Biden: Papa Francesco ha detto che c’è un “obbligo morale” di farsi vaccinare

di Sabino Paciolla

Il presidente Joe Biden martedì ha invitato gli americani a vaccinarsi contro il coronavirus, dicendo che Papa Francesco ha definito la vaccinazione un “obbligo morale”.

Un articolo di Matt Hadro di CNA, pubblicato su NCR, nella mia traduzione.

Papa Francesco e Joe Bide

Il presidente Joe Biden martedì ha invitato gli americani a vaccinarsi contro il coronavirus, dicendo che Papa Francesco ha definito la vaccinazione un “obbligo morale”.

Nelle sue osservazioni sullo stato delle vaccinazioni COVID di martedì, il presidente Biden ha elogiato le partnership tra gruppi religiosi e centri sanitari comunitari per la fornitura di vaccinazioni COVID-19.

Ha definito lo sforzo di fornire le vaccinazioni “un esempio dell’America al suo meglio”, e ha aggiunto che “stanno tutti soddisfacendo quello che Papa Francesco chiama l’obbligo morale – farsi vaccinare – qualcosa che ha continuato a dire può salvare la tua vita e quella degli altri”.

In risposta alla richiesta della CNA di conoscere la fonte dei commenti di Papa Francesco, la Casa Bianca ha indicato l’intervista televisiva di gennaio del Papa in cui ha detto che “credo che, eticamente, tutti debbano fare il vaccino”.

In quell’intervista, Papa Francesco ha definito la vaccinazione “un’opzione etica perché riguarda la tua vita ma anche quella degli altri”.

Tuttavia, la Congregazione vaticana per la Dottrina della Fede (CDF) ha dichiarato in dicembre che la vaccinazione contro il COVID-19 non è un obbligo morale – una dichiarazione che è stata approvata da Papa Francesco.

“Allo stesso tempo, la ragione pratica rende evidente che la vaccinazione non è, di regola, un obbligo morale e che, pertanto, deve essere volontaria”, ha detto la CDF nella sua “Nota sulla moralità dell’uso di alcuni vaccini anti-Covid-19”.

Il Vaticano ha continuato a sottolineare che la vaccinazione contro il COVID può promuovere il bene comune. La CDF ha detto che coloro che non ricevono un vaccino contro il COVID-19 devono intraprendere le azioni appropriate per garantire che non diffondano il virus e non rappresentino un rischio per le persone vulnerabili.

“In assenza di altri mezzi per fermare o addirittura prevenire l’epidemia, il bene comune può raccomandare la vaccinazione, soprattutto per proteggere i più deboli e i più esposti”, ha dichiarato il Vaticano.

Coloro che rifiutano il vaccino COVID per coscienza “devono fare del loro meglio per evitare, con altri mezzi profilattici e un comportamento appropriato, di diventare veicoli di trasmissione dell’agente infettivo”, ha detto la nota della CDF. Ha aggiunto che tali persone devono evitare il rischio di trasmettere il virus a “coloro che non possono essere vaccinati per ragioni mediche o di altro tipo”.

Anche la Conferenza dei vescovi cattolici degli Stati Uniti (USCCB) ha citato la nota della CDF per dire che non c’è un obbligo morale di ricevere il vaccino COVID-19, nelle sue “risposte alle domande etiche chiave sui vaccini COVID-19” pubblicate a gennaio.

La Casa Bianca a marzo ha affermato che Papa Francesco “ha parlato della sicurezza e dell’efficacia di tutti e tre i vaccini”. Mentre Papa Francesco aveva detto che tutti devono ottenere un vaccino COVID-19, non era chiaro quale vaccino avesse ricevuto. Papa Francesco non aveva anche lodato l’efficacia di nessun vaccino specifico.

Nella sua nota di dicembre, la CDF vaticana ha dichiarato: “Non intendiamo giudicare la sicurezza e l’efficacia di questi vaccini, anche se eticamente rilevante e necessario, in quanto questa valutazione è responsabilità dei ricercatori biomedici e delle agenzie farmaceutiche.”

Articolo di Sabino Paciolla

Fonte: https://www.sabinopaciolla.com/biden-papa-francesco-ha-detto-che-ce-un-obbligo-morale-di-farsi-vaccinare/

CUCINA BOTANICA. VEGETALE, FACILE, VELOCE
di Carlotta Perego

Cucina Botanica. Vegetale, facile, veloce

di Carlotta Perego

La cucina di Carlotta Perego si contraddistingue da sempre per la grande semplicità e per la capacità di unire gusto e benessere. Questo suo secondo libro pone ancora di più l'accento sulle ricette veloci e semplici da realizzare, grazie a ingredienti sani oltre che "buoni" per noi e per il pianeta.

Suddivise per categoria (colazione, antipasti, primi, secondi, dolci ma anche snack creativi, condimenti, salse e bevande) le 80 ricette del volume si adattano facilmente a qualsiasi occasione e sorprendono per la loro immediatezza. Inoltre, la parte introduttiva dell'opera costituisce un vero e proprio tesoro dedicato all'organizzazione in cucina.

Fra gli argomenti: 

  • come fare "decluttering" in cucina;
  • quali sono gli utensili essenziali per lavorare in modo efficace e sostenibile; 
  • come organizzare la dispensa (con trucchi e astuzie per essere ancora più pratici);
  • come risparmiare tempo e denaro ottimizzando la spesa e molto altro.

Un libro che non mancherà di stupire i tantissimi sostenitori di Carlotta Perego e di Cucina Botanica ma che allo stesso tempo promette di conquistare tutti quei lettori alla ricerca di una cucina semplicissima, buona e sana.

Perché acquistare questo libro

  • 80 ricette facili, veloci e mai pubblicate prima.
  • Tantissime nuove idee, dalla colazione ai condimenti, passando per antipasti, primi, secondi, piatti unici e dolci, per realizzare interi menu sani e gustosi con estrema semplicità.

Dalla quarta di copertina

Un manuale ricco di sapori per menu vegetali versatili, adatti a chiunque, perfetti in ogni occasione: crêpe di ceci con rucola e avocado, polpette verdi ai piselli, torta soffice con pere e cannella... Piatti facili, veloci e deliziosi.

Insieme a Carlotta scoprirete strategie utili per organizzare la vostra cucina, conservare gli alimenti, fare la spesa, velocizzare le preparazioni, oltre a idee per uno stile di vita più sostenibile. Tutti gli ingredienti che hanno reso Cucina Botanica un punto di riferimento assoluto per la cucina vegetale in Italia.

...

I commenti sono chiusi.