Attenzione! Ecco 10 cibi che causano il cancro

Il male del secolo è il cancro: anche se la medicina dichiara di fare passi avanti nella ricerca, i casi che vengono diagnosticati ogni anno raggiungono un numero molto elevato. Allora in che modo possiamo salvaguardare la nostra salute?

Certamente non possiamo avere il controllo totale dei meccanismi che regolano il nostro organismo, ma c’è qualcosa di altrettanto importante che possiamo fare: la prevenzione.

La prima cosa da fare è curare la nostra alimentazione, che è la base del benessere, dando al nostro corpo tutti i componenti nutritivi che servono per un corretto funzionamento dell’organismo.

Gli specialisti in oncologia sono i primi a raccomandare di seguire una corretta alimentazione. Con una dieta sana infatti, possiamo diminuire le probabilità di contrarre tumori e altre gravi malattie.

Esistono pero’ alcuni alimenti, che sembra abbiano una maggiore incidenza nell’insorgere del cancro: vediamo quali sono, in modo tale da orientarci verso scelte alimentari più consapevoli e sane.

  1. Carne rossa
    Se questo alimento viene assunto spesso, può favorire l’insorgerza di tumori. Per questo motivo i nutrizionisti consigliano di evitarne il consumo più di due volte a settimana e, se ne si ha la possibilità acquistarla da un allevatore di fiducia. La cosa migliore, come nostro consiglio, sarebbe eliminarla dalla vostra dieta.
  2. Carne al nitrito di sodio
    Che cos’è il nitrito di sodio? Il nitrito di sodio è un conservante utilizzato per alimenti come: prosciutto, carne in scatola e insaccati. Prima di poter essere inserito nel mercato, subisce delle trasformazioni chimiche che trasformano le sue molecole, così che queste risultino essere potenzialmente cancerogene, andando a colpire soprattutto colon e pancreas. Inoltre, sembra che possa fai insorgere altre patologie come la leucemia.
  3. Ripieni delle carni:
    L’ingrediente che li rende pericolosi è il glutammato monosodico, che viene indicato con la sigla E621, un componente che esalta i sapori ma che, allo stesso tempo è un killer per le cellule neurali.
    glutammato monosodico = dado da cucina
  4. Dado
    Così come il ripieno che si trova nelle carni, anche i dadi hanno al loro interno glutammato monosodico che, oltre a favorire l’insorgere dei tumori, provoca anche la diffusione delle metastasi.
  5. Zucchero
    Consumare molti zuccheri nelle propria dieta rappresenta una forte minaccia per l’organismo. Oltre a generare una vera e propria dipendenza da sostanze zuccherate, provoca un rapido aumento della glicemia e dell’insulina, favorendo il rischio di obesità,  tumori e diabete!
  6. Dolci
    I dolci possono aumentare il rischio di cancro perchè in essi vi è la presenza di coloranti artificiali. Per riconoscerli, basta leggere l’etichetta: sono indicati con sigle comprese tra E100 ed E199.
  7. Zabaione
    Cosa rende lo zabaione un alimento potenzialmente cancerogeno? (Questo succede soprattutto in quello già pronto), il componente pericoloso per nostra salute è il suo alto contenuto di zucchero che, come ormai ben sappiamo, può avere un impatto negativo sulla salute.
  8. Farina 00
    La diatriba su quanto sia pericolosa la farina 00 è ancora molto accesa, perché sempre più ci sono studi scientifici che dimostrano che questo tipo di farina sia a tal punto raffinato da perdere tutti i principi nutritivi, assorbendo un cospicuo apporto di zuccheri. Questo provoca un aumento della glicemia e del tasso di insulina e fa crescere il pericolo di neoplasie.
    Gli esperti consigliano di scegliere farine meno raffinate, come ad esempio quelle integrali.
  9. Bevande zuccherate
    Come tutti quegli alimenti che contengono zucchero, anche le bevande zuccherate vanno evitate. Oltre al glucosio, infatti, queste ultime sono addizionate con fruttosio e sciroppo di mais, che sicuramente non rappresentano un toccasana per la salute.
  10. Grassi vegetali
    I grassi vegetali, sono soprattutto nei dolci. Questi elementi vengono sottoposti a numerose trasformazioni prima di poter essere utilizzati dall’industria alimentare. È proprio a causa dei  trattamenti  ricevuti, questi possono rivelarsi pericolosi, soprattutto se idrogenati.

