Alimenti che aumentano il mal di testa: ecco quali sono

Specie per chi ne soffre spesso, è un bene dosare gli alimenti che aumentano il mal di testa proprio per evitare che il dolore diventi ancora più fastidioso

Il mal di testa è un disturbo frequente che non conosce una particolare gravità ma è in grado di arrecare fastidio poiché, se particolarmente forte, compromette l’azione quotidiana. È interessante sapere che esistono alimenti che aumentano il mal di testa e che è meglio assumere in quantità limitate.

Gli alimenti che aumentano il mal di testa contengono alcune sostanze che, assunte in dosi eccessive, provocano l’emicrania.

Soprattutto i cibi che posseggono una concentrazione elevata di tiramina ed istamina sono i principali fautori dell’emicrania. Gli alimenti che contengono queste sostanze sono comuni e di vario tipo, quotidianamente abitano le nostre tavole e forse inaspettatamente potrebbero essere la vera causa del mal di testa.

Difatti, nulla toglie che un soggetto soffra frequentemente di emicrania perché assume cibi verso i quali ha sviluppato un’intolleranza.

Ciò significa che le cause scatenanti del mal di testa non sono soltanto quelle comunemente conosciute (stress, poco riposo, lavoro eccessivo, stanchezza..) ma anche gli alimenti che aumentano il mal di testa e che quindi, dopo aver verificato che ne siano l’effettiva causa, è necessario assumere in dosi ridotte specie se il disturbo è cronico.

Alimenti che aumentano il mal di testa: ecco quali evitare in caso di emicrania.

  • Frutta secca.

La frutta fresca apporta all’organismo molti benefici ma allo stesso tempo il consumo va regolato soprattutto se si soffre di emicrania ricorrente, in quanto è tra gli alimenti che aumentano il mal di testa. Frutta come le mandorle, gli anacardi e le noci contengono una sostanza chiamata solfito in grado di fomentare i dolori ed il malessere. Ovviamente gli effetti indesiderati della frutta secca dipendono dalla quantità assunta e dalla sensibilità del singolo individuo agli elementi in essa contenuti.

  • Formaggi stagionati.

L’assunzione di formaggi stagionati è sconsigliata quando si soffre di mal di testa in quanto contengono l’istamina, sostanza che nei soggetti maggiormente sensibili potrebbe accentuare l’emicrania. In generale però, tutti i cibi nella cui produzione è prevista una fase di fermentazione contengono una dose cospicua di istamina, componente che più di tutti ricorre negli alimenti che aumentano il mal di testa.

Tra i cibi che è bene ridurre nella propria “dieta anti-emicrania”, ci sono anche i salumi stagionati, gli spinaci, i pomodori e molti cibi inscatolati come tonno, acciughe, sardine.

  • Carni trattate.

Gli affettati, i wurstel, le carni trattate o conservate contengono molti conservanti ed agenti chimici che potrebbero aumentare il mal di testa nei soggetti che abitualmente ne soffrono. Per questo motivo non è consigliato consumarli in caso di mal di testa, perché si rischia di fomentare il dolore.

  • Latticini. 

Il latte ed i suoi derivati (tra i quali appunto, anche i formaggi) contengono la tiramina, una sostanza che influisce sui dolori del capo. Un buon rimedio per prevenire l’emicrania è ridurre, in caso di forte mal di testa, la quantità di latticini assunti perché sono alimenti che aumentano il mal di testa.

  • Bevande alcoliche.

Sebbene ridurre il consumo di bevande alcoliche fa bene già sotto tanti altri punti di vista, un motivo in più è rappresentato dal fatto che si tratta di alimenti che aumentano il mal di testa, che è bene eliminare dalle proprie abitudini onde evitare aggravamenti del dolore.

  • Caffè.

Gli elementi eccitanti del caffè aumentano l’emicrania per cui è meglio limitare le dosi giornaliere, ancor più se combinato con il latte.

E’ vero che questi sono alimenti che aumentano il mal di testa, ma ciò non vuol dire che devono essere completamente debellati dalla propria dieta alimentare. Per prevenire il fastidio dell’emicrania è sufficiente regolare correttamente l’assunzione, specie nei momenti in cui si presenta il mal di testa.

Ovviamente l’alimentazione potrebbe essere una delle possibili cause dell’emicrania ma non sempre è così. Il mal di testa conosce molteplici cause che è possibile identificare soltanto grazie ad un consulto medico.

Per questo motivo, non appena si avvertono i sintomi tipici dell’emicrania, è fondamentale rivolgersi ad un medico.

Fonte: https://www.tuttasalute.net/39475/alimenti-che-aumentano-il-mal-di-testa.html

LA SALUTE DALLA FARMACIA DEL SIGNORE —
Consigli ed esperienze con le erbe medicinali
di Maria Treben

La Salute dalla Farmacia del Signore —

Consigli ed esperienze con le erbe medicinali

di Maria Treben

Per ogni malattia c’è un’erbetta.

Una raccolta di erbe e rimedi per curare tantissime malattie, sperimentate dalla famosa erborista Maria Treben. Si prega di tener presente quanto segue:

"Vorrei sottolineare il fatto che ho cercato in ogni modo di completare il volume con l'aggiunta di tutte le mie esperienze onde offrirle all'umanità. Al notevole ampliamento di materiale vorrei aggiungere una preghiera: non telefonatemi né scrivetemi. Poiché non esercito la professione di guaritrice non desidero neanche ricevere visite di malati. Il dettagliatissimo indice alfabetico vi condurrà certamente sulla giusta via per applicare correttamente le erbe di volta in volta necessarie."

MARIA TREBEN

Dalla quarta di copertina

Maria Treben si è conquistata un posto d'onore come una delle più importanti antesignane della scienza delle erbe medicinali. Da molti venerata alla stregua di una «santa», Maria Treben si è occupata per tutta la sua vita di erbe curative, cercando inoltre di trasmettere la sua grande esperienza al maggior numero possibile di persone.

Con il trascorrere degli anni non è mai diminuita la popolarità di Maria Treben e delle sue opere, anzi, grazie a una maggiore attenzione alla medicina alternativa, i suoi libri vivono oggi una nuova e invariata attualità.

Nella Salute della Farmacia del Signore, considerato il più importante dei suoi libri, sono descritte in maniera dettagliata ben 31 erbe mediche con le modalità di preparazione e il loro utilizzo come infusi, tinture e poltiglie per applicazioni, succhi e bagni.

...

I commenti sono chiusi.