nostro essere esistenzialmente interdipendenti, distogliendola per fini che nulla hanno a che fare con la salute.

La storia della pseudopandemia del 2020, che ha investito il mondo a livello globale, si fonda su una costante e sistematica distorsione della realtà.

L’autore, attraverso un’analisi assieme scientifica, epidemiologica e politico-economica, demolisce la narrativa pandemica, individuando le distorsioni della realtà operate dalla narrativa ufficiale, a partire da ciò che è veramente accaduto in Cina alla fine del 2019/ inizi del 2020.

Un excursus che va

  • dal non isolamento del virus all’assoluta fallacia dei tamponi e test;
  • dai numeri della pandemia farlocchi all’allineamento politico di tali numeri;
  • dal ridicolo delle varianti all’enorme minaccia degli pseudo-vaccini anti-Covid;

Il libro traccia chiaramente la storia di una A-pandemia, una tragica farsa mediatica e diagnostica, volta solo a produrre una radicale caduta in una permanente dittatura in stile Cinese.

...

I commenti sono chiusi.