Fonte: http://www.libertadiparola.com/cibi-cancro/

NEXUS NEW TIMES N. 156 - OTTOBRE-NOVEMBRE 2022 — RIVISTA
Attualità, geopolitica, salute, scienza e tecnologia

Nexus New Times N. 156 - Ottobre-Novembre 2022 — Rivista

Attualità, geopolitica, salute, scienza e tecnologia

Cari Lettori,

...bentrovati! Sperando la vostra pausa estiva sia andata per il meglio, ci accingiamo ad entrare in quello che sarà, come avevo previsto, uno degli autunni più "caldi" che l'Italia abbia mai affrontato.

Molte le questioni "aperte" per il Paese, che dovranno necessariamente trovare una veloce soluzione se non si vorrà arrivare alla "deflagrazione" e disintegrazione sociale.

Tuttavia, sui tanti topics che generano effetti e conseguenze per gli italiani, due prevalgono: la guerra in Ucraina, che si sta inasprendo e andando verso un'escalation ed un coinvolgimento sempre maggiore delle parti in causa, (il che comprende, quali attori di questa proxy war tutti i paesi dell'Occidente collettivo, compresa l'Italia) ed il nuovo complessivo assetto parlamentare (e soprattutto, governativo).

Pertanto: sul primo topic.. In questo numero abbiamo scelto di proporvi interessanti analisi interpretative che man si concentrino solo su geopolitica o strategia, proprio perché di tali "chiavi di lettura" da ogni lato ne siamo già fin troppo "assediati".

Troverete dunque il Dossier di Pino Nicotri, l'interessante disamina di Enzo Kermol, gli articoli di T. F. Coles e di Tom Bosco...

Sul secondo... Se anche un nuovo Esecutivo ancora non lo abbiamo, sia noto a noi tutti che 'tutto è cambiato perché nulla muti'.

Infatti, come sarà mai possibile avere una vera buona Legge di bilancio entro dicembre?

La NADEF (ovvero la "Nota di Aggiornamento al DEF") andava redatta entro il 27 settembre, il DPB ("Documento Programmatico di Bilancio") entro il 20 ottobre.

Esclusi interventi divini, sarà impossibile formare il Governo prima della metà di ottobre, e la prima seduta delle nuove Camere è fissata per il 13.

Nel migliore dei casi, dunque, si approverà a colpi di fiducia la conseguente Finanziaria - pena l'esercizio provvisorio i cui contenuti saranno stati preparati in buona sostanza dal Governo Draghi.

In più, lo scorso 26 settembre l'Ufficio Studi della CGIA di Mestre ha fatto i conti: serve trovare 40 miliardi di Euro nei primi 100 giorni, per chi siederà a Palazzo Chigi, solamente per confermare le misure contenute nei decreti approvati fino a settembre. Dunque, siamo davvero nel campo dei miracoli!

Sic stantibus rebus però, voglio anche darvi una nota di positività, presentandovi in anteprima l'articolo 'di punta' di questo numero, e il suo autore. È infatti con grandissimo piacere che per la prima volta ospitiamo sulle pagine di NEXUS New Times il fisico italiano, planetariamente noto, Federico Faggin "l'uomo che ha inventato il microprocessore".

Questi, con un avvincente articolo in esclusiva per Nexus NT sulla peculiarità dell'intelligenza umana, vi chiarirà in modo esemplare perché la visione materialista (dominante, anche se sempre con maggiori 'crepe') non abbia più senso, e perché gli attuali computer & IA - per quanto grandi, potenti, veloci, performanti, "abili" - non potranno nemmeno lontanamente essere come gli esseri umani.

Inoltre, proprio perché crediamo importante offrire ad ognuno di voi un livello informativo qualitativamente in grado di soddisfare interessi e curiosità diversificati... mettetevi comodi e gustatevi i pezzi di Charles Pope e Christopher Woodyard sulle (non politicizzate) priorità nei mutamenti climatici, del nostro Dana Lloyd Thomas con l'ultimo appuntamento sul mito di Shambala, di Robert Gourlay sull'importanza dell'acqua strutturata, di Philippe Jamieson e Marianne Schimdt sulle più interessanti teorie circa le 'vere' funzioni della Grande Piramide di Giza, di Stephen Smith e Gary Maxfield sulle ulteriori prove circa la teoria dell'Universo elettrico, di Jonathan V. Wright sul D-mannosio.

E come sempre, per finire, il nostro Umberto Visani ci condurrà alla scoperta di una delle leggende-credenze giapponesi meno conosciute, quella dello Shito-dama, nel parallelismo con una similare tradizione presente in U.K..

Buona lettura, quindi, e.... arrivederci al prossimo Numero!

Il Direttore

Simone Massetti

...

I commenti sono chiusi.