Ambientalismo? No, è Lotta di Classe dell’Elite contro le Masse

di Gavino Sanna
Una lotta di classe travestita da ambientalismo.
Il susseguirsi di norme UE sempre più restrittive sulla circolazione veicoli è una delle tante facce dell’accelerazione della lotta di classe che le élite conducono contro le masse.
Le politiche di austerità sono risultate particolarmente odiose, hanno ulteriormente depresso l’economia e chi le ho portate avanti (v. governo Monti) è stato sonoramente bocciato alle elezioni, era necessario continuare l’opera sotto una veste più subdola.
Come si possa pensare che la rottamazione di una vettura funzionante (e che al momento in cui è stata acquistata aveva magari una tecnologia avanzata) sia ecologico è un mistero. Le prime norne comunitarie a tutela ambiente (anni 70) fissarono standard minimi per l’omologazione veicoli. Migliori tecnologie comportarono aumento dei costi ma anni 70 e 80 furono periodo di motorizzazione di massa, quasi ogni famiglia poteva permettersi di acquistare un’auto (v. andamento quota salari e PIL)…

Continue reading

Perché la “Gold-Brics” è un Vero Tornante della Storia

di Giuseppe Masala
Come si sa John Meynard Keynes non era un estimatore dell’Oro che considerava “un residuo barbarico”. In particolare questo per l’economista britannico valeva qualora venisse usato questo particolare elemento chimico come “moneta”.
A tale proposito basta leggere la Teoria Generale dell’Occupazione, dell’Interesse e della Moneta per trovare giudizi sferzanti come questo: “Non si è mai concepito nella storia un metodo tanto efficace per porre i vantaggi di ciascun paese in contrasto con quelli dei suoi vicini quanto il gold standard internazionale”. Un ragionamento che credo sia da considerare molto importante anche oggi: agganciare una moneta all’oro significa rendere molto più difficile “svalutare” la moneta del paese “creditore” nei rapporti commerciali internazionali con il paese “debitore” che invece avrebbe il massimo interesse a svalutare la propria moneta per dare fiato alla propria economia grazie all’export e conseguentemente risollevare i propri conti con l’estero…

Continue reading