Carlo Rubbia – la bufala del riscaldamento globale

Carlo Rubbia

Sembra ormai chiaro che la “storia” del riscaldamento globale che sta causando l’uomo è una vera e propria bufala creata ad arte per ottenere principalmente due scopi:

arricchirsi con gli svariati parametri da rispettare e sanzioni che ne conseguono; e creare un problema a livello globale per far credere alla popolazione che necessiti una soluzione e di conseguenza un unico governo globale.
Purtroppo per quelle persone che ancora ci credono (alcuni di loro in buona fede) la temperatura aumenta e diminuisce da milioni di anni e sicuramente non a causa delle “umane” immissioni di co2.

Qui di seguito condividiamo il video del fisico Carlo Rubbia, premio Nobel per la fisica del 1984,
nel discorso che fece al Senato del 2014.

Guarda il video qui:

Fonte: http://www.libertadiparola.com/video-riscaldamento-globale/

IL DISALLINEATO
Tutto quello che accade dietro i riflettori della politica: dagli spin doctor agli ingranaggi del sistema
di Claudio Messora, Enrica Perucchietti

Il Disallineato

Tutto quello che accade dietro i riflettori della politica: dagli spin doctor agli ingranaggi del sistema

di Claudio Messora, Enrica Perucchietti

È possibile che tutto quello che sappiamo sia falso? Come funziona la catena dell'informazione? Quali sono le nostre fonti, e le fonti delle nostre fonti? Il giornalismo è ancora il cane da guardia del potere o piuttosto è il cane da guardia che lo protegge? Che rapporto hanno i "comunicatori" con le redazioni di giornali e TV? E gli spin doctor: chi sono e cosa fanno?

Ogni partito, movimento o carica pubblica di rilievo se ne serve, con il compito di filtrare e di modellare la comunicazione per conseguire un preciso obiettivo. E, soprattutto, di controllare l’informazione, costruendo una cornice di interpretazione che viene immediatamente adottata da giornali e televisioni compiacenti trasformandosi in una vera e propria gabbia mentale. È il vero effetto gregge: abbandonare il cosiddetto “frame” diventa impossibile, se non a prezzo dello stigma e della gogna.

Claudio Messora, per anni il numero 3 dopo Grillo e Casaleggio del Movimento 5 Stelle all'apice del consenso, non è mai entrato in alcun gregge. Per questo non ha paura di raccontarci quello che ha imparato frequentando il mondo della politica e della comunicazione ai massimi vertici, dal Parlamento italiano a quello europeo. E niente ci sembrerà più come prima.

Estratto dal libro

Ho deciso di raccontarvi quello che ho imparato negli anni, osservando come si muovono dietro le quinte i guru dell'informazione, spesso più importanti dei politici stessi. Ho lavorato al loro fianco e appreso le loro tecniche senza tuttavia mai utilizzarle perché credo in una dimensione diversa dell'impegno per il bene comune, e, quando ho deciso di allontanarmi da quel mondo, ho iniziato a disinnescarle e a rimandarle indietro al mittente. Perché quel mondo funziona solo se nessuno rende pubblici i suoi segreti.

...

I commenti sono chiusi.