Chakra ruote di vita

Il termine chakra è un termine sanscrito che significa “ruota”. In effetti i chakra sono delle vere e proprie ruote; dei centri di forza che ruotando, indirizzano l’energia vitale nelle varie parti della nostra coscienza. Sono una sorta di vortici energetici e sono presenti su tutti i corpi sottili. Nel corpo fisico invece si manifestano sotto forma di ghiandole, che ne sono quindi la loro diretta precipitazione. Come abbiamo già accennato, la loro funzione è quella di distribuire l’energia nelle varie parti della nostra coscienza.

Ma di quale energia parliamo? Il sole emana il prana, l’energia vitale, che attraversa l’atmosfera; i chakra lo assorbono e lo distribuiscono ai corpi eterico e fisico. Ogni chakra assorbe un globulo di prana ben preciso e lo distribuisce attraverso le nadi in tutto il circuito energetico che necessita di quello specifico globulo.

Dunque i chakra determinano la distribuzione dell’energia sottile nei vari corpi e questo va ad influire sulla salute degli esseri umani. Tale energia, raccolta nei chakra, è in seguito messa a disposizione per i processi dei vari veicoli nei rispettivi piani di manifestazione. Un blocco o una saturazione di energia possono provocare malattie e conseguenze alla salute umana, quindi è molto importante mantenere i chakra in equilibrio ed armonia.

Ma aldilà di questo, i chakra svolgono un’altra funzione molto importante, descritta in maniera molto dettagliata da Massimo Rodolfi in “Psicologia dello Yoga” (Draco Edizioni, 2013). Dalla descrizione di Rodolfi emerge che i chakra sono una sorta di microprocessori che registrano tutti gli accadimenti, su ogni piano, di tutte le nostre esistenze. È all’interno di essi che si manifestano gli impulsi all’azione, su tutti i piani. Tutte le esperienze non completate si presentano come degli spazi, all’interno dei nostri chakra, più o meno densi ed oscuri che sono quelle che Rodolfi chiama immagini karmiche. Abbiamo individuato il subconscio di cui parlano gli psicologi (Rodolfi M., La psicologia dello yoga – Corso Pratico di Meditazione – Vol. 2, Draco Edizioni, 2013).

Nella struttura della nostra coscienza sono presenti diversi chakra, ma i principali sono sette e si trovano disposti lungo la colonna vertebrale, dalla zona sacrale fino alla sommità del capo. Hanno come corrispettivo fisico i principali gangli nervosi e le ghiandole endocrine. Dal basso verso l’alto abbiamo:

Muladhara Chakra

È detto anche chakra radice e si trova alla base della colonna vertebrale. È associato alla stabilità, al radicamento e alla sopravvivenza. Un Muladhara funzionante ed equilibrato permette all’essere umano di mantenere il contatto con la terra e di ottenere abbondanza materiale, successo in ambito lavorativo e stabili rapporti familiari. Un suo blocco invece compromette il rapporto con la terra. Questo causa insicurezza e scarsa fiducia in se stessi.

Colore: rosso
Mantra: LAM
Elemento: terra
Pianeta: Mercurio
Parti del corpo: intestino crasso, ossa, gambe, piedi, coccige

muladhara chakra

Svadhisthana Chakra

In questo chakra si sviluppa l’energia vitale. Un Svadhisthana equilibrato favorisce un rapporto sano con la propria sensualità e la capacità di sviluppare appieno il proprio potenziale creativo. Un suo malfunzionamento si manifesta quando ad esso affluisce un’energia sessuale eccessiva o insufficiente.

Colore: arancione
Mantra: VAM
Elemento: acqua
Pianeta: Venere
Parti del corpo: gonadi, osso sacro, bacino, reni, vescica, utero

svadhisthana chakra

Manipura Chakra

Manipura è legato all’aspetto di volontà e potere. È in relazione con la capacità di conoscere se stessi e di prendere coscienza dei propri interessi. Si esprime attraverso l’entusiasmo e la vitalità. Equilibrato e funzionante emana autoconsapevolezza ed energia permettendo la realizzazione di un Io forte. Un suo malfunzionamento invece comporta insicurezza, autocommiserazione e mancanza di orientamento nella vita.

Colore: giallo
Mantra: RAM
Elemento: fuoco
Pianeta: Marte
Parti del corpo: pancreas, stomaco, cistifellea, fegato, milza, intestino tenue

manipura chakra

Anahata Chakra

È il chakra dell’amore, della compassione e dell’umanità che sposta la consapevolezza dall’Io al Noi. Quando l’energia fluisce liberamente ed il chakra è ben equilibrato cresce la consapevolezza della propria responsabilità verso gli altri, ma soprattutto la capacità nell’amare e nell’accettare se stessi. Un Anahata malfunzionante invece, può provocare un eccessivo egoismo, isolamento e uno squilibrio tra il dare e il avere.

Colore: verde
Mantra: YAM
Elemento: aria
Pianeta: Giove
Parti del corpo: cuore, polmoni, pelle, sangue, mani, braccia, bronchi, torace

anahata chakra

Vishudda Chakra

Vishudda agisce sulla capacità di apertura e comunicazione favorendo lo sviluppo della consapevolezza individuale della parola. Un Vishudda ben equilibrato ed armonioso permette di immergersi nelle profondità del mondo dei suoni, composto dalle parole e dalla musica. Un eccesso di energia in questo chakra può determinare giochi di potere e manipolazione del prossimo, mentre una carenza di energia può provocare timidezza e paura del conflitto.

Colore: azzurro
Mantra: HAM
Elemento: etere
Pianeta: Saturno
Parti del corpo: collo, mascella, gola, laringe, esofago, trachea, nuca, udito, spalle

vishudda chakra

Ajna Chakra

Ajna stabilisce il collegamento con il mondo spirituale favorendo l’intuizione e il superamento della dualità. Qui si sviluppa la visione interiore. Un Ajna funzionante consente di riconoscere le illusioni terrene e stabilire una maggiore consapevolezza e pace interiore.

Colore: indaco
Mantra: KSHAM oppure OM
Elemento: –
Pianeta: Urano
Parti del corpo: occhi, naso, orecchie, cervelletto, viso, sistema nervoso

ajna chakra

Sahasrara Chakra

Sahasrara è associato alla spiritualità e all’illuminazione. Un chakra funzionante permette di raggiungere pace profonda e immensa gioia in quanto sottende il superamento dello stato di dualità già avvenuto con la stabilizzazione degli altri chakra. Sahasrara contribuisce al raggiungimento dei più alti stati di coscienza.

Colore: viola
Mantra: OM
Elemento: –
Pianeta: Nettuno
Parti del corpo: occhi, mesencefalo, organismo in generale

sahasrara chakraBibliografia:
Govinda K., Atlante dei Chakra: la tua guida verso la salute e la crescita spirituale, Bis Edizioni, 2013.
Judith A., Chakra ruote di vita, Bis Edizioni, 2015.
Powell A. E., Il doppio eterico, Macro Edizioni, 2015.
Rodolfi M., La psicologia dello yoga – Corso Pratico di Meditazione – Vol.2, Draco Edizioni, 2013.

Fonte: https://yogameditazione.net/chakra-ruote-vita/

TAROCCHI INTUITIVI
Impara a leggere le carte sviluppando il sesto senso - Basato sui tarocchi Rider-Waite
di Theresa Reed

Tarocchi Intuitivi

Impara a leggere le carte sviluppando il sesto senso - Basato sui tarocchi Rider-Waite

di Theresa Reed

Nei classici libri di cartomanzia trovi le interpretazioni delle varie carte e le istruzioni per leggerle. Tarocchi intuitivi è diverso: ti insegna a leggere in maniera intuitiva, dandoti gli strumenti per sviluppare la tua capacità di “sentire” le carte con precisione e profondità.

Le risposte saranno quelle che scaturiscono dal tuo intuito e non quelle già pronte, imparate a memoria su un manuale.

Theresa Reed, meglio nota come The Tarot Lady, è una sensitiva e cartomante di fama internazionale, le cui letture si sono spesso rivelate azzeccatissime e illuminanti. Nel suo ultimo bestseller condivide i suoi molti anni di esperienza e la sua saggezza per mostrarti come usare l’intuizione nella lettura dei tarocchi.

Non credere di non esserci portato. L’approccio arguto e al tempo stesso concreto permette infatti ai lettori, alle prime armi o più esperti, di “vivere” le carte, anziché memorizzarne meccanicamente i significati.

Tarocchi intuitivi esplora le basi della lettura intuitiva dei tarocchi Rider-Waite: imparerai a osservare le carte, a vedere schemi e indizi nelle immagini e a capire quale storia potrebbero raccontare sulla persona che le interroga.

Troverai inoltre tanti piccoli esercizi (chiamati “tarocizi”) che ti aiuteranno a venire in contatto con l’energia delle carte, vedere cosa ti raccontano e imparare a fidarti del tuo istinto, che è più saggio di quanto pensi.

...

I commenti sono chiusi.